Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Un mondo civile è un mondo senza pena di morte

 

Ogni individuo ha il diritto alla vita”, così recita l'articolo 3 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, approvata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948. Sessantasei anni dopo, sono ancora troppi gli stati in cui il boia toglie la vita a colpi di iniezioni letali e sedia elettrica. Quando va bene.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Ogni individuo ha il diritto alla vita”, così recita l’articolo 3 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948. Sessantasei anni dopo, sono ancora troppi gli stati in cui il boia toglie la vita a colpi di iniezioni letali e sedia elettrica. Quando va bene.

Sono 37 i paesi del mondo in cui è in vigore la pena di morte. Di questi, 30 sono paesi dittatoriali, autoritari o illiberali. Nel 2013, la Cina si è confermata saldamente in cima alla classifica dei paesi con più condanne a morte eseguite. Almeno 3.000, circa il 74,5% del totale mondiale.

Seguono l’Iran, con almeno 687 esecuzioni, e l’Iraq e l’Arabia Saudita, con rispettivamente 172 e 78 condanne eseguite. Delle sette democrazie liberali che ancora praticano la pena di morte, gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di esecuzioni (39 nel 2013). Seguono Giappone (8), Taiwan (6), Indonesia (5), Botswana (1) e India (1).

Pubblicità
Pubblicità

Sebbene le autorità di alcuni di questi paesi cerchino di sviluppare procedure sempre più efficaci per eseguire la condanna a morte, è ovvio che non potrà mai esistere un “metodo umano” per uccidere. La pena di morte è stata e sarà sempre una forma estrema di aggressione fisica e mentale nei confronti dell’individuo.

Una punizione il cui valore deterrente non è mai stato dimostrato. Una punizione che non dà necessariamente conforto ai famigliari della vittima ma che è destinata a infliggere sicuramente sofferenza alla famiglia del condannato. Ma soprattutto, una punizione che, in caso di processo iniquo o errore giudiziario, può togliere la vita a un innocente.

All’interno della comunità internazionale, il fronte contro la pena capitale è sempre più compatto. Ieri l’ennesimo passo avanti: la Terza Commissione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, quella che si occupa di diritti umani, ha approvato una risoluzione che invita gli stati membri a sospendere le esecuzioni.

Pubblicità
Pubblicità

114 paesi hanno votato sì, 34 si sono astenuti e 36 hanno votato contro. Fra i paesi che hanno aderito per la prima volta alla moratoria spicca la Russia, che non applica comunque la pena capitale dallo stop imposto negli anni Novanta da Boris Ieltsin.

Il documento approvato nella notte di ieri verrà ratificato dall’Assemblea generale a dicembre. Si tratta di un documento non vincolante, che ha però un forte peso morale. Due anni fa un testo simile di risoluzione aveva riscosso meno sì: 41 paesi avevano votato contro e 34 si erano astenuti.

L’alto numero di sì con cui è stata approvata la risoluzione di ieri notte rappresenta quindi un innegabile passo avanti nella battaglia per la sospensione della pena capitale. Il testo di ieri include anche alcune importanti modifiche rispetto a quello del 2012: si riscontra infatti una maggiore attenzione per i disabili “mentali e intellettuali” e un impegno per una maggiore trasparenza.

Un importante passo avanti, ma ancora troppo poco: la pena di morte è infatti il simbolo per eccellenza di una cultura di violenza che ha ammorbato la storia dell’umanità fin dagli albori. In tal senso, sono ancora troppi gli stati in cui si insulta la vita con la scusa di porre fine alla violenza.

Eseguendo una condanna a morte, lo stato si macchia quindi del crimine di omicidio, dimostrando la stessa prontezza del criminale nell’uso della violenza fisica.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento17 minuti fa

Via al Progetto EUVECA, una Piattaforma europea per la formazione di eccellenza delle professioni sanitarie

Trento13 ore fa

Coronavirus in Trentino: 126 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Alto Garda e Ledro13 ore fa

Crossodromo Ciclamino, centauro 17 enne trasportato al Santa Chiara

Rovereto e Vallagarina14 ore fa

Miss Italia: a Folgaria vince il sorriso di Eleonora Lepore

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Il Comune di Campodenno compie 70 anni

Giudicarie e Rendena14 ore fa

Di ritorno dalla festa travolge con la moto un adolescente. 15 enne e 17 enne finiscono al santa Chiara

Giudicarie e Rendena14 ore fa

Frena per evitare un animale e viene tamponato. 2 persone finiscono in ospedale

Alto Garda e Ledro14 ore fa

Sbaglia atterraggio col parapendio e finisce sugli scogli del Garda

Le Vignette di Fabuffa14 ore fa

Claudio Garella, simbolo di un calcio giocato con umiltà

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

Un nuovo automezzo logistico per i Vigili del Fuoco di Malé

Val di Non – Sole – Paganella18 ore fa

Si rompe una tubazione a Molveno: immediato l’intervento degli operai comunali

Val di Non – Sole – Paganella19 ore fa

A Sfruz la proiezione del film “La creazione del mondo”

Trento1 giorno fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Ortles – Cevedale: all’alba una montagna di voci inCantate

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Precipita lungo il pendio per 8 metri, biker di 24 anni elitrasportato al santa Chiara

Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento2 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Trento5 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento5 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi5 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento1 giorno fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Trento5 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

fashion4 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Trento6 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza