Connect with us

Spettacolo

Ciak trentino per il talent show «Master of Photography»

Pubblicato

-

Il Trentino ha ospitati ieri le riprese della puntata dedicata al tema del paesaggio del primo talent show europeo dedicato alla fotografia prodotto da Sky Arts Production Hub.

Gli scatti dei concorrenti saranno valutati da una giuria di cui fa parte anche il maestro Oliviero Toscani.

Il programma, giunto alla terza edizione, sarà trasmesso in prima serata su Sky Arte HD (Canale 120 e 400) nel corso della primavera, in contemporanea in cinque Paesi: Italia, Regno Unito, Irlanda, Germania e Austria

Forte del successo registrato nelle prime due edizioni, nelle scorse settimane hanno preso il via le riprese della terza edizione di Master of Photography, primo talent show europeodedicato al mondo della fotografia. 10 tra fotografi professionisti e amatoriali, provenienti da tutta Europa, selezionati tra migliaia di candidati, dovranno cimentarsi in diverse sfide fotografiche nel corso degli 8 episodi per conquistare il titolo di miglior talento europeo e il premio più alto al mondo per un concorso fotografico.

Ad ogni puntata una giuria di rinomati professionisti del settore valuterà il loro lavoro ed eliminerà uno o più concorrenti.

Per la puntata dedicata alla fotografia paesaggistica, la produzione ha ritenuto che il Trentino rappresenti l’eccellenza in Italia per bellezze ambientali e varietà di situazioni.

Agli otto fotografi in gara saranno assegnati tramite sorteggio otto diversi percorsi/luoghi suggestivi dove scattare le foto.

Qui saranno accompagnati sul terreno da altrettante guide alpine e dai video reporter della produzione che documenteranno il loro lavoro. L’Alpe Cimbra, l’Altopiano della Paganella, San Martino di Castrozza, la Val di Fassa, la Val di Fiemme, la Val di Sole, la Val di Non e la Valsugana sono gli ambiti individuati.

Le foto realizzate nel corso della giornata saranno successivamente valutate da una giuria composta da maestri di fama internazionale e che quest’anno è stata in parte rinnovata.

Ad affiancare l’indiscusso maestro della fotografia Oliviero Toscani ci sono Mark Sealy, curatore e presidente dell’associazione ABP Autograph, ed Elisabeth Biondi, storica visual editor del New Yorker e oggi curatrice indipendente.

L’organizzazione delle riprese è stata curata da Trentino Marketing e Trentino Film Commission in collaborazione con gli ambiti turistici coinvolti.

Le registrazioni della terza serie si concluderanno a marzo e le otto puntate andranno in onda nel corso della primavera 2018 su Sky Arte HD (canali 120 e 400) in contemporanea in 5 Paesi: Italia, Regno Unito, Irlanda, Germania e Austria. Quella registrata in Trentino andrà in onda ai primi di giugno.

Master of Photography è una produzione originale di Sky Arts Production Hub, nuovo polo europeo dedicato alla creazione di programmi sull’arte e di contenuti artistici culturali rivolti ai 21 milioni di abbonati in Italia, Germania, Austria, Irlanda e Regno Unito.

Spettacolo

Spettacoli: Scanzi a Trento con il successo travolgente di «Renzusconi»

Pubblicato

-

La tragicommedia della politica italiana, fotografata nel best seller (quinta ristampa) “Renzusconi” del giornalista del Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi, sbarca a Trento con un doppio spettacolo esattamente a 48 ore dalle prossime elezioni del 4 marzo. (altro…)

Continua a leggere

Spettacolo

Striscia la Notizia: Tapiro con le corna per Ignazio Moser

Pubblicato

-

Valerio Staffelli consegna il tapiro al Trentino Ignazio Moser, ex ciclista e volto tv del Grande Fratello e figlio del grandissimo ciclista Francesco Moser.

Il «prestigioso riconoscimento» di Striscia all’ex gieffino arriva dopo lo scoop sul presunto incontro tra Cecilia Rodriguez e il suo ex Francesco Monte.

Ignazio Moser ha smentito categoricamente che i due si siano incontrati. In molti pensano che il presunto incontro sia stato fatto emergere per dare maggiore visibilità e popolarità ai due, ma che in realtà non sia mai avvenuto.  (Qui il video della consegna del Tapiro)

Continua a leggere

Spettacolo

Nadia Toffa ritorna alle Iene: «Ho avuto un cancro»

Pubblicato

-

Nadia Toffa è tornata ieri sera alla conduzione de Le Iene.

Fra la sorpresa generale la iena Toffa ha deciso  di raccontare i suoi ultimi due mesi dopo il malore, spiegando così la natura della sua malattia. “Ho avuto un cancro. In questi mesi mi sono curata: prima ho fatto l’intervento, poi la chemioterapia e la radioterapia. L’intervento ha tolto interamente il tumore, ma poteva esserci una piccola cellula rimasta e quindi ho seguito i consigli del medico e ho seguito le cure previste. Ora è tutto finito: il 6 febbraio ho finito la radio e la chemio”.

Le Iene Nicola Savino e Matteo Viviani, al fianco di Nadia Toffa al momento della confessione, sono scioccati, e l’accompagnano con parole di vicinanza.

La conduttrice continua  poi il suo racconto: “Non lo sapeva nessuno. Ho pensato tanto a questo momento… Fra di noi c’è sempre stata sincerità“, dice la Iena, rivolgendosi al pubblico, “e quindi voglio condividere con voi quanto successo. Mi sono appuntata alcune cose, a mano, come si faceva a scuola. Sono molto emozionata, non è facile”.

Nicola Savino le chiede se il malore fosse legato al tumore. Nadia Toffa risponde: “La fortuna è stata proprio che dopo lo svenimento ho fatto un accertamento, un check-up completo”.

Ma ci tiene a rassicurare tutti: “Ora sto benissimo. E rispetto a quello che mi è successo penso non ci sia assolutamente niente di cui vergognarsi, anzi. Ho solo perso qualche chilo, non mi vergogno neanche del fatto che sto indossando una parrucca, questi non sono i miei capelli. Non vi nascondo che ci sono stati momenti difficili. Quando vedi le prime ciocche di capelli che ti rimangono in mano è un momento molto forte. Mi è venuta in mente Gabriella, la bambina di Taranto che mi aveva raccontato di quanto avesse sofferto quando le erano caduti i capelli dopo che si era ammalata. Gabriella, ti ringrazio, perché ti ho pensato: se ce la fa uno scricciolo come te, allora ce la posso fare anch’io!” E aggiunge: “Mi sento orgogliosa anche di sapere cosa hanno provato le persone che ho intervistato per anni che combattevano contro il cancro, dalla Terra dei fuochi all’Ilva di Taranto”.

Parla poi a nome dei malati di cancro, e fa un appello: “Spesso per rispetto si tende ad avere una certa delicatezza con la persona che ha avuto un cancro. Invece vi chiedo normalità: continuate a prendermi in giro, a fare tutto come se non fosse successo niente, perché senza volerlo potreste farmi del male. Anche a voi che mi incontrate per strada: trattatemi come sempre, anche criticandomi se lo ritenete. Non trattateci da malati, noi malati di cancro siamo dei guerrieri, dei fighi pazzeschi!”. E conclude lanciando un monito contro le false cure e i millantatori di guarigioni alternative: “Le uniche cure contro il cancro sono la chemio e la radio. Poi ci sono altre cose che contano: il buonumore, lo stile di vita… Ma non c’è altro che possa curarti che non siano la chemio e la radio“. E la Toffa lancia il suo primo servizio de Le Iene del 2018. Con il suo proverbiale sorriso. Il suo, ne siamo sicuro, è un ritorno definitivo alla trasmissione e alla vita. 

Continua a leggere

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza