Connect with us

Spettacolo

Il contadino gentiluomo: le magiche emozioni di Alberto Losa

Pubblicato

-

Domenica 6 maggio presso il teatro di Casa Santa Maria a Vigolo Vattaro è andata in scena la 26 esima replica dello spettacolo “Magiche emozioni” ideato, scritto e realizzato da Alberto Losa.

Classe 1950, Losa è un “veterano” del teatro amatoriale avendo iniziato a calcare le scene dei piccoli teatri di paese fin dal 1970, entrando a far parte dapprima della filodrammatica di Calceranica, per poi fondare una sua compagnia teatrale a Trento e tornare a far parte della filodrammatica di Civezzano negli ultimi 15 anni.

Da qualche tempo Losa sente il richiamo forte dell’esperienza da monologhista ed è per questo che sta portando in giro lo spettacolo “Magiche emozioni” , uno splendido e “gentile” pout puorri di momenti poetici, musicali e teatrali che sono stati molto graditi soprattutto nelle strutture di accoglienza per anziani, nelle comunità per persone in difficoltà della Valsugana, del Tesino e della Vigolana e anche in molti piccoli teatri della Val di Cembra e dintorni.

PubblicitàPubblicità

In questa esperienza l’attore tenta di trasmettere allo spettatore magiche e semplici emozioni: ricordi del passato e immagini della natura sapientemente mescolati attraverso semplici supporti tecnologici che permettono così al pubblico di immergersi nella poesia e nella musica a 360 gradi.

L’ispirazione alla creazione dello spettacolo nasce soprattutto nei momenti in cui Losa si immerge in quella che è al sua prima passione: la terra che egli coltiva a mani nude e quotidianamente come lavoro scelto dopo percorsi professionali molto diversi.

Lo spettacolo si conclude per questo con un quadro poetico pieno di speranza e che inneggia ed invita a non perdere mai i propri sogni.

Saranno ancora una volta i sogni quelli raccontati nel prossimo spettacolo del Losa, pronto per l’autunno.

Il mazzo di fiori confezionato appositamente e consegnato di persona ad ogni signora del pubblico rivela l’anima sensibile “del contadino gentiluomo”.

PubblicitàPubblicità

Spettacolo

Cinema, in uscita “La Luce della Luna” patrocinato dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

Pubblicato

-

Uscirà nelle sale entro la fine dell’anno “La Luce della Luna”, l’innovativo progetto filmico patrocinato dall’UICI – Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e sostenuto da Trentino Film Commission. (altro…)

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Spettacolo

Teatro Arcivescovile Trento: Venerdì 18 maggio «i cinque linguaggi dell’amore»

Pubblicato

-

I cinque linguaggi dell’amore” è uno spettacolo ideato e interpretato da Pierluigi Bartolomei, liberamente tratto dall’omonimo libro dello psicologo americano Gary Chapman: esilarante ma nel contempo molto denso dei contenuti, è indicato per tutti coloro che intendono migliorare – o impostare bene – la propria relazione di coppia, presente e futura.

Nel corso della serata, infatti, verranno presentate e contestualizzate le cinque principali modalità con cui è possibile dire «Ti amo» al proprio partner, tenendo conto della sua specifica sensibilità.

Un evento che, pur con la sua veste leggera della stand-up comedy tanto usata dai comici Crozza e Brignano, permetterà agli spettatori di riflettere sulla bellezza della differenza e della complementarietà tra uomo e donna a pochi giorni dalla Giornata Internazionale della Famiglia che si celebra ogni anno il 15 maggio.

PubblicitàPubblicità

La serata – unica nel suo genere – è promossa da diverse sigle pro-family presenti nel capoluogo trentino: l’Associazione Famiglie Numerose, il Centro di Pastorale Familiare, il Coordinamento Famiglie Trentine, Fatti per Amare, Incontro Matrimoniale, Iner Trentino e il Movimento per la Vita di Trento. A queste realtà si aggiunge il Collegio Arcivescovile, che ospiterà lo spettacolo all’interno del suo Teatro.

L’appuntamento è per venerdì 18 maggio, alle ore 20.30, presso il Teatro del Collegio Arcivescovile. Per chi viene in auto è possibile parcheggiare presso il Seminario Minore

CHI È PIERLUIGI BARTOLOMEI –  Romano, sposato e padre di cinque figli, è preside della Scuola di Formazione Elis, responsabile della Organizzazione Non Governativa che promuove programmi di cooperazione allo sviluppo nei 5 continenti e docente di comunicazione efficace e public speaking.

Un passato da aspirante attore cinematografico e una forte passione per il teatro specialmente per il cabaret. Durante l’università ha coltivato un altro grande desiderio, quello per il canto, partecipando a numerose feste di piazza con un complesso musicale noto soprattutto nel centro Italia.
Ora gira l’Italia portando da nord a sud lo spettacolo da lui stesso ideato e interpretato: “I cinque linguaggi dell’amore”.

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Spettacolo

Grande Fratello 15: Sponsor si dissociano e alcuni ritirano la sponsorizzazione

Pubblicato

-

Parte la rivolta degli sponsor del grande Fratello 15.

Dopo esser stato investito dall’hashtag #AdiosGF15 giunto ai vertici dei trends di Twitter dopo l’eliminazione della spagnola Aída Nízar, il Grande Fratello 15 deve fare i conti con le proteste degli inserzionisti.

Gli atteggiamenti aggressivi e ricchi di odio che hanno caratterizzato le dinamiche delle ultime settimane nella Casa di Cinecittà non sono passati inosservati neanche ai pubblicitari.

PubblicitàPubblicità

Come riporta ieri il Fatto Quotidiano la decisione più clamorosa l’ha presa BellaOggi, azienda specializzata nel make-up, che ha deciso di sospendere ogni attività di sponsorizzazione con il reality di Canale 5 con effetto immediato. “La bellezza non potrà mai esistere accanto a nessuna forma di violenza o discriminazione. La nostra presenza in Grande Fratello si inseriva in un piano di visibilità televisiva del marchio […] Ogni riferimento e contenuto su questa edizione televisiva verrà rimosso dalle proprie pagine presenti sui social networks e dal proprio sito internet”, hanno comunicato con una nota stampa.

Anche altri marchi hanno deciso di dissociarsi (pur non sospendendo la collaborazione) dagli atteggiamenti del cast del programma. Aran Cucine, per esempio, “condanna fermamente ogni forma di violenza e ogni atto di bullismo senza se e senza ma.  Rimanere immobili e silenti di fronte a tali gesti alimenterebbe l’indifferenza nella quale si perpetrano determinati comportamenti insani. In quest’ottica abbiamo segnalato alla produzione del programma la necessità di richiamare i concorrenti ad un comportamento consono ai più basilari canoni di educazione e rispetto nei confronti di tutti, senza alcuna esclusione”.

Salumi Beretta, invece, ha invocato il rispetto delle donne e il disprezzo per qualsisi forma di violenza o bullismo sono valori fondamentali e imprescindibili dell’azienda e si dissocia dal comportamento e dall’atteggiamento di alcuni giovani durante la trasmissione”. Cosa ne penseranno i vertici Mediaset?

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it