Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Radio France: quello che abbiamo rischiato di perdere nell’incendio

Le nere colonne di fumo salivano al cielo e la Marianne già si strappava i capelli: da mesi oggetto di restauro, il più grande edificio di Francia ha rischiato il 31 ottobre di finire in cenere, a partire dall’ottavo piano e scendendo sino alle fondamenta delle radiofonia francese.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Le nere colonne di fumo salivano al cielo e la Marianne già si strappava i capelli: da mesi oggetto di restauro, il più grande edificio di Francia ha rischiato il 31 ottobre di finire in cenere, a partire dall’ottavo piano e scendendo sino alle fondamenta delle radiofonia francese.

La Maison de Radio France bruciava. Nessun morto, nessun ferito, le fiamme sedate, la Marianne che si ricompone il décolleté. Un brutto scherzo di Halloween? Uno smacco per il centro di Parigi e per una costruzione che aveva appena finito di brindare al cinquantenario (forse si erano dimenticati di spegnere qualche candelina).

Un rischio per il simbolo della francofonia nel mondo. Ora che i riflettori si sono spenti e l’attenzione è tornata ad ignorare quel bellissimo mezzo che è la radio, insomma, ora che le fiamme non sono che un blando ricordo nel cielo di Francia, vale la pena ripuntare i riflettori su quello che abbiamo rischiato di perdere.

Pubblicità
Pubblicità

Anche se non a tutti fa piacere e forse proprio per questo tendiamo a dimenticarcene, il francese era la lingua numero uno di quell’arte eccelsa e per eccellenza ambigua che è la diplomazia. Nonostante questo primato non gli appartenga più e il podio venga condiviso con la lingua d’Albione (anche se pare l’ago della bilancia sia in mani teutoniche), il francese resta una lingua bella, una lingua utile; e chi la vuole imparare è costretto prima o poi a mettersi le cuffie e a passare da Radio France.

Radio France rappresenta il primo gruppo radiofonico francese e conta ben sette canali diversi (France Inter, France Info, France Culture, France Musique, Fip e Le Mouv’), cui vanno aggiunte 44 stazioni locali raggruppate sotto l’etichetta France Bleu. Aggiungiamo quattro formazioni musicali per non farci mancare niente.  Media mensile dei clic sui suoi siti: 3,3 milioni (2013); numero complessivo di ascoltatori: 13,5 milioni (sempre nel 2013) e a noi interessano perché il 23,1% di questa cifra da capogiro si sintonizza da fuori l’Esagono.

Tra le sue stazioni, un peso particolare gioca France Inter: la veterana del gruppo, definita “vaisseau amiral de Radio France” inizia a bucare l’etere nel lontano 1963 e si conferma oggi come “la radio generalista per eccellenza”. Radio France ben si sintonizza infatti sulle corde di chi crede nella missione educatrice e sociale del mezzo radiofonico, con un tocco très chic di diffusione della francofonia nel mondo.

Pubblicità
Pubblicità

Per non parlare del suo nuovo Président-Directeur général: care lettrici, date un occhio alla foto di Mathieu Gallet e ditemi se non vi viene improvvisamente voglia di divenire ascoltatrici assidue anche solo per riflesso. O quantomeno se i suoi 37 anni non vi fanno riflettere sulla fallacità del binomio direzionegenerale-geriatria.

Scampato il pericolo, si può tirare un bel sospiro di sollievo, il che non equivale propriamente a dormire sonni tranquilli: bisognerà fare attenzione a non cadere nel buco nero del deficit; con il calo dei contributi pubblici e la diminuzione del giro di sponsor, Radio France oltre che verificare il sistema degli estintori, dovrà fare un po’ più attenzione anche al proprio conto in banca.

Visti i presupposti, vale la pena porsi qualche domanda: il bel Mathieu ha ritrovato la tranquillità o continua a sentire puzza di bruciato? Le fiamme sono state spente con le lacrime dei contribuenti? Gliene importa qualcosa al buon Hollande? Cosa ne avrebbe pensato De Gaulle? La Marianne sarà tornata in cucina chiedendosi: “Tutto fumo e niente arrosto?

Orgoglio nazionale e scherzi a parte: Radio France non brucia più, la francofonia è salva e sette tra le stazioni radiofoniche più interessanti sul mercato sono sopravvissute al falò delle vanità. Cara Radio France, che arrivi a gennaio l’abbiamo capito, allora in questi tempi di crisi non solo per la lingua francese, in vista del tuo quarantesimo compleanno avremmo tutti una richiesta: la prossima volta, spegnile tutte le candeline!

A cura di Sandra Simonetti – 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Alto Garda e Ledro25 minuti fa

Varone: ecco le istruzioni sulla nuova viabilità

economia e finanza25 minuti fa

Assicurazioni on line moto: ricerche in aumento sui portali comparatori

Trento2 ore fa

S.P. 90 “Destra Adige” – II° tronco, chiusura temporanea in località Ravina

Italia ed estero10 ore fa

Auto si schianta contro il muro, si ribalta e prende fuoco: due morti e due feriti gravi

economia e finanza11 ore fa

Pensplan: oltre 280 mila posizioni presso i fondi pensione istituiti in Regione

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Studenti qualificati e diplomati all’UPT di Cles: ecco l’elenco

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Pellizzano vince il Bando borghi del Pnrr puntando sulla frazione di Termenago

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Carenza idrica, Andalo fa la sua parte

Giudicarie e Rendena12 ore fa

Ponte dei Servi: finisce a terra con la moto, 56 enne finisce in ospedale

Vita & Famiglia13 ore fa

Usa. Storica decisione contro sentenza sull’aborto. Pro Vita: «ora tocca all’Italia»

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Sorpasso suicida nella galleria di Taio – IL VIDEO

Telescopio Universitario14 ore fa

UniTrento – Pnrr, 50 milioni all’Università di Trento

Bolzano14 ore fa

Alto Adige, ritrovato il corpo senza vita dell’escursionista disperso a Racines: precipitato a Malga Calice a 1.500 m slm

Trento14 ore fa

Coronavirus: nessun decesso oggi in Trentino, 33 i pazienti ricoverati

Spettacolo15 ore fa

Con Jurassic World – Il dominio si chiude una saga durata quasi 30 anni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Frana il terreno vicino a Malga Andalo – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

I 12 giorni di Vasco Rossi all’Hotel Solea di Fai della Paganella: «Persona di livello umano altissimo»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Telescopio Universitario4 settimane fa

In 440 oggi alla cerimonia di laurea, il rettore: «Scommetto su di voi»

Telescopio Universitario4 settimane fa

All’Università di Trento il fondo Feierabend sull’arte italiana del ‘900

Arte e Cultura4 settimane fa

Mario Giordano in Trentino con i «Tromboni. Tutte le bugie di chi ha sempre la verità in tasca»

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento2 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza