Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Le partite dell’odio

Ormai da decenni siamo abituati ad assistere a manifestazioni di violenza in occasione di partite di calcio

Pubblicato

-

Ormai da decenni siamo abituati ad assistere a manifestazioni di violenza in occasione di partite di calcio

Lo stadio, in quei frangenti, si rivela essere un calderone in cui ribollono rabbia, ignoranza e malessere sociale e diventa uno sfiatatoio di violenza, estraneo ai principi dello stato di diritto vigenti nel resto della società civile.

Gli scontri di ieri esplosi a Belgrado durante la partita Serbia-Albania dovrebbero preoccupare l'opinione pubblica europea, perché non rientrano nella logica classicadella violenza da stadio, ma riportano invece alla mente ricordi orribili del nostro recente passato.

Pubblicità
Pubblicità

La partita, valida per la qualificazione agli Europei del 2016, è stata interrotta prima da una pioggia di fumogeni e poi da un drone che, con una bandiera della Grande Albania, è atterrato sul campo di gioco. Si è trattato certamente di una provocazione, ma a cui i tifosi ed i giocatori non hanno reagito per niente bene.

Il difensore serbo Mitrovic ha infatti strappato la bandiera, gesto che ha provocato la reazione degli albanesi. La situazione è poi degenerata in una rissa violentissima tra i calciatori, di fronte agli occhi allucinati della terna arbitrale e degli allenatori. Di fronte a tutto ciò, il direttore di gara Atkinson non ha potuto fare altro che sospendere la partita e mandare tutti negli spogliatoi.

Questo avvenimento dovrebbe destare in tutti notevole preoccupazione.

Riemergono infatti alla memoria gli scontri avvenuti il 13 maggio 1990 in occasione della partita tra Dinamo Zagabria e Stella Rossa Belgrado. In quella circostanza la tensione politica all'interno della Jugoslavia esplose in una vera e propria guerriglia nelle strade tra croati e serbi. Con il senno di poi, quegli avvenimenti furono un'anticipazione delle tragedie che insanguinarono i Balcani negli anni Novanta.

Fortunatamente ieri non sono avvenuti scontri di quella portata, soprattutto grazie al divieto di assistere alla gara imposto dalle autorità di Belgrado ai tifosi albanesi (disposizione che peraltro verrà adottata anche per la gara di ritorno in Albania nei confronti dei sostenitori della Serbia).

Di fronte alle immagini di ieri sera, tuttavia, ci dovremmo interrogare se anche queste possano suggerire l'evoluzione delle tensioni persistenti tra Serbia ed Albania.

Quest'ultima infatti ha contenziosi territoriali aperti con tutti i Paesi confinanti. Rivendica o sostiene l'indipendenza di alcune aree a forte presenza albanese sotto la sovranità serba, montenegrina, macedone e greca.

La Serbia invece, frustrata dalla propria posizione marginale sullo scacchiere internazionale, si oppone irremovibilmente a queste pretese.

Un muro contro muro che fino ad oggi sembrerebbe essere stato congelato e contenuto dalla comunità internazionale, ma che in profondità non accenna a smussarsi, come dimostra d'altronde lo stallo sulla questione dell'indipendenza del Kosovo.

Nel frattempo, anche a causa della precaria situazione economica dell'intera regione balcanica, i movimenti nazionalisti recuperano nuovamente consensi e ripropongono il tipico messaggio d'odio verso il diverso.

Consapevoli dei sanguinosi avvenimenti del passato, non si può rimanere impassibili di fronte a certi segnali d'allarme, rischiando di diventare complici di chi oggi soffia sul fuoco.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Spotify crea playlist personalizzate per i propri animali domestici: l’obiettivo è alleviare stress e ansia
    A casa durante le pulizie o sotto la doccia, in palestra mentre ci si allena e si fatica, ed in macchina alla radio con i brani preferiti: la musica sembra accompagnare e addolcire da sempre le giornate, diventando spesso colonna sonora di momenti importanti ed indimenticabili della nostra vita. In molti casi, le canzoni a […]
  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]

Categorie

di tendenza