Menù principale

Alfonso Norelli

 

Ufficiale: Hogue torna all’Aquila Basket, esordio a Trento contro Cremona

Era già tutto noto ma ora c’è l’ufficialità di Dustin Hogue (foto BonaLore) che ritorna all’Aquila Basket. La società bianconera e il lungo americano hanno raggiunto un accordo fino al termine della stagione. Hogue è un classe ‘92, 198 centimetri per 100 chili di peso, e torna a vestire la maglia del club con il quale l’anno passato ha prodotto una stagione da 10,7 punti, 7,0 rimbalzi e 1,0 recuperi di media diventando uno dei protagonisti della cavalcata della Dolomiti Energia fino alle Finali Scudetto 2017. Leggi ancora


Il «finto» medico Andrea Stampini condannato a risarcire 500 mila euro.

La Corte di Appello di Roma ha respinto il ricorso di Andrea Stampini, il falso medico che è stato primario facente funzioni per ben 13 anni al reparto di ostetricia e ginecologia di Riva del Garda. Leggi ancora


La denuncia di Moranduzzo (Lega Nord)

Gardolo di Trento: scuole nel ghiaccio, bidelli e genitori spargono il sale

Genitori e bidelli costretti a spargere sale, scuole obbligate a mettere i cartelli di avviso di superficie scivolosa data la mancanza degli opportuni interventi. Questa è la situazione di disagio segnalata da diversi cittadini che hanno accompagnato i loro bambini ieri alle elementari di Gardolo, sobborgo di Trento nord. Leggi ancora


Volley, Diatec Trentino ancora corsara. Sesto posto dopo il 3-1 a Sora

La Diatec Trentino Volley chiude la doppia trasferta Vibo Valentia-Frosinone raccogliendo un’altra vittoria (la sesta consecutiva, la quinta in campionato) e i tanto desiderati tre punti nell’anticipo del dodicesimo turno di SuperLega UnipolSai 2017/18.

Dopo aver superato appena tre giorni prima la Tonno Callipo soffrendo sino al quinto set, in questo caso invece l’affermazione nel palasport laziale, casa della Biosì Indexa Sora, è stata decisamente più netta e convincente, col risultato finale di 3-1.

Ad eccezione della pausa accusata nel terzo parziale, la formazione di Angelo Lorenzetti ha infatti sempre condotto il punteggio rispetto ai padroni di casa, giocando una pallavolo di alto livello nei primi due set grazie a muro (alla fine 14 quelli vincenti, con tre personali di Eder, Giannelli e Zingel) e battuta e contenendo in seguito il tentativo dei laziali di portare la sfida ancora una volta al tie break. Le risposte migliori della serata sono arrivate dal trio di palla alta scelto per l’occasione dal tecnico trentino: Kovacevic-Hoag-Vettori hanno infatti realizzato 48 punti in tre, lavorando bene non solo in attacco ma anche a muro ed al servizio. Sora si è affidata principalmente alla consueta verve a rete di Petkovic (best scorer con 22 punti personali), ma a gioco lungo ha pagato l’assenza di alternative in posto 4, nonostante la regia del subentrato Marrazzo (alla fine mvp) sia stata spesso fantasiosa ed efficace. In attesa degli altri incontri, la Diatec Trentino si porta al sesto posto in classifica a quota diciannove punti, posizione da condividere con Piacenza.

La cronaca del match. Per la terza partita consecutiva in trasferta, Angelo Lorenzetti sceglie per la Diatec Trentino lo starting six con Giannelli al palleggio, Vettori opposto, Kovacevic e Hoag in banda, Eder e Zingel al centro e De Pandis libero. La Biosì Indexa Sora risponde invece inizialmente con Seganov in regia, Petkovic opposto, Fey e Nielsen Rasmus schiacciatori, Mattei e Caneschi come centrali e Santucci libero. L’avvio di Trento è proprio nel segno di Kovacevic, che con attacco e servizio offre alla propria squadra un allungo importante (8-4), poi ulteriormente incrementato dai muri di Eder e Zingel e dall’ace di Vettori (17-7). Il finale di parziale è così assolutamente agevole, con Giannelli che serve con continuità il proprio opposto, trovandolo sempre pronto ad andare a segno per il veloce 25-13 che manda le squadre al cambio di campo.

Sulla falsariga del primo set anche il secondo periodo: la Diatec Trentino scappa via veloce già per l’iniziale 6-1 e poi 8-2 con Vettori ancora grande protagonista. Sora prova a reagire, affidandosi prevalentemente a Petkovic; l’opposto sebo mette palla a terra con continuità e cerca di riportare sotto i suoi (15-11), ma è solo un attimo perché poi ci pensa Hoag, sovente ben smarcato da Giannelli, a far funzionare nuovamente bene la fase di break point gialloblù (21-15). Gli ospiti si portano sul 2-0 già sul 25-19, con Zingel e Eder spesso coinvolti in fase di cambiopalla grazie ad una ricezione molto precisa.

Nel terzo set Sora si gioca il tutto per tutto e con il servizio guadagna qualche punto di vantaggio (1-4, 6-8, 8-11), anche perché Trento dimostra di avere qualche problema in più in ricezione. I gialloblù provano a riavvicinarsi con Kovacevic e Zingel (11-12), ma poi ci pensa ancora Petkovic a rilanciare i locali (12-16), costringendo Lorenzetti a chiedere time out. Alla ripresa però la Diatec Trentino continua a sbagliare troppe battute e fatica a contenere l’opposto serbo, che trascina i suoi verso la vittoria del terzo set (14-20, 15-22, 18-25).

Gli ospiti reagiscono nel quarto parziale, guadagnando un discreto vantaggio con Hoag al servizio (7-4); Sora ci crede ancora, anche quando Zingel ferma Petkovic (15-12). La squadra di Barbiero arriva sino al meno uno (19-18) sfruttando anche il suo gioco al centro, poi però deve rialzarsi sotto i colpi sempre più precisi di Kovacevic, che chiude il match sul 25-22 con un altro attacco dei suoi.

Abbiamo avuto un buon approccio alla partita, in particolare con battuta e muro, indirizzando la partita sui binari desiderati – è stata l’analisi dell’allenatore della Diatec Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match – . Nella seconda parte del match la nostra qualità in questi fondamentali ed in quello di ricezione è calata e abbiamo dovuto soffrire per portare a casa i tre punti. Siamo comunque riusciti a chiudere in quattro set e siamo contenti per il risultato ottenuto, ma rimane il rammarico per non essere riusciti a chiudere prima i conti: sono passaggi della nostra stagione che dobbiamo accettare. Avevamo previsto alla vigilia di ruotare alcuni effettivi, anche per poter dare un po’ di riposo a chi aveva giocato di più nelle ultime settimane, ma la prova di Chiappa è stata importante al di là di questo tipo di logiche”.

La Diatec Trentino farà ritorno già nella notte in pullman a Trento e a partire da venerdì mattina inizierà a preparare il prossimo impegno, in programma il 20 dicembre alle ore 20.30 sul campo del Kedzierzyn-Kozle (Polonia) per il secondo turno della Pool E di 2018 CEV Champions League contro lo Zaksa. In SuperLega l’impegno più vicino è invece quello del giorno di Santo Stefano, al PalaTrento contro Monza (ore 18.15) per l’ultimo incontro del girone d’andata (prevendita biglietti già attiva, anche su internet al link www.vivaticket.it/ita/event/diatec-trentino-monza/107301.

Di seguito il tabellino della gara della dodicesima giornata di regular season di SuperLega UnipolSai 2017/18 giocata questa sera al Palasport di Frosinone.

Biosì Indexa Sora-Diatec Trentino 1-3
(13-25, 19-25, 25-18, 22-25)
BIOSI’ INDEXA SORA: Mattei 10, Seganov, Nielsen Rasmus 7, Caneschi 8, Petkovic 22, Fey, Santucci (L); Marrazzo 7, Rosso 2. N.e. Penning, Farina, Lucarelli, Duncan-Thibault, Mauti. All. Mario Barbiero.
DIATEC TRENTINO:
 Carbonera 7, Vettori, Hoag 16, Zingel 9, Giannelli 4, Kovacevic 18, De Pandis (L); Chiappa (L), Lanza 4, Kozamernik. N.e. Cavuto, Teppan, Partenio. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Gnani di Ferrara e Bartolini di Firenze.
DURATA SET: 19’, 23’, 23’, 23’; tot. 1h e 28’.
NOTE: 2.040 spettatori, per un incasso di 5.150 euro. Biosì Indexa: 5 muri, 5 ace, 14 errori in battuta, 3 errori azione, 53% in attacco, 41% (21%) in ricezione. Diatec Trentino: 14 muri, 5 ace, 17 errori in battuta, 5 errori azione, 55% in attacco, 44% (21%) in ricezione. Mvp Marrazzo.


Cade dal palo del telefono, operaio 19enne è grave

Infortunio sul lavoro a Drena, tra Dro e Cavedine, in provincia di Trento. Ieri un ragazzo di 19 anni è precipitato nel vuoto per 5 metri mentre era impegnato in un lavoro di manutenzione sulle linee telefoniche.

Il giovane operaio era salito su un palo del telefono ma all’improvviso c’è stato un cedimento che ha provocato la caduta da un’altezza considerevole.

L’impatto ha provocato gravi conseguenze per le quali il 19enne è stato trasportato in elicottero all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Leggi ancora


Aquila Basket super in Turchia

Eurocup, Buscaglia: «Vittoria piena di significati». Sutton: «Obbiettivo qualificazione»

Terzo successo di fila, due in Eurocup con Zenit e Bursa (stasera 91-79), e uno in campionato a Brindisi. Due delle tre vittorie sono arrivate in trasferta negli ultimi tre giorni, mentre prima l’Aquila Trento non aveva mai vinto lontano dal proprio campo.  Leggi ancora


Eurocup, Sutton torna Dom-inator e Trento passa anche a Bursa: 91-79

La Dolomiti Energia Trentino ottiene il primo successo esterno anche in Eurocup battendo 91-79 i turchi del Tofas Bursa nella partita più bella dell’anno. Un match fantastico, seppur a ranghi ridotti, di Sutton e compagni. Dom-inator è tornato il giocatore dell’anno scorso: per lui una prestazione monumentale da 24 punti, 12 rimbalzi, 3 assist e 3 recuperi. Tornato in gran forma Beto Gomes con 5 su 10 da tre per 15 punti, poi 12 di Shields (3 rimbalzi, 5 assist) e altrettanti dell’encombiabile capitan Forray (che aggiunge 4 rimbalzi e 7 assist allo score). Qualificazione più vicina per Trento che ora sale nel gruppo delle seconde in classifica a 8 punti e giocherà in casa contro Gran Canaria per poi chiudere a Ulm.  Leggi ancora


Incidente mortale in A22, Mercedes tampona un Tir: muore a 52 anni Ferruccio Faggioni Sella

Una persona è morta in uno scontro fra un’auto e un tir avvenuto a mezzogiorno lungo la carreggiata sud dell‘Autostrada del Brennero tra Egna e San Michele. L’uomo deceduto è un 52 enne residente a Levico Terme, si chiamava Ferruccio Faggioni Sella, di professione rappresentante di commercio. Lascia due bambine piccole.

Il conducente dell’auto, una Mercedes di colore grigio, ha tamponato l’autoarticolato all’altezza di Salorno. I soccorritori giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del guidatore.

Sul posto anche l’elicottero Pelikan 1 e i Vigili del fuoco e un’ambulanza. La dinamica dell’incidente è al vaglio della polizia stradale. Traffico rallentato con code.

Foto: Alto Adige Tv e Gruppo Protezione Civile Bolzano La Salamandra


Diego Canella lotta in ospedale: la Val di Sole si mobilita per aiutare la famiglia

Lo scorso 30 aprile la vita di Diego Canella ha rischiato di cessare per un incidente di gioco accaduto sul campo di Mezzolombardo. Il portiere del Redival, squadra di Celledizzo di Peio, si scontrò con un avversario e il colpo violento gli causò un trauma cranico per il quale venne operato al Santa Chiara di Trento. Leggi ancora


Istat: Trentino al top delle esportazioni, 10% in più rispetto al 2016

Nel terzo trimestre 2017 il valore delle esportazioni della provincia di Trento è stato di 893 milioni di euro. Rispetto allo stesso periodo del 2016 ha segnato un +9,7%: un’evoluzione superiore rispetto al dato medio nazionale (+6,1%), del Nord Est (+5,7%) e dell’Alto Adige (+7,4%). Si tratta dei dati Istat, diffusi dalla Camera di commercio di Trento. Leggi ancora


Due ore di ritardo

Treni bloccati dal ghiaccio, lunedì nero per le ferrovie trentine

A causa delle linee elettriche ghiacciate ieri è stata una giornata di pesanti disagi e ritardi per chi viaggiava in treno da Trento. Molti, infatti, hanno scelto di non correre il rischio di mettersi in viaggio con l’auto viste anche le precarie condizioni delle strade dopo la nevicata di domenica e la pioggia gelata di lunedì. Leggi ancora


Caduta massi e smottamenti, strada chiusa tra Storo e Tiarno

Questa mattina è stato segnalato un masso che è caduto sul ciglio della la strada fra Storo e Tiarno. Al momento la viabilità è bloccata in attesa di verifiche. Leggi ancora


Allagamenti a Trento: chiuse due gallerie e una scuola

Giorni di allarmi e criticità in tutta Trento e il territorio trentino. Dopo la super nevicata di domenica e la forte pioggia del lunedì, con tanti disagi per la viabilità, anche questo martedì 12 dicembre è pieno di segnalazioni per le criticità sul territorio. Leggi ancora


Parte il progetto EFH finanziato con 1,2 milioni

In Trentino il 20% dei cittadini è obeso, la metà è sovrappeso

 Nel 2060 oltre il 20% della popolazione euroregionale avrà più di 65 anni. Attualmente più del 50% degli 1,8 milioni di abitanti di Tirolo, Alto Adige e Trentino è sovrappeso e quasi il 20% obeso. ogni anno in regione ci sono mille ricoveri per patologie legate all’obesità, di cui 600 a Bolzano.

Dieta e stili di vita sono e saranno centrali per la salute della popolazione. Per questo i principali centri di conoscenza dei tre territori hanno deciso di accettare la sfida e per la prima volta collaborare strettamente per gettare le basi scientifiche di nuovi approcci pratici contro l’obesità e le malattie croniche, partendo dai punti di forza che caratterizzano l’euroregione.

Nove centri di ricerca e tre Province (Trento, Bolzano e Land Tirol), con il coordinamento della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige in collaborazione con l’Euregio: è il progetto Environment, Food & Health (EFH), che punta a promuovere l’invecchiamento in salute della popolazione dei tre territori, con un approccio multidisciplinare basato su ambiente, cibo e sostenibilità.

Il finanziamento è 1,2 milioni in tre anni, tre sono i pilastri: 12 percorsi per giovani ricercatori, seminari e un network di ricerca; l’obiettivo è ideare una “versione alpina” della dieta mediterranea promuovendo gli alimenti locali dell’Euregio, dalle mele ai piccoli frutti, passando per formaggi, trote, asparagi, noci e cereali integrali.

Accanto al coordinatore del progetto, la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige, ci saranno le aziende per i servizi sanitari di Trento e Bolzano, le Università di Trento, Bolzano, Hall e Innsbruck, i centri di ricerca Laimburg ed Eurac di Bolzano, oltre alle tre Province e al GECT Euregio.

Il progetto triennale EFH, che sarà finanziato in maniera uguale dalle tre Province con un totale di 1,2 milioni di euro su tre anni, si basa su tre pilastri: l’attivazione di circa 12 percorsi per giovani ricercatori tra dottorati e tirocini post-laurea, la realizzazione di una serie di seminari per i portatori di interesse e i decisori politici e, infine, il rafforzamento di un network di ricerca in grado di attrarre risorse pubbliche e private.

Più nello specifico la rete scientifica di Environment, Food & Health cercherà innanzitutto di sviluppare un’accurata analisi costi-benefici dell’impatto ambientale ed economico del settore agroalimentare locale e delle qualità nutrizionali del cibi ad oggi maggiormente consumati.

Inoltre verrà progettata una versione alpina della dieta mediterranea che conservi la composizione nutritiva ed energetica della piramide mediterranea, ma declinata con cibi locali di qualità, compresi i prodotti lattiero-caseari regionali.

Gli stessi prodotti avranno un ruolo importante nello studio “Fastmob” che indagherà la risposta del corpo alla perdita di peso indotta da una dieta mima-digiuno. Attraverso il regime alimentare Fastmob si punterà a migliorare la salute metabolica, ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e aiutare le 120 persone obese coinvolte nel test a mantenere la loro perdita di peso nel lungo termine.

In conclusione, il progetto EFH permetterà un notevole risparmio in termini di costi sanitari legati ad obesità e cronicità, selezionerà nuovi alimenti funzionali e valorizzerà gli attuali cibi ad alta qualità nutrizionale, dalla mela ai piccoli frutti, passando per asparagi, trota e cereali integrali, supportando un adeguato ritorno economico sia per l’agricoltura sia per l’industria alimentare in Trentino, Alto Adige e Tirolo.


Scritta minacciosa sull’auto dei vigili urbani di Trento

Un’auto della polizia municipale di Trento è stata imbrattata con scritte contro le forze dell’ordine fatte con una bomboletta spray di vernice rossa. “Basta retate. Acab” è il messaggio sulla fiancata sinistra dell’auto. Acab è l’acronimo inglese “All cops are bastards” che sta per “Tutti i poliziotti sono bastardi”. Leggi ancora


Stroncato a 52 anni

Cembra, Italo Piffer muore di infarto sul palcoscenico. La comunità in lutto

Una vita dedicata alla viticoltura e alla filodrammatica e proprio sul palcoscenico, a 52 anni, si è spenta improvvisamente l’esistenza di Italo Piffer, personaggio molto conosciuto a Cembra. Leggi ancora


Trento, emergenza neve: strade piene di pericoli, i cittadini lamentano lentezza e inefficienza

Ieri una coda di 150 km ha bloccato l’Autostrada del Brennero da Bolzano a Verona. A Trento sono caduti 10-15 cm di neve (o forse di più) in meno di 24 ore, ma la situazione stenta a tornare alla normalità in questo lunedì. Leggi ancora


Mvp Hoag nel successo 3-2 in Calabria

Volley, Diatec Trentino ancora vincente al tie-break su Vibo Valentia

La Diatec Trentino soffre, vacilla, fa i conti con la naturale stanchezza di un calendario fittissimo di impegni in trasferta ma alla fine cala la cinquina, proseguendo positiva la propria rincorsa in classifica di SuperLega. Stasera la formazione gialloblù ha infatti raccolto la quinta vittoria consecutiva, espugnando anche il PalaValentia di Vibo Valentia, campo su cui non vinceva da oltre quattro anni e mezzo (ultimo successo il 27 marzo 2013), grazie ad un 3-2 finale pienamente meritato. Leggi ancora


Basket, Aquila Trento sfata il tabù trasferta: 77-72 a Brindisi

Bella gara in Puglia tra Happy Casa Brindisi e Dolomiti Energia Trentino. L’Aquila Basket è scesa in Puglia senza Chane Behanan che ha lasciato Trento a favore del ritorno di Dustin Hogue nei prossimi giorni. La squadra di Buscaglia è riuscita finalmente a sfatare il tabù trasferta vincendo al PalaPentassuglia per 77-72. Gli ospiti sembrano superiori per tutto il primo tempo toccando anche i 12 punti di vantaggio, guidati da una grande accoppiata Sutton-Shields. Terzo periodo disastroso con i brindisini che tornano avanti grazie al mostruoso Lalanne. La gara si decide negli ultimi minuti quando i bianconeri mettono il parziale decisivo coi punti di Beto e soprattutto una grande difesa. Ora trasferta in Turchia per l’Eurocup dove la qualificazione è ancora possibile. Tra i marcatori 16 di Beto e Sutton (con 10 rimbalzi), 14 Gutierrez, 13 Shields. Leggi ancora


Trento e provincia sotto la neve: allerta meteo e problemi al traffico. Mezzi speciali in azione

La Protezione civile del Trentino e le previsioni erano state chiare e puntualmente la neve ha cominciato a cadere anche sulla città di Trento, brulicante di turisti del Natale, sin dall’ora di pranzo. In un paio d’ore la città è stata completamente imbiancata rendendo difficile le condizioni della viabilità ma sicuramente più suggestiva l’atmosfera per chi ha affollato i mercatini di piazza Fiera e piazza Battisti o la Fiera di Santa Lucia in piazza Duomo e per tutte le vie del centro storico.  Leggi ancora