Connect with us
Pubblicità

Trento

Panizza: «La macroregione Alpina come ultima occasione di mettere al centro la montagna»

Si è tenuto ieri sera alla Camera dei Deputati, il seminario promosso dal Gruppo Interparlamentare per lo Sviluppo della Montagna sul ruolo e le prospettive della MacroRegione Alpina.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Si è tenuto ieri sera alla Camera dei Deputati, il seminario promosso dal Gruppo Interparlamentare per lo Sviluppo della Montagna sul ruolo e le prospettive della MacroRegione Alpina.

 
Dopo i saluti iniziali del Presidente on.le Borghi, ha preso la parola il vicepresidente e membro del Gruppo per le Autonomie, sen. Panizza per la relazione introduttiva.
 
Panizza ha evidenziato come "la macroregione alpina rappresenta una grande opportunità per l'ottimizzazione delle risorse, per produrre politiche importanti sui terreni dello sviluppo, della mobilità, dell'ambiente, per favorire anche rapporti di cooperazione tra paesi e organi di governo diversi".
 
Panizza ha poi ricordato come il Trentino sia avanti rispetto a questo processo, sottolineando come i fondi europei per il periodo 2014-2020 siano stati in qualche modo legati al raggiungimento di 2 dei 3 obiettivi-chiave che la Macroregione si pone: il primo "Developing Alps" si dà come obiettivo quello di mantenere alta la qualità della vita e la produttività promuovendo innovazione e utilizzo, in ambito commerciale, dei risultati della ricerca e del trasferimento tecnologico.
 
Il secondo, il "Protecting Alps", punta a preservare e promuovere l'immenso patrimonio naturale dell'area, anche in una logica d'accresciuta responsabilizzazione delle future generazioni.
 
"Tuttavia – ha insistito Panizza – sulla Macroregione Alpina resta una contraddizione che va sciolta quanto prima. Oggi la Macroregione alpina rischia di non avere al centro della propria attenzione proprio le Alpi, proprio la montagna. Questo perché una parte delle regioni che la costituiscono sono solo in parte di natura montuosa come la Baviera o la Lombardia, che sono anche le più popolose. Il rischio, espresso anche nei documenti strategici dell'Eusalp, è quello dello sbilanciamento territoriale, con una sottorappresentazione delle istanze e dei bisogni della montagna".
 
Panizza ha ricordato come "la montagna è stata cenerentola d'Europa ed oggi necessiti di un'attenzione specifica per evitare lo spopolamento e fare in modo che tutte le sue potenzialità dal punto di vista ambientale, culturale, economico vengano sfruttate appieno. Per questo sarebbe importante che nella Governance della Macroregione venga individuata la figura di un Alto Commissario che eviti proprio questo sbilanciamento".
 
Nel suo intervento il senatore ha tenuto a ricordare la risoluzione approvata un mese fa alla Camera dei Deputati e condivisa dal gruppo interparlamentare per lo Sviluppo della Montagna, con la quale si impegna il Governo in una direzione strategica piuttosto precisa rispetto alla MacroRegione Alpina.
 
"Da evidenziare, soprattutto, che nella risoluzione si sottolinea la necessità di una politica della e per la montagna, per evitare lo spopolamento e per non disperdere le straordinario patrimonio di valori – in termini economici, ambientali, culturali – di cui la montagna è portatrice".
 
Risoluzione che è stata illustrata nei suoi dettagli dalla proponente, l'on. Marina Berlinghieri, a cui è seguito l'intervento del dott. Michele D'Ercole per la relazione tecnica e quelli dei Senatori del Gruppo per le Autonomie, Berger e Laniece.
 
L'incontro si è concluso con la decisione, condivisa da tutti i partecipanti, di inviare una lettera al sottosegretario Delrio e al Ministro Galletti, una al Ministro Lanzetta e un'altra a Federica Mogherini per illustrare le problematiche emerse durante l'incontro e con la richiesta di un coinvolgimento attivo del Gruppo Interparlamentare per lo Sviluppo della Montagna nella fase di costruzione della Macroregione Alpina.
 
Gli incontri serviranno soprattutto per capire il modello di Governance, in relazione alle esigenze della montagna, e della gestione delle risorse.
 
]]>

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Offerte lavoro4 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento1 settimana fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Arrivano i saldi invernali: ecco quando inizieranno

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza