Connect with us

Trento

Soros al Festival dell’economia pagato con i soldi dei Trentini

Pubblicato

-

La conferma ufficiale è arrivata solo poche ore fa, e riguarda l’inserimento nel programma del Festival dell’Economia di Trento di un nuovo appuntamento con un “personaggio” assai noto, ed anche discusso, della grande finanza: George Soros.

Il finanziere e filantropo di origine ungherese interverrà infatti al Festival domani, domenica 3 giugno, alle ore 15, al Teatro Sociale per parlare di Europa.

Di quale Europa abbiamo bisogno?” il titolo dell’incontro, che vedrà George Soros interloquire con l’economista tedesco Peter Bofinger, il presidente dell’Università di Trento Enzo Cipolletta e il giornalista Federico Fubini, in un dibattito coordinato da Rob Johnson.

PubblicitàPubblicità

Per Soros è la seconda volta al Festival, e fa notizia come la fece nel 2012, quando intervenne alla settima edizione della kermesse per parlare della crisi dell’Eurozona, proponendo – sempre al Teatro Sociale e introdotto dal giornalista Federico Fubini – una sua originale e controcorrente analisi della situazione economica.

“La responsabilità principale della crisi – disse in quell’occasione – ricade sulla politica, non sugli hedge funds, non sui mercati finanziari, che in fondo fanno ciò per cui sono stati creati. La politica scarica le proprie responsabilità sui mercati finanziari, ma è come sparare sul messaggero. La crisi non è stata creata dagli strumenti finanziari.”

L’invito ha subito aperto una mare di polemiche,  “Trovo grave che dopo non aver detto ne fatto nulla contro il fiorente antisemitismo in Trentino promotore di pesanti attacchi a Israele e il Giro d’Italia, le istituzioni trentine, attraverso il Festival dell’economia di Trento, evento pubblico finanziato con soldi pubblici, – dichiara attraverso una nota Alessandro Bertoldi  Presidente dell’Associazione Italia Israele.–  ospitino lo speculatore internazionale George Soros. Questo personaggio privo di alcun ruolo istituzionale, nonché di scrupoli e moralità, già bandito da Austria e Ungheria (suo Paese di origine) verrà accolto in pompa magna a un evento importante come il Festival dell’economia di Trento. Mi chiedo cosa abbia da dire, ma soprattutto cosa ci sia da imparare da un personaggio come questo la cui unica attività è sempre stata quella di speculare su immigrazione, destabilizzazione dei governi nazionali e sull’indebolimento dello Stato d’Israele. Auspico come i trentini che sanno distinguere coloro che creano ricchezza e chi causa povertà, caccino Soros a pedate e il mondo politico prenda le distanze da questa enorme vergogna.”<

«Perchè Soros in Trentino al festival economia?”  – si chiede invece Giacomo Bezzi che puntualizza anche “Autonomista sempre di sinistra mai!!”

“Invito tutti i rappresentanti delle forze politiche che non si identificano nel pensiero mondialista ed elitario che rappresenta Soros,  a firmare una lettera di denuncia”. E’ questo quanto dichiarato da Mirko Bisesti, Segretario Nazionale della Lega Trentino non appena ha saputo dell’arrivo del magnate ungherese, naturalizzato statunitense, George Soros al 13° Festival dell’Economia di Trento.

“E’ inaccettabile che un evento che dovrebbe parlare in modo obiettivo di economia e di finanza si trasformi in una kermesse dove l’imparzialità da parte di alcuni soggetti che gestiscono questo festival supera di gran lunga ogni più nefasta previsione”. A questo proposito aggiunge anche: “È oltraggioso che ad un festival dedicato alla robotica e alla tecnologia, venga invitato come ospite d’onore Soros, capo e il simbolo dell’elite mondialista”. 

George Soros è un imprenditore e attivista ungherese, diventato tristemente famoso nel 1992 per aver, attraverso alcuni movimenti finanziari poco etici, incentivato la svalutazione della sterlina e della lira italiana al fine di trarne ingenti guadagni. Le sue condotte eticamente discutibili e finanziariamente sono al centro di un ampio dibattito internazionale”. 

Bisesti ricorda che George Soros è anche il fondatore della Open Society Foundations, fondazione che opera per finanziare le cause pro migrazione. È per questo che il segretario della Lega del Trentino definisce Soros un “complice dell’invasione”

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Maturità: 3855 studenti trentini ammessi agli esami

Pubblicato

-

Sono iniziate formalmente oggi, con le riunioni preliminari delle commissioni d’esame, le procedure degli esami di maturità che riguardano i 3.855 studenti trentini ammessi, frequentanti i corsi diurni e serali delle scuole della provincia.  (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Trento

Servizio civile al comune di Trento: cinque progetti, domande entro il 15 luglio

Pubblicato

-

Il Comune di Trento propone cinque progetti di servizio civile provinciale (Scup) per il periodo settembre 2018-agosto 2019. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Giardini ritrovati: inaugurata la mostra a Palazzo delle Albere

Pubblicato

-

Un nuovo contributo alla conoscenza di un patrimonio ancora poco conosciuto, seducente ma fragile, spesso a rischio. È stata inaugurata ieri, a Palazzo delle Albere, la mostra “Giardini ritrovati.

Spazi e caratteri delle architetture verdi in Trentino”, ideata dalla Soprintendenza per i beni culturali e organizzata con il sostegno del Servizio attività culturali e del Servizio per il sostegno occupazione e la valorizzazione ambientale della Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con il Castello del Buonconsiglio – Monumenti e collezioni provinciali e la Trentino Film Commission. (altro…)

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it