Connect with us
Pubblicità

Trento

In morte di Diego, uomo complesso, uomo completo.

Mi mancherà l’amicoDa Diego potevo attingere indicazioni preziose dalle sue spesso sprezzanti prese di posizione.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Mi mancherà l’amicoDa Diego potevo attingere indicazioni preziose dalle sue spesso sprezzanti prese di posizione.

Non attingevo solo quello, Diego Mazzonelli era un maestro di vita, e quanto maestro sono innanzitutto i suoi figli a dimostrarlo, così come la sincera commozione di stamattina di un collega che lo ha avuto per cinque anni come professore.

Diego ha fatto irruzione nella mia vita, agli inizi di questo secolo, quando divenni presidente dell’associazione amici dell’arte contemporanea senza che sapessi nulla di arte in genere, e men che meno contemporanea.

Pubblicità
Pubblicità

Era un membro del direttivo, mi votò contro ogni logica, e istintivamente ci piacemmo al volo per vari ordini di motivi: ho sempre odiato studiare, lui era un professore, ho sempre amato il kaos, lui era un rigoroso uomo d’ordine, volevo fare la rivoluzione a pugni e lui a modo suo l’ha fatta usando il cervello.

Da allora ci vedemmo spesso nei nostri frequenti incontri con amici comuni che non chiacchieravano di cose crasse, volgari ma di come pensare, capire, apprendere il sublime invece di schifare il mondo.

Senza tirarsela, per sincera passione.

Pubblicità
Pubblicità

Diventammo amici e Diego, con l’espressione infastidita, quasi scocciata che lo contraddistingueva è riuscito ad aiutarmi a prendere la laurea, a farmi capire che arte non vuol dire casino, che la rivoluzione inizia dentro di noi perchè se non si muove nulla è meglio rimanere omologati.

Cosa che lui non era affatto.

Un giorno un amico gli chiese perché non era comunista, Diego rispose che era troppo povero per poterselo permettere.

Era così, tagliente come una lama, ma se gli parlavi dei figli era il padre più orgoglioso della terra.

Amava la vita nei suoi molteplici aspetti e come spesso accade ai pensatori era amareggiato dalle idiozie del mondo.

Il suo grosso handicap, l’incapacità di leccare il culo ai potenti, lo aveva spesso tagliato fuori da tante occasioni, quindi quello che è riuscito a donarci è per merito puro.

Lo aiutai nell’allestimento di una mostra al foyer del S.Chiara. Mi spiegò le sue opere una ad una con la premessa di non prenderlo per i fondelli perché sapeva che non era il mio genere e lo capiva benissimo, del resto i miei preferiti a lui facevano schifo, ma a differenza mia era in grado di dimostrarmi il perché. 

Ora un suo quadro campeggia nel mio salotto e mi verrebbe voglia di fare qualche rito sciamanico per riuscire a riportarne in vita l’autore e chiedergli ancora tante risposte a tanti dubbi, quelle risposte che erano un anticipo di twitter, poche parole, secche e precise, che ti facevano pensare, e la risposta la trovavi da solo.

E se non sapessi che lo sentirei ridere da dov’è, mi verrebbe voglia di accendergli un lumino. Inutile dilungarsi, non avrebbe gradito.

So solo che era un uomo complesso e completo e la sua morte renderà forse incompleti ma già migliori tanti uomini nuovi in una società che ha dovuto fare i conti con lui, spesso perdendo.

Mario Garavelli

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento1 settimana fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento2 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento2 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto: protesta per le urla alle Fucine, 72 enne massacrato dalla «Baby Gang»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Dopo il nubifragio a Riva del Garda spuntano le tartarughe – IL VIDEO

Trento5 giorni fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica6 giorni fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Io la penso così…3 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza