Connect with us

Piana Rotaliana

Incendio Lavis: tunisino stava bruciando i materassi senza motivo

Pubblicato

-

E’ stato un tunisino di 30 anni a dar fuoco a due materassi che hanno causato l’incendio in una palazzina di Lavis, poco a nord di Trento. L’uomo non ha ancora motivato il fatto.

Al momento il gesto resta inspiegabile, ma la cronaca racconta che il cittadino africano stava per intossicare un intero stabile, abitato da altre famiglie, nel cuore della notte.

Come raccontato ieri, le peggiori conseguenze le hanno avute una donna di 44 anni e la figlia di 2 anni che, per sicurezza, sono state portate in ospedale a Trento.

PubblicitàPubblicità

Per fortuna nessuna grave conseguenza per gli inquilini del caseggiato, ma se qualcuno fosse stato intossicato nel sonno sarebbe potuta finire male.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Lavis che hanno subito spento le fiamme e messo i materassi fuori dall’abitazione. Ora sui fatti indagano i carabinieri di Lavis.

Pubblicità
Pubblicità

Piana Rotaliana

Tennis, Mezzolombardo fucina di talenti: Maines e Vedovelli conquistano il titolo provinciale

Pubblicato

-

Due giovani campioni, un’unica passione: il tennis. Mezzolombardo si rivela terra fertile per la nascita di talenti della racchetta. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Piana Rotaliana

Precipita con la sua Bike per 100 metri. Muore Luigino Montibeller

Pubblicato

-

L’allarme al Numero Unico di Emergenza 112 è stato lanciato nel tardo pomeriggio di ieri, per un uomo di 50 anni, Luigino Montibeller, 50 anni di Grumo di San Michele, appassionato di mountain bike, che era partito al mattino per un giro in Paganella.

L’uomo non era rientrato dopo l’escursione in mountain bike.

La moglie Nadia, insieme alla figlia Giada di 18 anni ed al figlio Denis di 16, era al corrente del giro che aveva intenzione di fare.

PubblicitàPubblicità

Per questo quando ha visto che il marito ritardava e non rispondeva più al cellulare, nel tardo pomeriggio ha iniziato a preoccuparsi.

Le ricerche sono cominciate immediatamente con le squadre di terra degli uomini del Soccorso Alpino dell’Area Operativa Trentino Centrale, con Carabinieri e Vigili del Fuoco.

L’uomo era solito percorrere la strada forestale che collega l’abitato di Cavedago con Andalo ed aveva inviato in mattinata ai famigliari una foto dalla Tana dell’Ermellino, posto dal quale sono partite le ricerche.

Il biker è stato individuato alle ore 20:30 dal drone in uso ai Vigili del Fuoco permanenti di Trento in un dirupo tra la località selva piana la Tana dell’Ermellino.

L’uomo è precipitato per circa 100 metri e purtroppo è deceduto.

Visto il terreno impervio e il sopraggiungere della notte, le operazioni di recupero sono state condotte dall’equipe dell’elisoccorso che, calato il medico e constata il decesso, ha proceduto con l’imbarco della salma e il trasporto a valle.

Montibeller, originario della Valsugana, era residente a San Michele, ed era socio e responsabile di un’azienda edile, la Montibeller Lorenzo e Stefano snc di San Michele.

 

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Piana Rotaliana

«InterAGIAmo! 2018» un world cafè sull’agricoltura

Pubblicato

-

Il 13 aprile l’Associazione Giovani Imprenditori Agricoli (AGIA) di CIA Trentino ha dato vita all’evento partecipato “InterAGIAmo!2018” all’Istituto Agrario di San Michele all’Adige con il supporto dell’Ufficio Politiche Giovanili della Provincia. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it