Connect with us

Alto Garda

Tour of the Alps ad Arco, viabilità e parcheggi della 1a tappa

Pubblicato

-

Parte da Arco lunedì 16 aprile il Tour of the Alps, gara di ciclismo a tappe, ex Giro del Trentino. La tappa prende il via alle 11.30 in via Garberie e si dirige verso nord percorrendo via Marconi, via della Cinta, via Arciprete Santoni, per prendere la statale 45 bis Gardesana Occidentale in direzione di Sarche. I corridori raggiungeranno Sarche qualche minuto prima di mezzogiorno, quindi svolteranno sulla statale 237 del Caffaro, diretti a San Lorenzo in Banale e al lago di Molveno, liberando il collegamento viario per Trento.

I corridori si radunano nel corso della mattina (ufficialmente dalle ore 8, più diffusamente a partire indicativamente dalle 9.30) in piazzale Segantini, per spostarsi circa alle 11.15 in via Garberie, dove avviene la partenza; perciò verso le 11 sono chiuse al traffico tutte le vie interessate: oltre a via Garberie, le vie delle Monache, Mantova, Grande Circonvallazione, Santa Caterina (fino alla rotatoria del supermercato Poli), Baden-Powell, Roma, della Cinta e Santoni. In tutta la zona della partenza (via Garberie) saranno probabili fin dal primo mattino rallentamenti e interruzioni del traffico, per il gran numero di ciclisti presenti e di vetture al seguito; per questo si consiglia di utilizzare altre strade.

Per quanto riguarda il tratto della statale 45 bis a nord della rotatoria di via Santoni (che consente il collegamento con Trento) sarà chiusa al traffico verso le 10.45 nel senso opposto alla gara (da nord verso sud), e verso le 11 anche nell’altro senso (verso Trento). La riapertura avverrà dopo circa dieci minuti dal passaggio dei ciclisti, della carovana al seguito e del fine-gara. In questo intervallo di tempo è interrotto il collegamento tra l’Alto Garda e la zona a nord di Sarche e Trento. Rimane regolare la circolazione sul restante territorio altogardesano, compresa la possibilità di raggiungere Rovereto e l’autostrada A22 per mezzo della statale 240 di Loppio e di Val di Ledro, e le Giudicarie per mezzo della statale 421 dei Laghi di Molveno e Tenno.

PubblicitàPubblicità

Per quanto riguarda il centro di Arco, lunedì 16 aprile sono chiuse (da Ordinanza) dalle 8 a mezzogiorno tutte le strade interessate all’organizzazione delle operazioni di raduno, ovvero piazza Tre Novembre, piazzale Segantini, piazza Marchetti, piazza delle Canoniche (queste nella Ztl), via Foro Boario, via Conti d’Arco, via Galas e un tratto di via Marconi.

Per quanto riguarda i parcheggi, saranno chiusi (con rimozione forzata) il parcheggio sul retro del Casinò (dalle ore 16 di sabato alle 20 di domenica), i posti auto lungo via Baden-Powell, via Roma, via Marconi e via Garberie (domenica dalle 15 alle 19), il parcheggio in via XXIV Maggio (dalle 14 di domenica alle 12 di lunedì), i posti auto in via Galas e i parcheggi al Foro Boario e davanti allo stadio in via Pomerio (lunedì dalle 6 alle 12).

PubblicitàPubblicità

Alto Garda

Collegamento Passo San Giovanni – Cretaccio: Rossi posa la prima pietra

Pubblicato

-

A dicembre c’era stata la consegna lavori del primo lotto di un’opera fondamentale per la viabilità dell’Alto Garda, oggi invece la posa della prima pietra dell’appalto principale. Stiamo parlando dell’intervento complessivo di realizzazione del collegamento stradale Passo San Giovanni – Cretaccio: oggi a Nago-Torbole, nei pressi del cantiere a Passo San Giovanni, si è tenuta la cerimonia di consegna all’Associazione Temporanea di Imprese che si è aggiudicata l’appalto, il Consorzio Stabile sac Costruzioni Società Consortile e Martinelli & Benoni srl, alla presenza del presidente Ugo Rossi, dell’assessore alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi, dell’assessore Tiziano Mellarini, nonché del dirigente generale del Dipartimento Infrastrutture e Mobilità Raffaele De Col assieme al dirigente di Apop – Serv. Opere Stradali e Ferroviare Mario Monaco; numerosi anche i sindaci e gli amministratori dell’Alto Garda e di Mori, fra cui il sindaco di Nago Torbole Gianni Morandi e il presidente della Comunità Mauro Malfer. (altro…)

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Alto Garda

Terze medie di Dro al Salone del Libro di Torino con “Finali possibili”

Pubblicato

-

L’hanno scritto 37 ragazzi di una scuola media del Trentino, dopo un percorso di approfondimento sull’uso corretto del web e sui pericoli. (altro…)

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Alto Garda

È stato ritrovato a Torino Cristian Gennaio

Pubblicato

-

Il caso era finito anche alla trasmissione «Chi l’ha visto?», che aveva dedicato alla sua scomparsa un ampio servizio mercoledì sera.

Era stata la sorella ad intervenire e lanciare un commovente appello al fratello.

Le ricerche, forze anche per questo, alla fine hanno avuto esito positivo e ieri finalmente, dopo quasi una settimana dalla sua scomparsa, Cristian Gennaio si è messo in contatto prima coi carabinieri della stazione di Arco e poi coi propria famiglia.

PubblicitàPubblicità

Il ventenne scomparso giovedi mattina alle 4.00 da Massone, una piccola frazione di Arco, si trova a Torino, da amici, e sta bene.

Sul suo profilo social il papà di Cristian ieri ha ringraziato tutti: «Oggi è il giorno più bello della mia vita con il ritrovamento del mio bambino, anche se adesso e cresciuto ed è un uomo, per me è sempre il mio bambino. Volevo ringraziare a tutte le persone che mi conoscono e quelli che non mi conoscono che sono stati molto vicino a me e ai miei famigliari, anche solo condividendo il link della scomparsa di mio figlio. A tutti voi di cuore grazie».

Anche la sorella che si era mossa subito preoccupata della scomparsa del fratello ha voluto ringraziare via social tutti gli amici per la solidarietà, «Mio fratello è stato ritrovato, vi ringrazio di cuore per essere stati così di supporto» – si legge.

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it