Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Il principe animalista: William contro la Cina per salvare gli elefanti

 

La mela non cade mai troppo lontano dall'albero. Il proverbio vale anche per i reali inglesi. Il principe William, figlio di Carlo, che non ha mai amato i cinesi, e Diana, sempre molto attiva nelle campagne in difesa della natura, ha stupito tutti per aver criticato duramente la Cina per le stragi di elefanti e il commercio d'avorio.

Pubblicato

-

La mela non cade mai troppo lontano dall’albero. Il proverbio vale anche per i reali inglesi. Il principe William, figlio di Carlo, che non ha mai amato i cinesi, e Diana, sempre molto attiva nelle campagne in difesa della natura, ha stupito tutti per aver criticato duramente la Cina per le stragi di elefanti e il commercio d’avorio.

In missione negli Stati Uniti per conto della famiglia reale, William ha cominciato il suo tour incontrandosi con il presidente americano Barack Obama. Tutto è filato liscio: una stretta di mano e qualche foto. Niente di importante di cui parlare.

La tappa seguente, alla Banca Mondiale, ha riservato invece veri e propri fuochi d’artificio. Intervenendo dal palco della International Corruption Hunters Alliance, istituto della Banca Mondiale che lotta contro la corruzione e i commerci illegali, l’erede al trono britannico si è lasciato andare a una dura invettiva contro la Repubblica Popolare Cinese, che potrebbe avere conseguenze deleterie per i già disastrati rapporti tra Londra e Pechino.

Pubblicità
Pubblicità

William ha accusato la Cina di essere uno “dei molti paesi che saccheggiano il nostro pianeta per nutrire la dipendenza ignorante del genere umano da animali addomesticati, trofei, cure e ornamenti che provengono direttamente da specie animali che stanno scomparendo e non sono rimpiazzabili”.

Più in particolare, il figlio di Diana e Carlo ha criticato la Cina per aver legalizzato il commercio d’avorio. La Cina è nel 70% dei casi la destinazione dei traffici illegali di avorio. Circa 100 elefanti al giorno, oltre 35mila all’anno, vengono massacrati per fare statuette, anelli, pettini e altre chincaglierie di dubbio gusto.

La maggior parte del contrabbando proviene dalla Tanzania: gli elefanti che vivono nella riserva di Selous Game sono scesi, tra il 2009 e il 2013, da 39mila a 13mila esemplari. Nel suo intervento, William ha ricordato che in vent’anni il prezzo delle zanne di elefante è salito da 5 a 2.100 dollari al chilo. “Ci sono animali selvatici che ora davvero valgono più del loro peso in oro”, ha notato il giovane principe.

Pubblicità
Pubblicità

William ha poi espresso un auspicio: “Il nostro obbiettivo deve essere quello di ridurre il traffico di animali selvatici rendendolo più difficile e chiamando a rispondere le persone che ne sono responsabili”.

Quella della famiglia reale nei confronti della Repubblica Popolare Cinese è un’antipatia di lunga data. Già il principe Filippo, nonno di William, in visita a Pechino con la regina nel 1986, definì la città “insopportabile” e suggerì a un gruppetto di studenti inglesi di non prolungare troppo la loro permanenza altrimenti “verranno anche a voi gli occhi a mandorla”.

Carlo si è spinto oltre: amico del Dalai Lama, si è schierato apertamente per l’indipendenza del Tibet. Inoltre, in una pagina del suo diario che è stata involontariamente resa pubblica, l’erede al trono è arrivato a definire la dirigenza cinese “orrende vecchie statue di cera”.

Dietro al duro discorso di William non ci sono però solo i consigli di papà Carlo e nonno Filippo. Nell’accorato intervento del giovane principe è emersa tutta la sincera passione per le tematiche ambientali che aveva caratterizzato l’impegno internazionale della madre, l’indimenticata Lady Diana. A New York, William ha quindi dimostrato di essere pronto a raccogliere una pesante eredità.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza