Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

La rivoluzione degli ombrelli: Hong Kong sembra sempre più Tienanmen

Pechino, 4 giugno 1989: il governo cinese reprime nel sangue le proteste di piazza Tienanmen. Hong Kong, 27-29 settembre 2014: le forze di polizia fronteggiano con gas lacrimogeni e manganellate folle di studenti che protestano in nome della democrazia. E che resistono armati di soli ombrelli.

Pubblicato

-

Pechino, 4 giugno 1989: il governo cinese reprime nel sangue le proteste di piazza Tienanmen. Hong Kong, 27-29 settembre 2014: le forze di polizia fronteggiano con gas lacrimogeni e manganellate folle di studenti che protestano in nome della democrazia. E che resistono armati di soli ombrelli.

Le notizie che giungono da Hong Kong sono sconcertanti: la stampa ufficiale cinese riporta che il governo sarebbe pronto a inviare la Polizia armata del popolo per sedare la rivolta e alcuni osservatori prevedono che la prossima mossa potrebbe essere l’introduzione della legge marziale.

Dopo i duri scontri del fine settimana, il faccia a faccia tra polizia e dimostranti è andato avanti per tutta la giornata di lunedì. Tra sabato e domenica sono stati almeno 60.000 gli abitanti di Hong Kong che hanno sfidato i gas lacrimogeni e le manganellate per unirsi agli studenti che protestavano perché si potessero tenere finalmente elezioni democratiche.

Pubblicità
Pubblicità

La settimana è cominciata con la scelta degli studenti continuare a disertare le lezioni. Pare che anche gli insegnanti siano pronti a unirsi alla protesta. Si parla già di sciopero generale. Sicuramente, alcune scuole rimarranno chiuse per almeno qualche giorno. Nel frattempo, molte aziende dicono ai loro lavoratori di restare a casa.

Ma come ha fatto Pechino a perdere il controllo della situazione in maniera così repentina? La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la decisione del governo di revocare quanto aveva precedentemente promesso ai cittadini di Hong Kong, una delle due regioni amministrative cinesi a statuto speciale della Repubblica popolare cinese.

Il 31 agosto il governo centrale ha infatti annunciato che nel 2017 non ci saranno elezioni libere, come era stato invece ventilato negli anni precedenti. Nonostante l’apertura all’introduzione del suffragio universale, Pechino ha deciso di restringere la competizione per la carica di governatore della città solo a quei candidati accuratamente selezionati dal Partito Comunista. Una beffa per la popolazione di Hong Kong, che attendeva con ansia l’agognata autonomia.

Pubblicità
Pubblicità

Di fronte all’inerzia della società civile, sono stati gli studenti a prendere in mano le redini della rivolta. All’inizio della scorsa settimana, gli studenti universitari prima, e gli studenti delle scuole superiori poi, hanno disertato le lezioni e si sono riversati nelle piazze del distretto denominato “Centrale”, il cuore finanziario della città. Il tutto senza l’autorizzazione della polizia.

La reazione sproporzionata delle forze di polizia in questo fine settimana non ha fatto poi altro che aumentare le simpatie per il movimento studentesco. Le immagini in diretta televisiva di poliziotti che aggredivano con gas lacrimogeni i contestatori disarmati hanno spinto i cittadini di Hong Kong a scendere nelle piazze al fianco dei loro figli e nipoti.

Le proteste a Hong Kong stanno facendo tremare i palazzi del potere che conta. Persino Xi Jinping, presidente della Repubblica popolare, rischia di rimanere travolto da questo terremoto. A tal riguardo, Arthur Waldron, professore all’Università della Pennsylvania, afferma che: “Se Xi fallisce ora, si gioca tutto il suo futuro”. E si gioca il futuro dell’intero sistema politico cinese.

Vista la posta in gioco, è prevedibile che il governo centrale si muova rapidamente. Circolano voci che l’Esercito Popolare di Liberazione si stia radunando a Shenzhen, poco a nord di Hong Kong.

È già ampiamente evidente che molte delle tattiche che Pechino sta usando contro i dissidenti sono le stesse che vennero usate nel 1989, durante le proteste di Piazza Tienanmen. Come allora, il governo centrale denuncia l’intervento di forze ostili straniere, che avrebbero architettato e manovrato la rivolta. Questo delirio è culminato con l’arresto del diciassettenne leader studentesco Joshua Wong, accusato di essere un fantoccio degli americani.

Per molti è ancora impensabile che l’esercito cinese entri in città. Ma in questo momento tutto è possibile, soprattutto se le proteste assumeranno un carattere anti-cinese. In tal senso, gli studenti già minacciano di non onorare la bandiera cinese quando verrà innalzata lunedì, e i dimostranti hanno già cominciato nel weekend a cantare slogan contro Pechino.

Se i disordini andranno avanti durante la settimana e la polizia di Hong Kong non riuscirà a ristabilire l’ordine, è probabile che Xi Jinping si senta obbligato a ricorrere alla forza.

E se la Cina toglierà la maschera, svelerà al mondo intero che dietro l’accomodante retorica della nazione alleata dei paesi emergenti, si svela un regime pronto a fare a pugni con la sua gente pur di mantenere l’ordine interno. Pugni di ferro in guanti di velluto.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza