Connect with us
Pubblicità

Trento

“Sguardi sull’Azerbaigian”: a Trento due giorni dedicati al partner strategico italiano

 

Dopo lo stop di Vladimir Putin al progetto del gasdotto South Stream, pensato per connettere direttamente Russia e Unione Europea, bypassando, via Europa meridionale, l'Ucraina, così come era stato fatto a nord con il realizzato gasdotto North Stream, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha continuato a ostentare tranquillità.

Pubblicato

-

Dopo lo stop di Vladimir Putin al progetto del gasdotto South Stream, pensato per connettere direttamente Russia e Unione Europea, bypassando, via Europa meridionale, l’Ucraina, così come era stato fatto a nord con il realizzato gasdotto North Stream, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha continuato a ostentare tranquillità.

I contratti in essere tutelano l’Eni e le altre società italiane, mentre il governo ritiene che alla fine non ci saranno ostacoli insormontabili alla Trans Adriatic Pipeline (TAP), il gasdotto made in Azerbaigian, che dovrebbe essere realizzato fino alle coste della Puglia.

La TAP connetterà Italia e Grecia attraverso l’Albania, e permetterà l’afflusso di gas naturale proveniente dalla zona del Caucaso, del Mar Caspio e potenzialmente del Medio Oriente. Per il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, il gasdotto azerbaigiano rappresenta “un elemento di diversificazione molto importante. Lo era prima che ci fosse questo annuncio (lo stop a South Stream, ndr) e certamente può esserlo a maggior ragione ora”.

Pubblicità
Pubblicità

Lo stato caucasico dell’Azerbaigian si sta affermando quindi come un partner strategico di primo piano per la sicurezza energetica italiana ed europea. Ma la rilevanza geopolitica dell’Azerbaigian va ben oltre i suoi giacimenti di gas e petrolio e la possibilità di aprire canali di approvvigionamento energetici diversi da quelli tradizionali.

L’Azerbaigian è infatti un crocevia tra Oriente e Occidente, un paese dalla storia millenaria e al tempo stesso un attore che si affaccia con prepotenza sulla scena internazionale del terzo millennio, forte di un’economia in impetuosa crescita.

Ma è anche un paese segnato da un evento traumatico, che ha impresso un segno indelebile tanto sulla sua politica interna quanto sulle sue relazioni internazionali: l’aggressione armena, in seguito alla quale ha perso un quinto del suo territorio, il Nagorno Karabakh e le province limitrofe. Lo scontro armato si è concluso nel 1994 ma il conflitto è ancora lontano da una soluzione. L’Azerbaigian continua a reclamare i territori che gli sono stati sottratti e un milione di profughi azeri non ha abbandonato il sogno di tornare nelle proprie case.

Pubblicità
Pubblicità

Il rilievo internazionale dell’Azerbaigian non si limita però alle questioni energetiche e geostrategiche. Il paese caucasico è infatti anche la patria di Essad Bey, autore vissuto nelle prima metà del Ventesimo secolo, che si è affermato come scrittore di fama mondiale con il romanzo “Ali e Nino”, storia di amore e passione, guerra e rivoluzione, nonché viaggio attraverso Islam e Cristianesimo.

Infine, in questo periodo in cui l’allarme dell’estremismo islamico sembra risuonare in ogni angolo del globo, il piccolo stato caucasico, costituito da una maggioranza musulmana, va tenuto particolarmente sotto osservazione per il rischio di potenziali di travasi della guerriglia jihadista.

Le vicende dell’Azerbaigian sono ancora poco note al pubblico italiano. Questa considerazione non vale invece per gli studiosi di politica internazionale che, già da tempo, hanno cominciato ad apprezzare l’importanza dello stato caucasico come oggetto di studio. A tal riguardo, di indubbio interesse è il lavoro del Centro Studi sull’Azerbaigian di Levico Terme.

Quello di Levico è il primo centro sull’Azerbaigian in Europa. Costituito nella scorsa primavera, il Centro Studi sull’Azerbaigian svolge un’intensa attività di studio, ricerca scientifica e divulgazione sulla cultura e sulla storia dell’Azerbaigian e, più in generale, sul Caucaso e la regione del Caspio.

All’interno di quest’attività di ricerca e divulgazione si inserisce il convegno “Sguardi sull’Azerbaigian”, che si terrà il 5-6 dicembre nella “Sala Rosa” del Palazzo della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige. Il convegno annuale, alla sua seconda edizione, rappresenta un’importante occasione per fare il punto della situazione sugli studi italiani sull’Azerbaigian e dare il via a nuove ricerche.

L’evento, aperto al pubblico, rappresenta però anche un’importante opportunità per tutti coloro che sono interessati a conoscere meglio la realtà del Caucaso. Il programma è fittissimo. Tra il pomeriggio di venerdì (inizio alle ore 15, entrata da Piazza Dante 16) e la mattina di sabato (inizio alle ore 9, entrata da Via Gazzoletti 2) si parlerà di sicurezza, energia, storia e letteratura.

Tra i vari interventi, ricordiamo: “Rischio di travasi della guerriglia jihadista?”, di Emanuele Giordana; “Dopo l’Ucraina: l’Azerbaijan e l’Occidente”, di Fernando Orlandi; “Le relazioni tra Stati Uniti e Azerbaigian: tra opportunità cooperative, potenzialità e limiti”, di Andrea Nasti; “Nuovi accenti nelle relazioni turco-azerbagiane”, di Davide Zaffi e “Essad Bey/Kurban Said: Cantore di un impero scomparso”, di Massimo Libardi.

Un’occasione imperdibile per avvicinarsi a un paese che riveste un ruolo sempre più importante nelle considerazioni strategiche italiane. Un vicino che non è più possibile ignorare.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza