Menù principale

Un anno da record per la storica associazione Trentina

ADMO: 721 nuovi iscritti e 40 mila euro donati all’APSS

L’anno che si è appena concluso è stato molto importante per ADMO Trentino: a 25 anni dalla sua fondazione i volontari si impegnano con sempre maggiore entusiasmo per donare speranza ai tanti malati di un tumore del sangue.

Sembra davvero quindi che i risultati quando ci si mette il Cuore arrivano: 721 nuovi potenziali donatori nel 2017, 721 speranze di vita. 

Questo risultato è ancora più importante se pensiamo alla compatibilità rarissima in caso di trapianto (1 su 100.000) e all’aumento esponenziale dei casi di linfomi e di leucemie: l’impegno di ADMO è essenziale e i Trentini hanno dimostrato ancora una volta di essere persone dal cuore grande.

L’attività di sensibilizzazione svolta da ADMO (associazione donatori midollo osseo) ha portato il messaggio del Dono in tutto il Trentino, attraverso serate, eventi e manifestazioni.

I risultati più importanti come numero di iscritti sono stati raggiunti, ancora una volta, nelle scuole superiori: i volontari hanno fornito agli studenti una visione ampia delle problematiche legate alle malattie del sangue e della possibilità di combatterle attraverso la donazione ed il trapianto di midollo. ADMO ha spiegato ai giovani che Donare vita è semplice e che proprio ora, adesso, si può decidere di cambiare la vita di qualcuno e quindi anche la nostra.

ADMO, però, non si occupa solo di sensibilizzazione. Le analisi genetiche indispensabili per l’iscrizione di un donatore nel registro nazionale, tipizzazioni, possono essere eseguite esclusivamente da laboratori certificati ad alta risoluzione con un aumento notevole di costi per l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari.

ADMO, da molti anni, ha scelto di sostenere economicamente l’APSS e in particolare il laboratorio di tipizzazione dell’Ospedale Santa Chiara di Trento, unico in provincia, con una borsa di studio annuale per medici e biologi pari a 20.000 euro e mettendo a disposizione la sua segreteria per fissare tutti gli appuntamenti per la tipizzazione degli aspiranti donatori.

Nel 2017 ADMO ha scelto di fare anche di più: altri 20.000 sono stati donati all’APSS, in particolare al Servizio di Immunoematologia e Trasfusione di Trento, per la tipizzazione HLA di 100 nuovi donatori di midollo osseo per l’anno 2018.

Una somma così importante, 40.000 euro, è frutto del contributo di tante persone generose, della fatica di tanti volontari e dell’appoggio di tante aziende coinvolte nelle Raccolte fondi che ADMO organizza durante l’anno. Solo grazie a tutte queste forze l’obbiettivo di ADMO diventa raggiungibile: portare speranza, salvare vite, regalare sorrisi e asciugare lacrime, perché sempre più persone non debbano affrontare il dolore della perdita, perché sempre più malati possano vedere
una luce nel buio della malattia.

ADMO Trentino ha, inoltre, donato 12.000 euro alla Divisione Ematologia del Policlino G.B. Rossi di Verona per permettere al “Centro Trapianto Midollo Osseo” e in particolare al Dott. Benedetti, medico di riferimento per la donazione effettiva dei donatori trentini, di lavorare al meglio. La strada è quella giusta, si tratta di percorrerla insieme, Sempre nell’interesse dei malati.






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*