Connect with us

fashion

Arriva il Jelfie, la nuova moda tra gli instagrammer

Pubblicato

-

Addio al classico Selfie? potrebbe essere.

Tra gli instagrammer dall’autoscatto compulsivo infatti è arrivata una nuova moda: il Jelfie.

Mai sentito nominare? Il nome viene da due parole inglesi messe insieme: jump e selfie.

PubblicitàPubblicità

I Jelfie in questione, infatti, altro non sono che autoscatti di gente che salta, e sembra proprio che questa pratica stia per rimpiazzare il vecchio amato selfie super costruito per dare spazio a scatti più naturali e divertenti.

Se si vuole stare al passo con i tempi bisogna cominciare ad allenarsi a saltare.

In realtà la cosa non è nuovissima, già nel 1950 il fotografo Philippe Halsmanparla di “Jumpology”, il nome di una sua raccolta di 170 foto in cui ritraeva attori e artisti famosi intenti a saltare, tra questi Salvator Dalì, Marilyn Monroe, Grace Kelly, Bridgitt Bardot, Sophia Loren e Audrey Hepburn.

Quella del salto, inoltre, sembra essere una pratica conosciuta anche tra i fotografi da matrimonio che spesso obbligano sposini e ospiti a fare foto saltellanti, con enorme imbarazzo di tutti (se non vi è mai capitato ritenetevi fortunati).

Consolatevi, oggi una cosa del genere npn è più imbarazzante, è super cooooooool, lo dice anche la Ferragni.

Ma come si scatta il jelfie perfetto? Ecco qualche suggerimento:

  • Scegliete sempre un luogo interessante, Machu Picchu, l’Himalaya, il deserto, insomma dove volete voi purché sia un luogo suggestivo e bello. Siate creativi se volete tanti follower.
  • Siate spontanei, divertenti e divertiti. Basta pose studiate e labbra da papera. Naturalezza. Cercate di non essere rigidi nel salto, i tronchi son belli nelle foreste non nelle foto. Quindi rilassate il corpo e i muscoli, e provate a saltare con le gambe piegate, l’effetto Rocket man è sempre dietro l’angolo.
  • Saper posizionare la fotocamera è la chiave di tutto. Mettetela più vicina al pavimento possibile, farà sembrare il vostro salto roba da atleti olimpici.
  • Non dimenticatevi di settare le impostazioni della vostra fotocamera. Prima di tutto attivate la funzione movimento è la prima cosa da fare per dare nitidezza alla foto. Subito dopo sincronizzate il timer con il vostro salto per poter catturare il salto all’apice della sua altezza.

PubblicitàPubblicità

fashion

Le scarpe rosse migliorano l’umore e lo stile

Pubblicato

-

Un paio di scarpe rosse hanno il potere di migliorare l’umore.

La notizia è apparsa su Cosmopolitan, il famoso giornale di moda e di tendenza

Dalle mitiche pump rosse glitter di Dorothy nel Mago di Oz, a quelle da ballerina in Scarpette rosse, il film del 1948 diretto da Michael Powell e Emeric Pressburger, sino alle più recenti scarpe con la suola rossa di Christian Louboutin, il potere benefico psicofisico è indiscusso.

PubblicitàPubblicità

Mettere ai piedi un paio di scarpe rosse procura un piacere profondo che va a toccare le più intime delle nostre sensazioni.

Anche se non ce ne rendiamo conto. Il rosso è il colore a cui associare passionalità, temperamento attivo e vita.

Figurarsi quando lo si usa con gli outfit di tutti i giorni.

Le scarpe rosse con tacco diventano super sexy se le abbini a look apparentemente sobri come una gonna a vita alta e una t-shirt.

Aumentano il fascino di pantaloni maschili o neri, e sprigionano invece gioco e ironia quando citi la moda anni 50 con una gonna a ruota e una camicia annodata sotto al seno, il caro buon crop top.

Niente panico se non ami i tacchi 12: anche le scarpe rosse basse hanno il loro perché, eccome se ce l’hanno! Provale con jeans strappati e pantaloni corti alla caviglia.

La regola da seguire con le scarpe rosse per un abbinamento furbo è di stare attenta ai colori a cui le vorrai associare. Lascia stare il verde in ogni sua tonalità se non vuoi alludere alla bandiera tricolore, – conclude Guia Rossi, l’inviata di Cosmopolitan –  così come con i colori pastello non si sposeranno mai veramente con il tuo nuovo paio di scarpe rosse lucide.

Infine apriti a nuovi orizzonti: chi l’ha detto che un paio di scarpe rosse da sposa non possono funzionare con l’abito bianco?

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

fashion

Festa della mamma, i regali per sorprenderla

Pubblicato

-

Si avvicina la festa della mamma che quest’anno sarà festeggiata domenica 13 maggio.

Un giorno speciale per sancire un’unione unica al mondo, quella tra madre e figlio/a.

Ecco che allora scatta la ricerca di un piccolo dono per questo giorno speciale, un pensiero che (al di là del prezzo) possa essere apprezzato e usato.

PubblicitàPubblicità

Prima di tutto fate in modo che sia vicino alla personalità della mamma, che si confacente al suo spirito chic o sportivo che possa essere.

Funzionano sempre e sono molto graditi i doni personalizzati: in vista dell’estate comprate un cappello di paglia (attenzione alla misura!) e poi fatelo ricamare con il suo nome. Sarà un’estate molto chic.

Oppure un maglioncino con il suo nome, una camicia da notte, o ancora una tazza del caffèlatte personalizzata.

Poi largo alle borse, ai foulard, ai sandali, gioielli, anelli, costumi, vista la stagione e qualche abitino leggero. Particolarmente apprezzate sono le giornata di benessere in una vera spa, comprensive di «coccole» che la mamma si merita oppure, per evitare i danni da caduta, una bella cover per il suo smartphone magari con qualche fotografia della Disney in stile silhouette e con decorazioni scintillanti in strass.

Ed infine, per chi ha la mamma che adora i lavori manuali ecco la tecnica decorativa a intarsio  per la creazione di maglie e tanti altri capi. Rigorosamente con ferri e gomitoli, e tutto in un kit semplice e intrigante.

La Festa della Mamma vera e propria, come la celebriamo oggi, nasce invece in Italia negli Anni Cinquanta, in un’epoca di grandi cambiamenti per il nostro Paese, la lenta uscita dalle macerie e dagli orrori della guerra e l’avvio verso una società nuova e un’economia industriale. Anche nelle neonata Repubblica italiana era importante riconoscere il ruolo della madre.

In Italia la moderna Festa della Mamma nasce a metà degli Anni Cinquanta in due occasioni: una legata a motivi commerciali e l’altra invece a motivi religiosi.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

fashion

Boom dei campioni omaggio: dagli assaggi delle fiere alle proposte web

Pubblicato

-

In principio c’era l’assaggio alla fiera.

Poi sono arrivati i flaconcini da portarsi a casa, e i coupon da ritagliare sui giornali e portare ai negozi; e così quella della caccia al campione omaggio è diventata una vera e propria arte.

Ma con l’era di internet le occasioni sono aumentate in modo esponenziale: tra buoni da stampare e form da compilare per riceverli direttamente a casa, c’è chi è riuscito a fare del campione omaggio addirittura una strategia di economia familiare.

PubblicitàPubblicità

Certo, non tutti possono permettersi di passare intere giornate a navigare in cerca di promozioni e offerte, ma c’è chi ha pensato di risparmiare la fatica ai “campioni dell’omaggio” mettendosi al posto loro a cercare i campioni omaggio.

Sono sempre di più, infatti, i portali web che si occupano di scovare, selezionare e raccogliere tutte le promozioni presenti in rete, che riguardano spesso non solo gli omaggi, ma anche i buoni sconto, le offerte speciali e i concorsi a premi. In questo sito trovi una raccolta di campioni gratuiti.

Ormai chiunque – anche il navigatore più pigro o saltuario – può farsi una scorpacciata di regalini che, messi insieme, volendo diventano una scorta significativa.

Il bello del mercato online, infatti, è che non conosce limiti: si possono raccogliere tutti i campioni omaggio che si desiderano e da un grandissimo numero di portali internet diversi.

I prodotti che si possono recuperare così sono davvero di ogni sorta: da profumi e cosmetici a detersivi e prodotti per la casa, fino a lenti a contatto e collezioni di numismatica passando per shampoo, buoni carburante, calendari e cibo per cani e persino riproduzioni di opere di Caravaggio e di Giotto e guide che spaziano dagli incentivi fiscali alla dieta del “mangiar sano” fino a uno smartphone.

D’altra parte per le multinazionali, quella di distribuire gratuitamente una scorta limitata dei prodotti è ancora oggi una delle strategie di marketing più efficaci: per un verso rappresenta infatti una fidelizzazione del cliente che si sente “coccolato”, per l’altro è un modo di raggiungerne anche altri potenziali.

Esistono poi dei concorsi per selezionare persone destinate a testare i nuovi prodotti, che vengono ricevuti gratuitamente a casa.

Non manca, certo, chi cerca di avvicinare i consumatori per propinargli il classico “pacco” o qualche truffa peggiore.

Ma anche da questo punto di vista, i siti specializzati mettono al riparo da brutte sorprese, proprio perché fanno da filtro e pubblicano solo offerte sicure e testate. Si può risparmiare moltissimo, quindi; a patto di digitare l’indirizzo giusto.

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it