Connect with us

Sport

Volley, quarti gara 1: la Diatec scherza col fuoco, ma batte Verona 3-2

Pubblicato

-

Un muro di Kozamernik ha deciso il match (foto Trentino Volley)

Sembrava un match segnato con la Diatec Trentino avanti 2-0 in maniera abbastanza agevole, poi i padroni di casa si sono fermati e la Calzedonia Verona ha recuperato e pareggiato fino a giocarsi un tie-break tiratissimo.

La squadra di Lorenzetti ha scherzato col fuoco ma alla fine un muro di Kozamernik è valso il 15-13 nel quinto set e il 3-2 con conseguente punto dell’uno a zero nei quarti di finale playoff scudetto.

PRIMO SET – Il sestetto Diatec Trentino che Lorenzetti sceglie per il debutto nei Play Off prevede Giannelli in regia e Vettori opposto, Lanza e Kovacevic in banda, Eder e Kozamernik al centro e De Pandis e Chiappa ad alternarsi nel ruolo di libero. La Calzedonia Verona risponde con Spirito alzatore, Stern opposto, Maar e Jaeschke laterali, Birarelli e Pajenk al centro, Pesaresi libero. L’avvio è nel segno dell’equilibrio, con le due squadre che tengono botta nella fase di cambiopalla (6-6); i break poi arrivano quindi solo con gli ace, prima con Vettori, poi con Kozamernik e successivamente con Stern (10-10). Un muro dello stesso opposto sloveno sul centrale connazionale offre il primo doppio vantaggio agli ospiti (10-12), che però dura pochi istanti perché poi è Lanza a realizzare il block del pareggio (14-14). Si torna a lottare sul punto a punto (17-17, 18-19) con scampoli di pallavolo davvero spettacolare; l’ace di Giannelli su Maar (20-19) lancia lo sprint per la vittoria del primo parziale che si risolve solo sul 25-23, grazie ad un contrasto vincente a rete di Kovacevic su Spirito dopo ricezione abbondante di Pesaresi.

PubblicitàPubblicità

SECONDO SET – Il braccio di ferro prosegue anche nella parte iniziale del secondo periodo (5-5, 8-7), poi Giannelli e Kozamernik con i loro muri spingono a +3 la Diatec Trentino (13-10). Grbic ha già inserito Manavi per Maar e interrotto il gioco con un time out, ma alla ripresa del gioco Vettori e Kovacevic in attacco firmano un ulteriore break (16-10); è l’allungo decisivo perché in seguito pur non concedendo più nulla gli scaligeri non riescono a colmare il gap (19-13, 22-16). Il 2-0 arriva già sul 15-17 con un ace dell’ottimo Eder.

TERZO SET – Nel terzo parziale Verona (con Grbic che conferma Manavi titolare) torna a giocare ai livelli del set di apertura e tiene costantemente la fase di cambiopalla (5-5, 9-10). Sul 12-12 la Calzedonia accelera con Stern, piazzando un break di 0-5 che costringe Lorenzetti a spendere nel giro di pochi secondi due time out (12-17) e poi ad inserire Hoag per Lanza. Il tentativo di riscossa passa proprio per i punti del canadese ma soprattutto per quelli realizzati in fase di break da Kovacevic (muro ed attacco per il 17-20); è un risveglio tardivo, perché gli ospiti pur sbandando non si disuniscono e con due ace di Pajenk riescono a riportare l’andamento della frazione sui binari desiderati (18-24) e riaprono la partita sul 19-25 (2-1) con un attacco di Manavi.

QUARTO SET – La Diatec Trentino prova a rialzare la testa nel corso del quarto periodo, spingendo forte con servizio e muro (di Kozamernik); proprio Jan offre il primo doppio vantaggio dopo un inizio equilibrato (8-6), ma Verona replica immediatamente con Pajenk e Jaeschke (11-13). Lanza e ancora Kozamernik rispondono con grande carattere (16-15), preparando le due squadre ad un finale di set dalle grandi emozioni. Con Jaeschke a muro la Calzedonia passa di nuovo a condurre (19-20), Trento replica con Eder (23-22). Verona passa a condurre proprio sul 23-24 e alla seconda occasione chiuse i conti (24-26) con un muro di Spirito su Kovacevic.

QUINTO SET – Il tie break è una lotta testa a testa senza pause (3-3, 6-7, 9-8, 12-12) con andamento irregolare del punteggio, per i tanti spunti offerti da una parte e dall’altra dalle individualità fra cui anche quella di Hoag (in campo per Lanza). Il canadese firma il break point che offre la prima palla match (14-13), chiusa da Kozmernik con un muro (15-13).

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Val di Sole, 20 anni di Black Snake: la pista più temuta e amata attende i campioni della Mountain Bike

Pubblicato

-

Inizia il conto alla rovescia: tra due settimane lo sguardo di tutti gli appassionati di Downhill sarà puntato verso Daolasa di Commezzadura, in Val di Sole, e verso la Black Snake, che compie vent’anni esatti. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Accordo siglato fra FC Nogaredo e Milan Academy Scuola Calcio

Pubblicato

-

La stagione sportiva 2018/2019 porterà con sé una importante ventata di novità per il Football Club Nogaredo, che farà un altro importante salto di qualità nel proprio percorso di crescita grazie all’accordo recentemente siglato con la Milan Academy Scuola Calcio. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport

Volley, è subito amore fra Trento e Grebennikov: “Sono onorato e carico. Abbiamo una squadra molto forte”

Pubblicato

-

E’ considerato il miglior libero del mondo ed era in cima alla lista dei desideri di tante squadre, ma Trentino Volley se lo è assicurato ricostruendo su di lui un mercato che ha portato a Trento altri grandi campioni quali Russell e Lisinac. (altro…)

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it