Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Quattro chiacchiere con l’artista: Robert Gschwantner

Chiacchierare con un artista? Nei miei vari anni di studi questo è sempre stato un motivo di curiosità con i vari colleghi. Quanto sarebbe stato bello rivolgere qualche domanda a tutti coloro che hanno fatto parte della storia dell'arte, per capire cosa muoveva la loro mente e la loro mano nell'ideare ed eseguire le loro opere? 

Pubblicato

-

Chiacchierare con un artista? Nei miei vari anni di studi questo è sempre stato un motivo di curiosità con i vari colleghi. Quanto sarebbe stato bello rivolgere qualche domanda a tutti coloro che hanno fatto parte della storia dell'arte, per capire cosa muoveva la loro mente e la loro mano nell'ideare ed eseguire le loro opere? 

Beh, l'occasione per vivere questa meravigliosa esperienza è sorprendentemente comparsa, ed eccomi qui con Robert Gschwantner (le cui opere sono attualmente in mostra alla Paolo Maria Deanesi Gallery – Trento, via Ss. Trinità, 12), che si è gentilmente prestato a condividere qualcosa di sé con me e con voi.

Pubblicità
Pubblicità

Innanzitutto qualche informazione importante: Robert Gschwantner nasce a Steyr, in Austria, nel 1968, e le sue opere sono attualmente conservate in spazi espositivi sia pubblici che privati sparsi in diversi punti dell'Italia, dell'Europa e del mondo (Rovereto, Napoli, Berlino, Madrid, Salisburgo, fino a Sydney e altro ancora). La mostra attualmente presente a Trento, ad esempio, non è altro che la prima parte di un progetto a tema che si completa con una mostra complementare in Austria, a Vienna.

La sua arte trova fondamento in una costante ricerca sul rapporto complesso tra uomo e natura, esprimendosi soprattutto attraverso l'elemento dell'acqua (a volte inquinata, ma non necessariamente – non sempre questo rappporto ha risvolti negativi), la quale diventa realmente parte delle sue opere in quanto inserita in tubicini in pvc che ne sono divenuti un po' la firma.

Pubblicità
Pubblicità

Nel caso della mostra attuale il tema centrale è una minuscola isola situata nei Paesi Bassi, nel mare interno, l'Ijsselmeer, che prende il nome di Ijsseloog, ovvero “occhio del Ijssel”.
 
Questo luogo, all'apparenza quasi paradisiaco, è in realtà un punto di scarico per i detriti tossici raccolti dai fiumi che vengono qui raccolti. L'artista racconta quindi la storia vera di questo luogo, narrandola sotto la forma di delicati e magnetici intrecci di tubicini, e colori a volte sgargianti.

Ma credo di aver parlato a sufficienza, quindi ora mi rivolgo direttamente al nostro protagonista, che si presta a farci entrare, per un po', nel suo mondo.

Robert, da dove origina la tua passione per l'arte?

«Tutto ciò che mi ha portato in passato ad un lavoro" diciamo" riconosciuto per la società mi hanno sempre allontanato da me, solo nell'arte il bisogno di andare oltre me mi ha riportato ad una società primordiale che mi ha riavvicinato a me, ma ce voluto del tempo per capirlo».

Chi sinora ha scritto su di te indica come tema principale del tuo lavoro l'acqua, affiancato dal rapporto conflittuale fra uomo e natura/ambiente. Sei d'accordo? Tu come ti descrivi?

«L´acqua é solo uno degli elementi del mio lavoro, ma non é l´elemento principale. Ho scelto un materiale che non si potesse plasmare, mettere in forma per creare delle possibili nuove forme.

Quindi credo di potere dire che l'elemento principale del mio lavoro é "il liquido", i liquidi creati dalla natura ma anche i liquidi creati dal´uomo, spesso anche nelle sostanze solidi vi é una enorme presenza di liquido che ha subito mutazioni e che quindi ha una storia.

Il materiale che spesso viene preso da luoghi  o paesaggi ha quasi una funzione di reliquia, racconta molto del´uomo e della natura nel tempo passato e presente, e spesso é anche profezia di ciò che accadrà a quel paesaggio nel suo prossimo futuro».

E i tuoi famosi tubicini? Dove ti è venuta un'idea così particolare?

«I materiale dei grandi negozi di bricolage spesso sono fonte infinita di ispirazione. I tubicini in PVC comunque sono dei piccoli canali in cui il liquido percorre un letto artificiale creato dal´uomo e nello stesso tempo la loro plasticità permette di creare delle tessiture liquide».

La tua mostra “Eye – Land” presso la Deanesi Gallery sembra un altro esempio di questo intreccio fra i progetti umani e l'ambiente naturale. Puoi dirci qualcosa in merito?

«La mostra che si può vedere alla galleria Deanesi evidenzia il tema principale del mio lavoro, dove l´estetica prende il sopravvento sul´orrore. Tema portante di quasi tutti i miei lavori. Creare bellezza attraverso materiale altamente inquinante, ricreare nuovi paesaggi partendo da reali paesaggi naturali che per motivi di inquinamento o per mano diretta del´uomo hanno subito dei mutamenti. Penso di poter dire che mi piace creare paesaggi in movimento, che possono col tempo subire anche delle mutazione, questa é la bellezza e la scommessa di lavorare con un materiale vivo come "il liquido"». 

Per concludere.. Qualche piccola anticipazione sui tuoi prossimi progetti?

«Mi piacerebbe lavorare sul´acqua e il suo movimento, ma non il movimento deciso da un letto naturale, il movimento potente e violento del´acqua che precipita, come quello delle cascate. A questo aggiungere un´alterazione che permette al uomo di decidere se l´acqua deve precipitare o no». 

Con queste ultime accattivanti rivelazioni mi congedo dal gentilissimo Robert, con un sentito grazie a lui per la sua cortesia ed un invito caloroso a tutti i lettori a conoscere un po' meglio le opere di questo giovane e originalissimo artista.

Michela Taufer

iconografiainpillole@gmail.com

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Spotify crea playlist personalizzate per i propri animali domestici: l’obiettivo è alleviare stress e ansia
    A casa durante le pulizie o sotto la doccia, in palestra mentre ci si allena e si fatica, ed in macchina alla radio con i brani preferiti: la musica sembra accompagnare e addolcire da sempre le giornate, diventando spesso colonna sonora di momenti importanti ed indimenticabili della nostra vita. In molti casi, le canzoni a […]
  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]

Categorie

di tendenza