Connect with us

Trento

Sventato a Trento un tentativo di truffa milionaria con il «gratta e vinci»

Pubblicato

-

La Sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza di Trento ha sventato una truffa da un milione di euro perpetrata da Z.D., cittadino serbo di 71 anni residente a Pergine Valsugana, attraverso la falsificazione di due biglietti tipo “gratta e vinci”, della serie “Nuovo Maxi Miliardario”.

I Finanzieri sono partiti da una segnalazione della società “Lotterie Nazionali Srl”, concessionaria delle lotterie statali, indirizzata alla Procura di Trento, attestante la ricezione, per il successivo incasso, di una presunta vincita da un milione di euro, di due tagliandi del “gratta e vinci”  apparentemente sospetti.

Le Fiamme Gialle in poco tempo hanno individuato l’autore del tentativo di truffa in Z.D., cittadino serbo di 71 anni residente a Pergine Valsugana, che si era inventato un ingegnoso espediente per cercare di frodare le lotterie nazionali: recuperando dai cestini della spazzatura, posizionati nei pressi delle Tabaccherie di Pergine, svariati tagliandi “gratta e vinci” del tipo “Nuovo Maxi Milionario” non vincenti, era riuscito, ritagliandoli e ricomponendoli in modo accurato, a realizzarne due, ricreando due combinazioni vincenti da 500.000,00 € ciascuna.

PubblicitàPubblicità

Ritenendo di aver assemblato i due “gratta e vinci” in maniera credibile, dato che i relativi codici di controllo, essendo stati ricavati da tagliandi originali, sembravano autentici, Z.D. si è presentato presso uno sportello bancario autorizzato di Pergine, chiedendo di poter riscuotere il milione di euro.

A fronte dei dubbi dello sportellista, insospettitosi dalla presenza sui biglietti di alcune abrasioni, Z.D. si è giustificato sostenendo di averli strappati per sbaglio e di essersi accorto solo in un secondo momento della vincita; i tagliandi sono stati quindi inoltrati al concessionario nazionale per un secondo esame e per il necessario “via libera” finale al pagamento.

Le condizioni in cui erano stati presentati i biglietti non hanno però lasciato dubbi alla società concessionaria delle lotterie nazionali: a Z.D. è stato negato il pagamento e contestualmente è stata inoltrata una segnalazione alla Procura di Trento.

Nei confronti di Z.D. è stato emesso un decreto penale di condanna per tentata truffa aggravata a fronte del quale dovrà versare alle casse dello Stato 6.300,00 € di pena pecuniaria.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Maturità: 3855 studenti trentini ammessi agli esami

Pubblicato

-

Sono iniziate formalmente oggi, con le riunioni preliminari delle commissioni d’esame, le procedure degli esami di maturità che riguardano i 3.855 studenti trentini ammessi, frequentanti i corsi diurni e serali delle scuole della provincia.  (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Servizio civile al comune di Trento: cinque progetti, domande entro il 15 luglio

Pubblicato

-

Il Comune di Trento propone cinque progetti di servizio civile provinciale (Scup) per il periodo settembre 2018-agosto 2019. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Giardini ritrovati: inaugurata la mostra a Palazzo delle Albere

Pubblicato

-

Un nuovo contributo alla conoscenza di un patrimonio ancora poco conosciuto, seducente ma fragile, spesso a rischio. È stata inaugurata ieri, a Palazzo delle Albere, la mostra “Giardini ritrovati.

Spazi e caratteri delle architetture verdi in Trentino”, ideata dalla Soprintendenza per i beni culturali e organizzata con il sostegno del Servizio attività culturali e del Servizio per il sostegno occupazione e la valorizzazione ambientale della Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con il Castello del Buonconsiglio – Monumenti e collezioni provinciali e la Trentino Film Commission. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it