Menù principale

Per 22 mesi incassa la pensione della suocera morta.

Per 22 mesi ha continuato ad incassare la pensione della suocera morta facendo finta di nulla, poi l’Inps ha effettuato la segnalazione e l’uomo è finito sotto inchiesta per indebita percezione di erogazioni da parte dello Stato.

La pensionata in questione era morta l’11 luglio 2014, ma i mille euro della pensione, più l’accompagnatoria hanno continuato a finire nelle tasche del genero, un uomo di 54 anni, originario di Castello Tesino, in Trentino, che viveva nel padovano e aveva il conto cointestato con la suocera.

Di fronte alla richiesta di rinvio a giudizio ora il difensore dell’uomo, che era finito sul lastrico a causa del periodo di crisi che aveva mandato all’aria la sua falegnameria, ha proposto un percorso di riparazione sociale e una rateizzazione per ripagare il debito con lo Stato. Tanto più che il Comune non avrebbe segnalato all’Inps il decesso e che il genero e la figlia dell’anziana l’avevano accudita fino all’ultimo, per poi trasferirsi a Castello Tesino, finiti sul lastrico






Un commento A Per 22 mesi incassa la pensione della suocera morta.

  1. No Name ha detto:

    Ma non ho capito, deve pagare il cittadino? 4 scarpate nel culo e licenziamento immediatato per quei impiegati che non hanno fatto la segnalazione all inps. Vergogna!!!!

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*