Connect with us
Pubblicità

Trento

Approvazione ddl omofobia: niente accordo, ipotesi rinvio certa.

Il Consiglio provinciale per tutta la giornata domenicale si è riunito per discutere del disegno di legge di contrasto all'omofobia. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il Consiglio provinciale per tutta la giornata domenicale si è riunito per discutere del disegno di legge di contrasto all'omofobia. 
 
Siamo al quarto giorno e sono stati esaminati ad oggi solo 6 dei 16 ordini del giorno giudicati ammissibili. Se si dovessero esaminare i rimanenti ordini del giorno e i quasi 1500 emendamenti depositati dalle minoranze, non basterebbero tre mesi per licenziare il testo.
 
Muro contro muro tra minoranza e maggioranza: i tentativi di raggiungere un accordo, nella giornata di ieri e nella mattina di oggi, si sono risolti con un nulla di fatto. Del resto, non è facile trovare un punto d'incontro su questioni di principio e di valore come queste e gli interventi del mattino hanno messo ancor più in evidenza la distanza tra le due anime del consiglio provinciale sull'argomento.
 
Interruzioni, scontri verbali e nuove interruzioni alla ricerca di una mediazione, hanno caratterizzato la mattina. I lavori riprendono nel pomeriggio, senza che si sia registrata nessuna sostanziale novità che faccia pensare ad un'accelerazione o ad un cambio di rotta della discussione.
 
Alla fine dei lavori del pomeriggio Rodolfo Borga, Walter Viola, Giacomo Bezzi, Maurizio Fugatti, Nerio Giovanazzi, Claudio Civettini, Marino Simoni, Massimo Fasanelli hanno inviato un comunicato, in alcuni passaggi ironico, che aggrava ancora di più la situazione di stallo sul ddl. 
 
«Valutiamo positivamente la circostanza – inizia il comunicato – per cui Giunta e maggioranza, dopo aver per due anni trattato la questione esclusivamente con le associazioni promotrici del disegno di legge d’iniziativa popolare, si sia convinta dell’opportunità di dialogare con i gruppi consigliari che, fin dalla scorsa legislatura, hanno espresso netta contrarietà alla proposta legislativa oggi in discussione. 
 
La proposta della minoranza è di tornare in commissione legislativa, ma questo allungherebbe i tempi di approvazione di molti mesi: «Ciò premesso nel metodo, – continua la nota – attesa la delicatezza e la complessità dei temi trattati, proponiamo il ritorno in commissione legislativa, al fine di approfondire le proposte di modifica che ci sono state oggi presentate e di consentire anche a noi di presentare le nostre proposte migliorative del testo attualmente in discussione. In tal modo si potrebbe verificare la concreta possibilità di giungere ad un testo condiviso e contestualmente sbloccare i lavori d’aula». 
 
Qualora la maggioranza non fosse di questo avviso, intendiamo comunque approfondire la proposta che oggi ci è stata presentata e presentare a nostra volta, ora che la maggioranza sembra aver compreso l’opportunità di avviare un dialogo anche al di fuori dei soggetti che fino ad ora hanno contribuito alla redazione del testo legislativo, alcuni emendamenti. Considerata l’importanza valoriale e culturale dei temi di cui il disegno di legge si occupa, riteniamo da parte nostra doveroso consultare tutte le realtà con cui fino ad ora abbiamo collaborato, pur intendendo dare una risposta definitiva in tempi ragionevolmente brevi. 
 
Nel frattempo, se così ritiene la maggioranza, i lavori d’aula potranno proseguire secondo il loro normale svolgimento. Restano ferme ovviamente le valutazioni di carattere valoriale, culturale e giuridico che ci hanno determinato ad avversare fino ad ora tale proposta legislativa» – termina la nota dei consiglieri.
 
Appare ormai chiaro che qualsiasi sia la scelta della maggioranza l'eventuale approvazione slitterà al 2015 con il rischio che il ddl sia completamente svuotato delle linee originarie concordate con le associazioni. 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento2 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

fashion1 giorno fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Trento3 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

eventi2 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza