Connect with us

Il punto da Roma

Lega: «Deroga per riaprire il punto nascita di Arco»

Pubblicato

-

Anche se arriva in elicottero, a volte l’ostetrica è in ritardo. Il riferimento è ad alcuni casi recenti di parti difficoltosi che hanno trovato fortunatamente lieto fine nel pronto soccorso di Arco, l’ultimo in ordine di tempo pochi giorni fa quando l’impossibilità di attendere l’arrivo dell’elicottero ha obbligato ad un intervento immediato.

Non sempre si tratta di urgenze mediche. A volte l’elicottero non può decollare semplicemente a causa delle condizioni meteo avverse.

Il punto nascita di Arco è stato chiuso a seguito dell’applicazione della normativa nazionale, con l’avvallo della Provincia. Dati alla mano, questa scelta costa 545mila euro all’anno all’Azienda sanitaria della Provincia autonoma di Trento per le spese dovute all’utilizzo dell’elicottero per “trasporti urgenti di donne gravide provenienti da Arco”.

PubblicitàPubblicità

I costi di ogni intervento di elisoccorso sono esorbitanti e vanno da un minimo di 96 euro al minuto per il vecchio elicottero a un massimo di 140 euro a minuto per gli elicotteri di più recente acquisizione, con una durata media per intervento pari a 55 minuti. Di regola vengono utilizzati gli elicotteri nuovi e solo in caso di avaria o manutenzione degli stessi si ricorre all’altro mezzo.

I parlamentari della Lega del Trentino, che hanno preso in mano la questione dei punti nascita fin dal loro primo giorno a Montecitorio, hanno rivolto ieri un’interrogazione al Ministro della salute, chiedendogli di “predisporre tutti gli atti al fine di prevedere una deroga per il ripristino dell’attività del punto nascita di Arco e così di tutelare il bene primario della salute dei cittadini”.

Nell’interrogazione, i deputati Vanessa Cattoi, Maurizio Fugatti, Diego Binelli, Stefania Segnana e Giulia Zanotelli lamentano “l’inerzia della Provincia di Trento nella predisposizione della documentazione necessaria alla richiesta di deroga per i punti nascita di cui è stata chiesta la chiusura”.

Secondo i parlamentari leghisti, Arco e Tione potrebbero ottenere la deroga viste le particolarità geografiche del bacino di utenza. Altrove è già successo. Si pensi, ad esempio, a Emilia Romagna e Campania, che hanno chiesto la deroga per tutti i punti nascita, motivando e rappresentando la necessità del mantenimento operativo viste le criticità e particolarità dei luoghi ove erano localizzati.

PubblicitàPubblicità

Il punto da Roma

Cittadinanza italiana al piccolo Alfie. De Bertoldi: «Vittoria della Vita!»

Pubblicato

-

Il governo italiano è intervenuto in extremis nella vicenda del piccolo Alfie Evans, il bambino di 23 mesi affetto da una patologia neurologica degenerativa sconosciuta, ricoverato all’ospedale pediatrico Alder Hey di Liverpool, per il quale i sanitari avevano disposto il distacco dei macchinari. (altro…)

PubblicitàPubblicità
PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Il punto da Roma

Assicurazioni, De Bertoldi contro il decreto “ammazza-agenti”

Pubblicato

-

Il Senatore trentino Andrea de Bertoldi (Fratelli d’Italia) è intervenuto ieri al congresso nazionale del sindacato degli agenti di assicurazione, confermando al presidente nazionale, Claudio Demozzi, il proprio sostegno e quello del suo partito alla lotta in corso tra sindacato e governo Gentiloni. (altro…)

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Il punto da Roma

A22, la Lega contro l’aumento del pedaggio per i tir

Pubblicato

-

Oggi i deputati trentini della Lega hanno chiesto in un’interrogazione scritta al Ministro dei trasporti di convocare “un tavolo di concertazione che veda rappresentati tutti i soggetti coinvolti, sia gli amministratori nazionali e internazionali, sia gli operatori del settore al fine di addivenire a una soluzione condivisa che argini gli effetti causati dal traffico di transito attraverso il valico del Brennero, tutelando al contempo gli interessi del comparto dell’autotrasporto”. (altro…)

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it