Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

Il Conte ancora all’inglese: Norvegia – Italia 0-2

Gli azzurri approdano a Oslo, la città della Norvegia (il cui nome significa Pascolo degli Dei), che con i suoi 600.000 abitanti è una delle capitali più minute d’Europa. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Gli azzurri approdano a Oslo, la città della Norvegia (il cui nome significa Pascolo degli Dei), che con i suoi 600.000 abitanti è una delle capitali più minute d’Europa. 

E’ la prima partita del gruppo H (15ª edizione) del Campionato Europeo di Francia 2016. L’Italia è stata inserita nel girone insieme alla già citata Norvegia, Croazia, Bulgaria, Azerbaigian e Malta.

Dopo l’amichevole contro l’Olanda, che ha sancito con una vittoria il debutto di Antonio Conte sulla panchina della nazionale, prendono il via le gare ufficiali con il trittico dei punti in palio. Una discreta partita quella giocata la scorsa settimana contro i tulipani al San Nicola di Bari.

Reazione d’orgoglio degli azzurri che dovevano cancellare l’indegna cacciata dal mondiale brasiliano. Gli orange non sono sembrati per nulla irreprensibili, ma al contrario un po’ svogliati e con la testa altrove. Orfani di due pedine importanti come Robben e Huntelaar.

Una brutta copia della compagine vista solo qualche mese nel Paese carioca, caratterizzata da intensità di gioco, velocità e ottimo fraseggio. In particolare la difesa di Guus Hiddink, navigato generale, non ha convinto, tagliata nel mezzo come il burro nell’azione che portava in goal Immobile e sul rigore decretato dal direttore di gara con annessa espulsione di Martins Indi, poi trasformato da De Rossi.

Gli scandinavi vengono invece dall’amichevole con i Tre Leoni di Roy Hodgson giocata a Londra nella cattedrale dello Wembley Stadium. Vittoria inglese (1-0) con gol su rigore del neocapitano Wayne Rooney. Nell’occasione la squadra del tecnico norvegese Mathias Hogmo è sembrata fisicamente in palla, diligente in fase difensiva, ma del tutto priva di cifra tecnica in mediana e nel reparto offensivo. Allo “Ullevaal Stadion” tutto esaurito (oltre 25.000 spettatori), Antonio Conte schiera il suo spartito migliore, cioè il 3-5-2.

Pubblicità
Pubblicità

Gigi Buffon tra i pali, Il primo segmento arretrato organizzato da Ranocchia, Bonucci e Astori. La retta intermedia composta dai due esterni larghi Darmian e De Sciglio; Il pacchetto centrale assemblato con la regia di De Rossi e la collaborazione degli incursori Florenzi e Giaccherini.

La linea di fuoco offensiva confezionata da Immobile e da Zaza. Il tecnico barese deve fare a meno dei due Juventini, Chiellini (infortunato) e Marchisio (squalificato). Il coach della Norvegia sceglie invece uno schieramento palesemente coperto ed articolato (4-5-1) che a tratti muta in un più elastico (4-1-4-1).

Arbitro dell’incontro è il Serbo, Milorad Mazic. L’Italia tenta l’assalto alla Fortezza di Oslo dove, per la cronaca d’archivio, gli azzurri non vincono in riva al fiume Akerselva dal lontano 1937: il match amichevole terminò 1-3. Le due contendenti si sono incontrate 13 volte, 6 le vittorie italiche, 3 quelle norvegesi, 4 i pareggi.

Oggi solo 53esima nel ranking Fifa, la compagine scandinava, non attraversa certo il periodo più fiorente della sua storia calcistica. Gli azzurri devono emulare, sportivamente parlando, le gesta leggendarie del passato: quando i vichinghi entravano dal fiordo che fu in seguito battezzato Christiania (l’attuale Oslo) alla conquista della città.

Gli undici di Conte partono subito bene e schiacciano i rossi di Norvegia nella loro metà campo con una discreta personalità, buon possesso palla, apprezzabili combinazioni e pressing alto.

Da annotare sul taccuino del cronista un cross di Darmian che non trova compagni lesti a chiudere in rete, un tiro da fuori di De Sciglio, una conclusione di Florenzi, e un’azione in percussione di Immobile. Al minuto 16 Zaza porta in vantaggio l’Italia (0-1) con un tiro mancino deviato dal difensore Nordtveit che sorprende il portiere Nyland.

Dopo il vantaggio gli azzurri (in maglia bianca per l’occasione) gestiscono agevolmente il vantaggio. I norvegesi dimostrano una buona fisicità, una difesa organizzata ma stentano a tessere trame interessanti sul green, denunciando tutti i limiti tecnici mostrati alla vigilia.

Nella ripresa l’Italia fatica a macinare il gioco ammirato nella prima frazione, cala un poco l’intensità, limitate le rapide ripartenze. Al minuto 62 su un invitante cross di Pasqual (appena subentrato a Darmian) trova il preciso colpo di testa sottomisura di Bonucci per il raddoppio (0-2).

La giovane squadra di Hogmo non riesce a offendere, incapace di imbastire azioni pericolose dalle parti di Buffon che rimane inoperoso, spettatore non pagante per l’intera serata. Nel finale l’Italia dilaga, trovando ampie praterie.

Durante una rapida azione tra le linee, Zaza coglie una traversa. Alcuni minuti dopo l’attaccante del Sassuolo sfiora nuovamente la doppietta personale. Negli ultimi frangenti, meritata passerella per Zaza che lascia il posto a Destro e Florenzi sostituito da Poli.

La partita finisce qui. Dopo due incontri la nuova Italia di Conte raccoglie due vittorie, 4 reti realizzate e 0 subite. Il cammino è lungo ma la truppa sembra aver ritrovato carattere, spirito e misura.

Emanuele Perego  www.emanueleperego.it    www.perego1963.it

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella40 minuti fa

Vigili del Fuoco Val di Sole: quest’anno 1.500 interventi per 380 pompieri effettivi

Fiemme, Fassa e Cembra53 minuti fa

Ospedale Cavalese: la Giunta dichiara l’interesse pubblico

Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

Bentornato sci: a Pontedilegno-Tonale aprono gli impianti, via a una nuova stagione invernale

Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

Melinda vince il premio «Vivere a spreco zero 2022» nella categoria ortofrutta

Sport2 ore fa

Morto il ciclista Davide Rebellin: è stato travolto da un camion

Piana Rotaliana4 ore fa

Living LAB alla FEM «Vite e clima: quali scenari futuri?»

Trento4 ore fa

Trento terza nella classifica italiana delle città più digitalizzate ICity Rank ‘22

Bolzano4 ore fa

Rubano i vestiti ad un anziano in ospedale: l’azienda sanitaria chiede lo scontrino per risarcire

economia e finanza4 ore fa

L’indice di fiducia dei consumatori trentini rimane negativo. Cala anche il potere d’acquisto dei consumatori

Ambiente Abitare5 ore fa

Lupi, Enpa: «un’altra conferma che l’allarme-lupo è strumentale»

Trento5 ore fa

APT: Pinè e Cembra cambiano casa e si uniscono con Trento

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Caso Iob: David Dallago rimane in carcere

Trento5 ore fa

Manifesti contro il gender all’Università di Trento, Coordinamento DAria: «Propaganda gender business sulla pelle delle persone»

Piana Rotaliana6 ore fa

“Bambini si canta”: a Lavis il concerto in memoria di Italo Varner

Fiemme, Fassa e Cembra6 ore fa

Val di Fiemme e Fassa: blitz dei Carabinieri nelle scuole con il cane antidroga. Controlli tutti negativi

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento1 settimana fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza