Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Isis:il califfato dello stupro

Le decapitazioni di giornalisti occidentali e i relativi video diffusi sul web sollecitano sgomento in tutta la comunità internazionale.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Le decapitazioni di giornalisti occidentali e i relativi video diffusi sul web sollecitano sgomento in tutta la comunità internazionale.

Ma esiste un altro barbaro crimine del quale i combattenti dell’ISIS si macchiano quotidianamente: lo stupro. L’umiliazione e l’abuso di donne, considerate razza inferiore, è una pratica atroce e disumana che, insieme alle altre, va ad aggiungersi alla brutalità dei metodi di questo regime.

L’ISIS si presenta come una organizzazione religiosa, orientata alla restaurazione del califfato e alla re-introduzione di norme comportamentali risalenti ai tempi di Maometto e dei suoi seguaci. Tuttavia, qui si tratta di stupro e non di tradizionalismo religioso. L’ISIS può giustificare le violenze sessuali con motivazioni religiose, affermando che le vittime avessero violato la legge islamica o fossero infedeli, ma i suoi leader non sono così ingenui da non considerare che questa è solo un’altra forma di guerra.

Pubblicità
Pubblicità

Le violenze sessuali sono commesse su vasta scala. L’ONU ritiene si tratti di almeno 1.500 vittime tra donne, bambine e bambini. I crimini perpetrati vanno dallo stupro, ai matrimoni forzati, alla schiavitù sessuale. Tali soprusi sono spesso utilizzati come sistema punitivo nei confronti della popolazione civile e ancor più come strategia del terrore e pratica intimidatoria.

In particolare, le donne appartenenti a minoranze religiose come gli yazidi o i cristiani assiri vengono rapite dai villaggi, rinchiuse in prigioni e messe davanti ad una tremenda scelta. Coloro che decidono di convertirsi all’Islam sono vendute ai combattenti dell’ISIS come spose, per un prezzo che varia dai 25 ai 150 dollari. Le prigioniere che invece rifiutano la conversione, sono quotidianamente stuprate e condannate ad una morte lenta e straziante.

La sorte delle donne musulmane non è certo più fortunata. Le notizie che giungono dalla Siria e dall’Iraq riportano la diffusione della pratica della mutilazione genitale femminile e di ricorrenti gravidanze frutto di stupri. Le donne rimaste incinte a seguito di stupri sono emarginate dalla comunità, e spesso divengono oggetto di delitti d’onore ad opera dei loro stessi familiari.

Pubblicità
Pubblicità

Tuttavia, né i governi, né le organizzazioni internazionali che operano sul territorio sembrano in grado di porre fine a questi crimini, limitandosi a condanne verbali delle atrocità che le vittime sono costrette a subire.

Sorge dunque spontaneo chiedersi come mai la commissione di questi orrendi crimini contro l’umanità non abbia in Occidente la stessa risonanza dei video di esecuzioni. Eppure, la campagna di violenza sessuale messa in atto dallo Stato Islamico avrà effetti duraturi e devastanti sulle vittime e sulle società di Iraq e Siria.

La brutalità di questo regime svela la sua ipocrisia nel professarsi un gruppo di guerrieri santi, artefici di un nuovo ordine mondiale fondato sui valori islamici. È su tale ipocrisia che gli altri stati dovrebbero far leva, al fine di privare l’ISIS del sostegno e dei consensi che riceve in Iraq e da parte suoi sostenitori all’estero.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Piana Rotaliana6 minuti fa

Carenza idrica, a Lavis fontane a secco e l’invito a un uso corretto e razionale dell’acqua

Trento1 ora fa

Firmato in Provincia il nuovo accordo per il lavoro agile con le organizzazioni

Trento1 ora fa

Prorogata fino a fine anno la misura «rimborsi visite specialistiche»

Bolzano2 ore fa

Caldaro, violento schianto auto-moto: muore un motociclista

Trento3 ore fa

Coronavirus, salgono a 50 i pazienti ricoverati nelle ultime 24 ore

Alto Garda e Ledro3 ore fa

Piante avvelenate: l’amministrazione di Riva del Garda ha sporto denuncia

Arte e Cultura3 ore fa

Al Museo di San Michele l’inaugurazione della mostra fotografica «La contemporaneità della tradizione. Sguardi sulle comunità cimbra, ladina e mòchena»

Giudicarie e Rendena3 ore fa

Villa Rendena, motociclista scivola sull’asfalto e finisce nella scarpata: elitrasportato al Santa Chiara

Politica4 ore fa

Sondaggio Mentana: continua l’ascesa di Fratelli d’Italia. Profondo rosso per il M5S

Trento4 ore fa

Il sindaco: “Il raid in piazza Duomo opera di una persona malata”

Politica4 ore fa

Il PATT chiude definitivamente alla Lega

Alto Garda e Ledro5 ore fa

Alto Garda: celebrato il 78° anniversario «Martiri del 28 giugno»

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Salasso in bolletta a Borgo d’Anaunia, il sindaco Graziadei precisa: «Dispiace, ma il regolamento parla chiaro e abbiamo dovuto applicarlo»

Trento7 ore fa

Trentino Sviluppo, il valore della produzione sale a 25 milioni di euro

Piana Rotaliana7 ore fa

Ha aperto i battenti ieri il 26°Congresso dell’Associazione italiana di Oceanologia e Limnologia

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica2 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Italia ed estero3 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza