Connect with us
Pubblicità

Trento

Il linguaggio e la rappresentazione del ruolo della donna

Qualche giorno fa, la Commissione Pari Opportunità della Provincia di Trento ha organizzato una tavola rotonda, con alcuni giornalisti, sul tema della comunicazione di genere. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Qualche giorno fa, la Commissione Pari Opportunità della Provincia di Trento ha organizzato una tavola rotonda, con alcuni giornalisti, sul tema della comunicazione di genere. 

L'argomento è stato affrontato, a più riprese, nel corso degli ultimi decenni e già nel 1987, uno studio, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, aveva messo in evidenza come la figura femminile viene spesso svilita dall'uso di un linguaggio stereotipato che ne dà un'immagine negativa, o quantomeno subalterna rispetto all'uomo.

Nel 1993, l'allora Ministro, Sabino Cassese, nel "Codice di stile delle comunicazioni scritte ad uso delle pubblica amministrazione", affermava che, "in Italiano, il genere grammaticale maschile sia considerato il genere non marcato, cioè valido per entrambi i sessi, può comportare sul piano sociale un forte effetto di esclusione e di rafforzamento di stereotipi. Quando si afferma, come spesso succede, che il femminile di un titolo professionale prestigioso "suona male" non si fa su base linguistica ma per un soggiacente stereotipo e pregiudizio culturale."

Pubblicità
Pubblicità

Forti richiami a rivedere questa tradizione androcentrica sono arrivati da diversi settori della società, dall'Accademia della Crusca e dalle istituzioni di molti paesi europei.

Le resistenze ad adattare il linguaggio alla nuova realtà sociale sono ancora forti e così, per esempio, donne ormai diventate professioniste acclamate e prestigiose, salite ai posti più alti delle gerarchie politiche e istituzionali, vengono definite con titoli di genere maschile.

Un uso più consapevole della lingua contribuisce a una più adeguata rappresentazione pubblica del ruolo della donna e a una sua effettiva presenza nella società e a realizzare quel salto di qualità nel modo di vedere la donna che anche la politica chiede oggi alla società italiana.

Pubblicità
Pubblicità

Il linguaggio è uno strumento indispensabile per attuare quel processo di riconoscimento pieno del ruolo della donna nella società moderna. La grammatica è molto condizionata dall'uso reale. Una norma grammaticale perde ogni significato se la comunità dei parlanti cessa di considerarla vincolante o almeno propria dell'uso più prestigioso.

Inoltre, il genere non è soltanto una categoria grammaticale che regola fatti puramente meccanici di concordanza, ma è al contrario una categoria semantica che manifesta entro la lingua un profondo simbolismo.

Spesso l'utilizzo di un linguaggio "politicamente corretto" per quanto riguarda il genere incontra ancora oggi una facile ironia, alimentata dal fatto che molte donne avvertono come limitativa la femminilizzazione coatta del nome professionale, riconoscendosi piuttosto in una funzione è in una condizione in quanto tale, a prescindere dal sesso di chi la esercita.

Solo per esemplificare, rammento quando Irene Pivetti, Presidente della Camera, si firmava "Il Presidente" oppure, quando Stefania Prestigiacomo nella sua qualità di Ministra rifiutava la femminilizzazione del termine e purtroppo gli esempi sono molti e molto attuali.

I sostenitori dell'invarianza e invariabilità della grammatica adducono come giustificazione l'incertezza grammaticale di fronte all'uso di forme femminili nuove rispetto a quelli tradizionali maschili ( ad es. ingegnere che si può, invece, correttamente, dire ingegnera oppure chirurgo, che può tradursi in chirurga ), o la convinzione che la forma maschile possa essere usata tranquillamente anche in riferimento alle donne.

Ma questo non è vero, perché maestra, infermiera, modella, cuoca, nuotatrice…non suscitano alcuna obiezione: anzi! Le resistenze all'uso del genere grammaticale femminile per molti titoli professionali e ruoli istituzionali ricoperti da donne sembrano poggiare sulle ragioni di tipo linguistico, ma in realtà sono di tipo culturale: mentre le ragioni di chi lo sostiene sono apertamente culturali e, al tempo stesso, fondamentalmente linguistiche.

Ma ancora, in italiano e in tutte le lingue che distinguono morfologicamente il genere grammaticale maschile e quello femminile la donna risulta spesso "nascosta" dentro il genere grammaticale maschile che viene usato in riferimento a donne e uomini ( gli spettatori, i cittadini…)

Infine tornando al Convegno stupisce che, da parte di chi si definisce giornalista e direttore di una testata on line, esista ancora tanta ignoranza e tanta supponenza, tanto da arrivare a commentare il tema trattato nella tavola rotonda, confondendo il linguaggio al femminile con la femminilità oppure di vantarsi di aver intervistato una soldatessa arruolata nel "Genio militare" di stanza in Libano e di aver rivolto "a una BELLA ragazza italiana" la seguente domanda:"Noi facciamo servizi fotografici alle candidate a Miss Italia e alle nostre soldatesse che rischiano la vita. Sai dirmi qual è la differenza?" "Non ci sono differenze siamo donne entrambe" Commento del direttore: "risposta fantastica. Da donna appunto."

Mi chiedo si è mai letta un'intervista ad un soldato e nel presentarlo lo si definisce BELLO? Ma ancora, siamo certi che sia positivo veicolare il messaggio che pensare di essere premiate per una dote naturale, qual è appunto la bellezza, valga quanto essere assunte od arruolate per le proprie capacità, per lo studio o per l'impegno?

Margherita Cogo

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento42 minuti fa

Patrimonializzazione delle imprese trentine: scadenza prorogata al 31 agosto

Trento45 minuti fa

“Trentino DataMine”, il centro dati green nelle celle di dolomia

Trento51 minuti fa

Fulmine colpisce una pianta sul doss Trento, Ianeselli: «Vivi per miracolo». Tre feriti

Rovereto e Vallagarina1 ora fa

Al via la 25esima edizione di Ala Città di Velluto

Italia ed estero1 ora fa

Gas, Germania alza il livello di allerta: ridurre l’utilizzo d’estate per riempire i depositi

Trento2 ore fa

Lago di Garda, maltempo: due famiglie irlandesi salvate dalla guardia costiera

Alto Garda e Ledro2 ore fa

Varone: ecco le istruzioni sulla nuova viabilità

economia e finanza2 ore fa

Assicurazioni on line moto: ricerche in aumento sui portali comparatori

Trento3 ore fa

S.P. 90 “Destra Adige” – II° tronco, chiusura temporanea in località Ravina

Italia ed estero12 ore fa

Auto si schianta contro il muro, si ribalta e prende fuoco: due morti e due feriti gravi

economia e finanza12 ore fa

Pensplan: oltre 280 mila posizioni presso i fondi pensione istituiti in Regione

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Studenti qualificati e diplomati all’UPT di Cles: ecco l’elenco

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Pellizzano vince il Bando borghi del Pnrr puntando sulla frazione di Termenago

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Carenza idrica, Andalo fa la sua parte

Giudicarie e Rendena14 ore fa

Ponte dei Servi: finisce a terra con la moto, 56 enne finisce in ospedale

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Frana il terreno vicino a Malga Andalo – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

I 12 giorni di Vasco Rossi all’Hotel Solea di Fai della Paganella: «Persona di livello umano altissimo»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Telescopio Universitario4 settimane fa

In 440 oggi alla cerimonia di laurea, il rettore: «Scommetto su di voi»

Telescopio Universitario4 settimane fa

All’Università di Trento il fondo Feierabend sull’arte italiana del ‘900

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento2 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza