Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner.

 

Giovedì, 27 Agosto 2015 07:04

Profilo falso su facebook: ora è diventato reato e vai in galera

Profilo falso su facebook: ora è diventato reato e vai in galera
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione Trento


Mariti e mogli gelose, psicopatici/e, guardoni, maniaci, burloni e molestatori di professione attenti ,ora usare facebook nella maniera sbagliata potrebbe costarvi caro.

Follow us on Facebook!

Chi crea un profilo falso su Facebook, utilizzando un nickname inesistente per occultare la propria identità e poi molestare altre persone in chat, commette reato di sostituzione di persona. Lo ha stabilito la Cassazione con una recente sentenza. Con tale pronuncia, la Suprema Corte ha condannato una donna di trentina che aveva aperto su Facebook un profilo con un nome di fantasia e, attraverso tale account, aveva molestato un’altra persona.

Secondo la Suprema Corte anche questa condotta può essere considerata un reato (nella specie, si tratterebbe del reato di sostituzione di persona). Ovviamente, per commettere l’illecito in commento non è sufficiente aprire un profilo fake su un social network, ma è necessario anche che ciò avvenga allo scopo di procurare a sé (o a terzi) un vantaggio o di danneggiare altri.

Anche una semplice molestia in chat, dunque, unita all’utilizzo di un profilo Facebook con un nickname di fantasia, può comportare il rischio di un processo penale.   Di recente, l’Ansa ha stimato che, all’interno dei social network, un profilo su tre sarebbe falso (in gergo tecnico si dice “fake”)

Il regolamento Facebook vieta di fornire informazioni personali false e creare più di un account personale (pratica tuttavia particolarmente frequente). Da un punto di vista giuridico, invece, il doppio profilo Facebook non è di per sé sanzionabile, tranne nel caso in cui venga utilizzato per compiere attività illecite, quali diffamazioni, calunnia molestie ecc ecc.

In genere, chi propende per il doppio profilo ha: – un “profilo ufficiale”, con informazioni e foto vere, e amici reali; – un secondo profilo tarocco, per interagire con persone sconosciute, con le quali entrare in contatto senza condividere la propria vera identità.

Questi profili non ufficiali sono inoffensivi quando creati solo per fare nuove amicizie ed esprimere in libertà tendenze e passioni “nascoste”. In altri casi, però, possono essere aperti per finalità illecite, come il compimento di molestie, minacce, diffamazioni, truffe, furti di identità e di dati sensibili.  

Tuttavia, chi utilizza un account fake solo per molestare altre persone non deve dimenticare che ciascun profilo Facebook, vero o falso che sia, consente di risalire all’ID utente del soggetto che lo usa.

È una operazione che può compiere lo stesso iscritto a Facebook (per scoprire come fare, leggi l’articolo: “Molestie su Facebook: ecco come scoprire i profili falsi): ciò consente di identificare il “numero di targa virtuale” del molestatore e procedere così alla successiva denuncia.  

Allo stesso modo, l’utente di Facebook può smascherare i profili che contengono foto false, chiaro segnale di un profilo non veritiero, attraverso la funzione di ricerca presente in Google immagini (per un approfondimento, leggi l’articolo “Scopri chi ha il profilo Facebook con foto false”).  


Leggi altri articoli della rubrica "Oggi in Primo Piano"

Commenti  

0 #10 giurista 2016-03-01 22:07
falso, non sempre è reato creare un semplice account "falso" su facebook, Chiunque, tizio, caio che sia, potrebbe creare un account sotto pseudonimo o sotto nome di fantasia non riconducibile a persona privata. Se si limitasse solo a crearlo senza commettere illeciti vari (vedi molestie,stalki ng,diffamazione o ingiuria) non incorrebbe nell'illecito art 494 c.p, ovvero "sostituzione di persona". Rimane reato, invece, il creare un account con informazioni personali e foto di un altra persona reale, sostituendosi ad essa, in questo caso la sostituzione di persona ci sta tutta.
Citazione
-1 #9 Leonora 2016-02-29 16:47
in poche parole semplicemente fattevi quanti account volete ma non rompete i coglioni agli altri EASY lol
Citazione
-1 #8 Fortunato 2016-02-23 20:04
Citazione Arturo:
E\' molto semplice. Ho fatto una querela presso la Polizia Postale per un anonimo diffamatore. Però la Polizia dice che non possono fare niente perché Facebook non dà, anche se richieste, le informazioni di chi sta dietro l\'accout (si è registrato anche con il numero di telefono). Cosa fare?

Verissimo ho querelato una persona che mi molestava e ingiuriava direttamente dal suo profilo, facebook vuole una rogatoria che è costosa e impegnativa nel tempo per fortuna la postale aveva fatto degli screenshot e ora il molestatore rinviato a giudizio, peccato che ha aperto un profilo falso usando la foto di una donna morta ebbene ho segnalato a facebook l'account e mi hanno risposto che per loro è normale, mi auguro che il controllo sia stato fatto da un programma robot, altrimenti devo pensare che quelli di facebook sono stupidi.
Citazione
0 #7 Franco 2016-01-10 21:12
È reato creare un account fake per chiedere l'amicizia a qualcuno per poter poi accedere alle foto private?
Citazione
0 #6 tito 2015-08-31 14:40
Citazione dorella cappelli:
finalmente,era ora,la galera gliela darei a vita.e anche chi si mette con nomi inventati.se non vogliono far sapere chi sono che si tolgano dai social network!tanto son solo persone che ci stanno per fare porcate

... perché non la pena di morte?
Citazione
0 #5 tito 2015-08-31 14:39
Citazione Andrea:
Un informazione che chiedo prima di commettere tale
Sciocchezza. E un furto nascondersi dai blocchi su
Facebook?. Cioè e un furto:crearsi un secondo profilo
per scrivere alle persone che ti hanno bloccato? E se
ti bloccano anche quello lo elimini e lo ricrei dopo
2giorni per far credere alla persona che nn sono
riuscito a bloccarla? E un furto anche questo è solo
un informazione lo e?

non è furto, è molestia, e sì, è un reato.
Se uno ti ha bloccato non ti vuole più sentire, quindi se insisti si va verso reati come molestie, stalking ecc ecc...
rassegnati e parla con altri.
Citazione
+4 #4 Luisa 2015-08-31 11:22
se i social network volessero sicurezza, basterebbe chiedere (cosa che ho visto solo in wappi.com) il codice fiscale e un documento di identità al momento dell'iscrizione . Il codice, utilizzabile una sola volta, impedirebbe di reiscriversi con altri alias e metterebbe in condizioni di rintracciabilit à coloro che commettono o cercano di commettere reati attraverso questi canali. Imparare ad impostare i filtri di restrizione che esistono da sempre e che nessuno vuole mettere. Se il profilo è accessibile a chiunque, non aspettatevi la correttezza da tutti. Se lo usate per rimorchiare, non scandalizzatevi dei commenti... Una finestra aperta a chiunque permette una bella visibilità ma reazioni ingestibili. Non volete storie? Non pubblicate ciò che deve rimanere privato. restringete il profilo ed accontentatevi di pochi e sicuri amici. potrò sbagliarmi, ma spesso certe situazioni ce le creiamo noi. meno confidenza = più sicurezza.
Citazione
-9 #3 dorella cappelli 2015-08-28 17:38
finalmente,era ora,la galera gliela darei a vita.e anche chi si mette con nomi inventati.se non vogliono far sapere chi sono che si tolgano dai social network!tanto son solo persone che ci stanno per fare porcate
Citazione
-1 #2 Arturo 2015-08-27 19:15
E\' molto semplice. Ho fatto una querela presso la Polizia Postale per un anonimo diffamatore. Però la Polizia dice che non possono fare niente perché Facebook non dà, anche se richieste, le informazioni di chi sta dietro l\'accout (si è registrato anche con il numero di telefono). Cosa fare?
Citazione
0 #1 Andrea 2015-08-27 15:36
Un informazione che chiedo prima di commettere tale
Sciocchezza. E un furto nascondersi dai blocchi su
Facebook?. Cioè e un furto:crearsi un secondo profilo
per scrivere alle persone che ti hanno bloccato? E se
ti bloccano anche quello lo elimini e lo ricrei dopo
2giorni per far credere alla persona che nn sono
riuscito a bloccarla? E un furto anche questo è solo
un informazione lo e?
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ben-Essere con LéGein a cura di Redazione Trento Social...Mente a cura di Redazione Trento