Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Centro storico di Trento: off limits per i disabili

Se tre dei sei agenti preposti al controllo notturno delle strade del centro di Trento sono finiti all'ospedale nel primo giorno di servizio, allora la situazione è ancora più grave di quello che si possa immaginare. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Se tre dei sei agenti preposti al controllo notturno delle strade del centro di Trento sono finiti all'ospedale nel primo giorno di servizio, allora la situazione è ancora più grave di quello che si possa immaginare. 

Sanno bennissimo, infatti, i trentini che da mercoledì scorso la polizia locale ha esteso la propria azione di sorveglianza dalle 21:00 alle 03:00 con sei agenti. Lo scopo? Da un lato essere un deterrente per le azioni criminali – che, però, sia chiaro, avvengono anche di giorno -. Dall'altro, sanzionare coloro che infrangono le regole del decoro urbano e sociale.

Ma, come detto, tre agenti sono finiti all'ospedale dopo una collutazione con un ubriaco che andava in giro pedalando con la musica a tutto volume. Per di più, l'uomo aveva con sé un oggetto tagliente.

Pubblicità
Pubblicità

I poliziotti hanno cercato di fronteggiarlo e di disarmarlo per evitare guai peggiori e, alla fine, hanno sì raggiunto l'obiettivo ma hanno dovuto ricevere le cure del caso al Santa Chiara.

Episodio inquietante perché avvenuto nella prima notte in cui sono stati intensificati i controlli, che dà ancora di più la percezione di vivere in una città con un enorme deficit di sicurezza per i residenti, sopratutto quelli del centro storico/Portela.

Da disabile, poi, ho più paura per ovvi motivi. Per le mie condizioni, sarei più indifeso di fronte ai mascalzoni che circolano per le strade, dall'alba al tramonto. Come potrei, infatti, reagire? Come potrebbero reagire tutti quei disabili che circolano con la carrozzella elettrica o con la carrozzella manuale ?

Pubblicità
Pubblicità

Soluzioni? No, non sta a me oggi proporne qualcuna. Magari la presenza dei poliziotti locali contribuirà a rendere un po' più vivibile la città (anche perché, ad esempio, è stato multato un locale per avere emesso musica senza autorizzazioni e un altro per occupazione abusiva di suolo pubblico), anche se la strada da fare è tanta e ce ne vorrà di tempo per migliorare la percezione, oggi negativa, che i trentini hanno della vita notturna. 

Auspico "soltanto" che chi di competenza – amministrazione comunale e forze dell'ordine – facciano il possibile per garantire sicurezza ai cittadini, soprattutto a chi appartiene alle fasce più deboli, come i disabili. So dei tagli, della spending review e degli stipendi bloccati che ha colpito la Polizia.

Ma la sicurezza è una priorità, perché se viene meno, i danni non sono solo sociali ma anche economici, perché la gente, ad un certo orario, eviterebbe di starsene in giro e, ad esempio, di spendere nei locali pubblici.

Gian Piero Robbi – [email protected]

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento2 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena6 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza