Connect with us
Pubblicità

Trento

Legge Omofobia, Pd: «Passamani e Baratter tornino alla realtà»

«In questi ultimi giorni si sono concentrate attorno al cosiddetto “ddl omofobia” numerose attenzioni, in un rincorrersi di affermazioni non sempre vere e non sempre informate» – comincia così il comunicato del Pd trentino che prende posizione a riguardo delle reazioni dei partiti di maggiornaza dopo le dichiarazioni del vescovo Bressan.

Pubblicato

-

«In questi ultimi giorni si sono concentrate attorno al cosiddetto “ddl omofobia” numerose attenzioni, in un rincorrersi di affermazioni non sempre vere e non sempre informate» – comincia così il comunicato del Pd trentino che prende posizione a riguardo delle reazioni dei partiti di maggiornaza dopo le dichiarazioni del vescovo Bressan.
 
Il Gruppo consiliare del Partito democratico del Trentino ricorda che il testo che andrà in discussione è il frutto positivo di mesi di dialogo, confronto e mediazione. Dialogo, confronto e mediazione certificati, in questa legislatura, dalle sottoscrizioni volute dai consiglieri Civico (PD), Passamani (UPT), Detomas (UAL), Baratter (PATT) e Bottamedi (M5S). 
 
«Considerato – continua la nota del Pd – che da allora il testo non è cambiato – e confessato lo stupore per le recenti inspiegabili e imbarazzanti marce indietro di alcuni firmatari (NdR, Baratter e Passamani) – ribadiamo la nostra disponibilità a rivedere il testo per aprire ad eventuali migliorie o a posizioni più avanzate, ferma restando l’impostazione data e gli obiettivi sostanziali. Nei prossimi giorni lavoreremo affinché ciò avvenga pur nel disagio di ridiscutere quanto condiviso poche settimane fa».
 
Una presa di posizione da parte del partito di maggioranza della giunta che non lascia spazio a molte repliche, il messaggio quindi appare chiaro e pragmatico:«si va avanti spediti verso l'approvazione del Ddl».
 
Il Pd parla anche di una serenità che nella maggioranza nell'ultimo periodo è venuta a mancare, e che si auspica possa ritornare quanto prima, e qui, l'attacco a Passamani e Baratter appare scontato:«serenità – spiega la nota – per riportare alla realtà chi, come il firmatario consigliere Passamani, alludendo in modo allucinante al ddl come ad un atto che rappresenterebbe un passo nella direzione di “legittimare la pedofilia” compie un atto di analfabetismo civile umiliante per i promotori, i 7.000 firmatari del ddl popolare, e forse per l'intero Trentino vista l'eco nazionale che ciò rischia di avere. 
 
E serietà chiediamo al consigliere Baratter che rimanda allo statuto del suo partito un giorno per dirsi a favore del ddl e per richiamare la dissidenza interna al rispetto dell’articolo 3 e al riconoscimento di “uguali diritti e doveri senza distinzione di sesso”, e il giorno dopo per mordere il freno in nome di un (peraltro introvabile nello statuto) “richiamo alla religione cattolica”, senza accorgersi che le due affermazioni non sono assolutamente in contrasto tra loro».
 
L'augurio del Pd Trentino è che si torni a ragionare sul testo della legge per ciò che prevede, e non per contendersi qualche manciata di voti disinformati.
 
Anche Paolo Zanella presidente di ArciGay e primo firmatario della legge è pienamente con la linea del Pd: «siamo molto perplessi – sottolinea Zanella – Patt e Upt hanno avuto 2 anni di tempo per manifestare le loro eventuali perplessita, infatti i consiglieri De Godenz e Lozzer erano insieme a me in commissione e posso assicurare che non hanno mai detto nulla di contrario al ddl, ribadisco che l'unico posto dove si deve discutere è la commissione o il consiglio e non certo le pagine dei giornali».  
 
Paolo Zanella parla di «legge di Principio» che deciderà da che parte sta la provincia autonoma di Trento, «la provincia deve decidere se difendere le discriminazioni e riconoscere i diritti civili oppure andare avanti senza nessun tipo di identità su questo tipo di problemi».
 
Sulle parole del vescovo Bressan Zanella è lapidario:«Bressan non ha letto la legge, quindi le sue argomentazioni sono strumentali»
 
Il presidente di ArciGay è comunque pronto a scendere a qualche compromesso e a ridiscutere alcuni punti ma esclude in modo categorico un nuovo rinvio al 2015 come qualcuno aveva proposto e paventato:«si continua a rimandare il confronto sui diritti civili perché c'è sempre qualcosa di più importante, prendiamo invece l'impegno di stare in aula finchè l'ordine del giorno non si esaurisce per accelerare l'iter e guadagnare tempo» – afferma Zanella. 
 
Zanella teme molto la fragilità di questa maggioranza che ha dimostrato più volte di essere in disaccordo su  molte tematiche, dalla sanità al welfare, sui diritti civili e sulle identità di genere. 
 
«Speriamo che dopo lo scandalo vitalizi e l'orsa Daniza il governo della nostra provincia non faccia l'ennesima figuraccia a livello nazionale» – conclude Paolo Zanella 
 
 
 
 
 
 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza