Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

La storia secondo Putin: Stalin non sbagliò ad allearsi con Hitler

Chi controlla il passato controlla il futuro. Chi controlla il presente controlla il passato”, così George Orwell nel suo romanzo “1984”. Una lezione che il presidente russo Vladimir Putin sembra aver assimilato bene.

Pubblicato

-

Chi controlla il passato controlla il futuro. Chi controlla il presente controlla il passato”, così George Orwell nel suo romanzo “1984”. Una lezione che il presidente russo Vladimir Putin sembra aver assimilato bene.

In molti paesi, incluso il nostro, sono in atto evidenti tentativi di rieducare la società. Questo avviene anche attraverso la manipolazione della storia”, ha affermato il presidente russo in un incontro con ricercatori e insegnanti di storia il 5 novembre.

Ed è proprio per evitare che questo accada che abbiamo bisogno di persone come voi, esperti, che non solo informano in maniera oggettiva sugli eventi del passato, ma ne offrono anche un’interpretazione”.

Pubblicità
Pubblicità

Durante l’incontro, Putin ha, tra le altre cose, invitato gli storici a concentrare i loro studi sulle dinamiche che hanno portato allo scoppio della seconda guerra mondiale. E non ha mancato di offrire il suo personalissimo punto di vista sul patto Molotov-Ribbentrop, il trattato di non aggressione del 1939, con cui nazisti e sovietici si spartirono segretamente la Polonia.

Sono Francia e Gran Bretagna a doversi rimproverare per l’aggressione di Hitler all’Europa, non la Russia. A tal riguardo, Putin ha fatto notare come gli storici occidentali tendano a sorvolare sulle conseguenze dell’Accordo di Monaco, con cui Francia e Gran Bretagna riconobbero l’occupazione del territorio cecoslovacco dei Sudeti da parte di Hitler nel 1938.

Lo “storico” Putin identifica in questo compromesso con la Germania nazista l’errore fondamentale che portò allo scoppio del conflitto mondiale. Ma usa un metro completamente diverso per valutare un altro compromesso che segnò indelebilmente quegli anni, e cioè, il patto Molotov-Ribbentrop.

Pubblicità
Pubblicità

Uno sforzo di ricerca rigoroso deve far emergere come la politica estera di quel tempo fosse dominata da questo tipo di accordi”, afferma il presidente russo, aggiungendo: “L’Unione Sovietica firmò un patto di non aggressione con la Germania. L’opinione pubblica solitamente storce il naso, bollando questa scelta come ‘sbagliata’. Ma cosa c’era di davvero sbagliato nella decisione sovietica di non combattere?

Il patto Molotov-Ribbentrop non sanciva però solo una temporanea quanto precaria pace tra Germania nazista e Unione Sovietica. Il trattato era infatti era corredato da una serie di protocolli segreti con cui nazisti e comunisti si accordavano a spartirsi in sfere d’influenza Finlandia, Estonia, Lituania, Lettonia, Romania e Polonia. Il Cremlino ha negato fino al 1989 l’esistenza di questi documenti.

Documenti che hanno legittimato alcune delle pagine più buie della storia del ventesimo secolo: più di 20.000 polacchi vennero sommariamente giustiziati dalla polizia segreta sovietica nel massacro di Katyn del 1940. Per non parlare della campagna di pulizia etnica nazista, che portò alla morte di 3 milioni di ebrei solo in Polonia.

Ma Putin sembra aver rimesso in dubbio il contenuto stesso di questi protocolli, dicendo: “la gente ancora discute sul patto Molotov-Ribbentrop e accusa l’Unione Sovietica di aver diviso la Polonia… Ma che vogliamo dire della Polonia? Cosa fece quando i tedeschi invasero la Cecoslovacchia? La Polonia prese una parte della Cecoslovacchia per sé”, e conclude ridendo: “E ha ricevuto in cambio lo stesso trattamento”.

Le dichiarazioni di mercoledì hanno suscitato sgomento nei paesi dell’Europa orientale. In tal senso, sono sempre di più coloro che mettono in guardia rispetto all’uso strumentale che Putin sta facendo della storia per consolidare il suo regime autoritario.

E non solo. Un diplomatico occidentale, intervistato dal Financial Times, ha fatto notare come le affermazioni revisioniste di Putin non facciano altro che aumentare le perplessità riguardo alla sua volontà di rispettare l’attuale configurazione dell’Europa orientale. “Il protocollo segreto [al patto Molotov-Ribbentrop] definiva i territori degli stati confinanti che sarebbero stati sotto l’influenza sovietica o tedesca… Putin sembra affermare che quella spartizione era accettabile nel contesto storico in cui è avvenuta”.

E nel contesto attuale? La riterrebbe ancora accettabile?

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza