Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Caro sindaco, lei non garantisce la sicurezza dei cittadini. – di Gabriella Maffioletti

Caro Sindaco,

mi permetto di scrivere in maniera energica tutto il mio disappunto rispetto ad una situazione incresciosa in cui sono incappata oggi in uno dei miei tanti sopralluoghi in contesti “caldi” cittadini!

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Caro Sindaco,

mi permetto di scrivere in maniera energica tutto il mio disappunto rispetto ad una situazione incresciosa in cui sono incappata oggi in uno dei miei tanti sopralluoghi in contesti “caldi” cittadini!

Mi riferisco, caro Sindaco, alla situazione che si è venuta a creare al locale n. 30 di via Stenico dove a fianco della tabella della Lega Calcio Trento sezione Arbitri oggi è affissa la targhetta indicante “Centro culturale islamico Fasane Mustafa”.

Pubblicità
Pubblicità

Ora sulla vicenda che ha accompagnato il cambio di gestione dei locali abbiamo avuto modo di trattare in maniera più o meno sviscerata l'argomento in una mia interrogazione di data 16/07/2014 n. 2.431/2014 nella quale sollevavo tutta una serie di interrogativi atti a verificare la regolarità delle procedure amministrative in ordine al cambio destinazione ed uso dell'immobile in primis e secondariamente tutte le altre questioni rispetto alla regole che disciplinano la sicurezza interna dei locali e soprattutto che quel posto sia effettivamente una associazione culturale piuttosto che luogo di culto come si paventava essere!

Dopo tutta una prolissa argomentazione rilasciata dall'Assessore competente Biasiolli l'amministrazione aveva risposto che i soggetti si erano spostati altrove e che il locale risultava non più frequentato.

In quel documento facevo menzione anche di un possibile luogo di incontro per finalità di culto religioso in un locale “Spazio 2000” in via Guardini 53 . A distanza pertanto di poco tempo dalla trattazione in aula del documento sono stata ricontattata dagli stessi residenti che mi aggiornavano rispetto al fatto che gruppi sparsi di musulmani islamici (molti di questi di chiare connotazioni pakistane ) verso le ore 13.00 pomeridiane raggiungevano dalle diverse angolazioni (Canova, zona Tridente , Trento nord ecc.) che si ricongiungono con la sede in questione (vicina al posto di polizia fisso e a Animamagnete) il civico 30 per i presunti identici utilizzi che segnalavo nel documento.

Pubblicità
Pubblicità

Concordato pertanto un incontro con la scrivente e una delegazione di residenti mi sono recata oggi alle ore 13.00 sul posto ed è stato così che ho potuto verificare e constatare l'andirivieni di soggetti islamici tutti maschi che al momento di entrare nell'edificio lasciavano le scarpe esterne e prendevano posto a sedere nel vano interno. All'occorrenza ho una serie di scatti fotografici che dimostrano la situazione reale.

I soggetti in questione la maggior parte raggiungevano a piedi il luogo fatto salvo alcuni lavoratori credo che hanno lasciato i mezzi pesanti o i furgoni parcheggiati nelle sezioni di parcheggio antistante e sul retro del condominio. Ho deciso pertanto di chiamare il corpo della polizia locale per richiedere un sopralluogo immediato in maniera da cogliere sul fatto la presunta violazione delle normative urbanistiche e verificare la regolarità in ordine ai profili di ordine pubblico e di sicurezza .

Raggiunto inoltre il locale sottostante il condominio Leonardo le condutture riportavano in maniera inequivocabile una voce di “predicatore” nella lingua apparentemente araba in un silenzio generale! Una volta filtrata la richiesta intervento da parte dei vigili urbani alla centrale operativa mi sono accertata che l'ispettore di squadra provvedesse a mandare un controllo al fine di trovare la situazione di fatto che io , sul posto, vedevo! Erano le ore 13.30 e dopo un quarto d'ora sono stata raggiunta al telefono dall'ispettore di turno F.S. La quale mi diceva in buona sostanza che non poteva mandare lì nessun agente !

Dinanzi alla mia insistenza rispetto al fatto che anche io dovevo essere altrove ossia al mio lavoro e che solo solo la mia responsabilità al dovere mi imponeva un obbligo morale e civico al presidio , in un certo qual modo trovavo davvero singolare che si cercasse di eludere ad una questione così importante in una maniera così superficiale rispondendomi cioè testuali parole:” siccome è già stata fatta proprio una interrogazione al riguardo il collega dell'ufficio edilizio avrà sicuramente già fatto tutta una serie di accertamenti al riguardo…..!!” Ora io mi chiedo e chiedo a Lei , signor Sindaco, se le pare normale che nel momento in cui io, che sono una semplice consigliere comunale e per giunta donna, sono lì per informarmi rispetto ad una situazione di presunta violazione di legge il corpo di polizia locale dica che non interviene perchè è già in corso un procedimento da parte della sezione edilizia dei vigili urbani! Caro Sindaco quando i cittadini segnalano presunte violazioni di legge che non permangono nel tempo, la polizia locale ha il dovere di intervenire immediatamente per rispondere ai bisogni di legalità espressi dai cittadini.

Riferire che non si interviene perchè sono in corso accertamenti amministrativi da parte di altri uffici è una sorta di espediente estemporaneo che sembra lasciare intendere che non si vuole fare il proprio lavoro! Di certo non è questo il modo migliore di garantire la sicurezza ai cittadini , il controllo del territorio e rimarca come vi sia un metro con due misure : si trovano sempre le risorse umane da impiegare su segnalazioni che riguardano presunte irregolarità in termini di rispetto regolamento per i titolari di esercizi pubblici dato che perseguire questo fronte è forse più proficuo per le casse comunali ma senz'altro apre un divario sociale dinanzi a tali accadimenti che dimostrano che per taluni le regole possono essere magistralmente eluse grazie ad una mancanza di volontà politica nel perseguire tutti nello stesso modo!

Gabriella Maffioletti – consigliere comunale di Trento

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento1 settimana fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento2 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento2 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto: protesta per le urla alle Fucine, 72 enne massacrato dalla «Baby Gang»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Trento1 giorno fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Trento5 giorni fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica6 giorni fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…3 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza