Connect with us

News dalle Valli

Cia: «Anche il potere politico di arrende e scarica la dirigente Zappini».

Pubblicato

-

E’ notizia di oggi che Luisa Zappini non sarà più responsabile della Centrale Unica di Emergenza della Provincia di Trento. «Una decisione che ormai non stupisce più chi sta seguendo da mesi questa vicenda – dichiara il consigliere di “AGIRE per il Trentino” Claudio Cia -, e che arriva in ritardo rispetto alle richieste di dimissioni della Dirigente avanzate dal sottoscritto nel corso del 2017».

Questa spirale discendente della Dirigente era iniziata con il caso del concorso pubblico per la Centrale Unica, con anomalie e irregolarità denunciate proprio dal consigliere Cia tramite interrogazioni ufficiali rivolte alla Giunta provinciale, dopo le quali il concorso era stato annullato, e segnalate dallo stesso anche ad Anac, Procura e Corte dei Conti.

«Di fronte alla richiesta di dimissioni della dirigente e dell’istituzione di una commissione di inchiesta – ricorda Cia –, Rossi dichiarava sui quotidiani che: “Non siamo nel Medioevo”. A distanza di mesi viene invece comunicata la decisione della Provincia di affidare la responsabilità della CUE ad altro dirigente “per ragioni di opportunità”».

PubblicitàPubblicità

Poche settimane fa è stato il caso delle elezioni del Collegio Ipasvi di Trento, convalidate dalla presidente del seggio Zappini nonostante il mancato raggiungimento del quorum, altro tema segnalato da Claudio Cia in Provincia, alla quale ha ora richiesto i dati delle ultime 5 votazioni per verificare se chi negli ultimi anni ha rappresentato gli infermieri trentini davanti alla Provincia, sia stato effettivamente legittimato da consultazioni rispettose della legge. L’elezione in questione è stata poi annullata in autotutela e riconvocata: con il raddoppio della partecipazione Zappini ha perso anche la presidenza del Collegio infermieri, rifiutando di entrare nel Collegio come semplice membro del direttivo.

​​Era stata sempre Zappini ad avviare contro il consigliere Cia un oneroso procedimento disciplinare in seguito ad un’interrogazione sul tema della sanità, che lo ha costretto ad arrivare fino al Ministero della Salute a Roma per difendersi. «A breve arriverà la decisione finale da Roma, che ​confido mi darà ragione anche su questo versante, evidenziando un utilizzo improprio della carica di Presidente del Collegio infermieri.

«La giustizia è come un treno – chiosa il consigliere –, quasi sempre in ritardo, ma prima o dopo arriva. Anche il potere politico si è arreso di fronte alle tante anomalie e scarica la signora Zappini: un tempo presidente dell’Upt, difesa a spada tratta da Dellai che ebbe a dire che la stessa era vittima di “un volgare processo mediatico-politico inaccettabile”, arrivando a dire che “quando i mal di pancia di qualche dipendente o il rancore di qualche consigliere finiscono per scatenare clamori di questo tipo, vuol dire che stiamo andando fuori dal seminato”. Insomma per lei Dellai era pronto a mettere la mani sul fuoco; meno male che non l’ha fatto, altrimenti ora si ritroverebbe con due moncherini».

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Apt Valsugana, Denis Pasqualin nuovo presidente

Pubblicato

-

Si è svolta in data odierna la prima seduta del nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Azienda per il Turismo Valsugana Soc. Coop. avente come ordine del giorno due unici punti: l’elezione del Presidente e del Vicepresidente dell’azienda. (altro…)

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

«Oltre le mura. Memorie di guerra, sospiri di pace»: Ossana ricorda la fine della Grande Guerra

Pubblicato

-

Sono trascorsi cento anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale e Ossana, insieme al suo magnifico castello, ha deciso di ricordare quel periodo difficile e doloroso terminato nel 1918, anno che segnò anche il destino delle nostre terre che diventarono italiane, ospitando una ricca stagione culturale. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Trentino MTB allo zenit in Val di Sole: aggiornato il tracciato e bellezza invariata

Pubblicato

-

Sfida da urlo per i bikers di Trentino MTB a Malé, ai piedi delle Dolomiti di Brenta. L’apprezzata Val di Sole Marathon, in programma il 15 luglio, aggiorna il percorso per motivi logistici, mantenendo tuttavia invariata – e questa è una garanzia – la bellezza paesaggistica e le specificità tecniche dei due tracciati di gara. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it