Connect with us

Musica

È morto Giorgio Lenzi, il re dello «Jodler»

Pubblicato

-

È morto ieri mattina, 2 gennaio 2018, all’età di 74 anni, Giorgio Lenzi, (vero nome Giorgio Libardi) la «Voce delle Dolomiti», conosciuto per uno degli stili interpretativi della musica folk, il  cosi detto «Jodler». 

Lenzi ebbe il suo momento di massimo splendore negli anni 70 e 80 proprio grazie al suo innovativo stile musicale che sfugge a qualsiasi definizione  e che ha costituito nel tempo un’assoluta novità. Dotato di una voce particolare con una notevole estensione, Giorgio Lenzi ha coltivato la passione per lo Jodler, canto tipico delle Dolomiti. Oltre ad essere appassionato cantante, Giorgio Lenzi è stato anche albergatore e valente cuoco.

Lunghissima la sua carriera che lo ha visto presente in numerose trasmissioni televisive. (qui il celebre duetto con Renato Pozzetto) Nella sua lunga carriera di artista, Giorgio Lenzi ha ricevuto numerosi riconoscimenti:  Diploma di Benemerenza e Medaglia D’Oro dall’ ENIT si Roma per Valori Artistici;  Medaglia d’Oro della Provincia Autonoma di Trento per aver portato il “Genere Musicale Dolomitico” oltre Oceano,  Premiazione giornalistica “VOGUE” a Milano come “ Personaggio dell’Anno nel settore Folk Dolomitico” , Riconoscimento Internazionale “Foyer des Artistes” 1996 consegnato il 01/03/1996 nell’Aula Magna dell’Università di Roma, Riconoscimento di Benemerenza da Presidente del Consiglio della Provincia di Trento, Signor Alessandrini.Giorgio Lenzi: Voce originale dello Spott Pubblicitario della “VOLVO”.

PubblicitàPubblicità

Non sempre però chi ha successo oltre i confini è profeta in patria. Giorgio Lenzi infatti in Trentino per anni è stato snobbato. Famosa una sua intervista rilasciata ad un media Trentino dove il cantante minacciò di andarsene dal Trentino. «Io – sbotta – che amo le Dolomiti e che le ho pubblicizzate come nessun altro, cantando le melodie che ne esaltano la loro bellezza ed unicità, mi sento umiliato da questi governanti che dimenticano i loro talenti. Perciò sto meditando di trasferirmi altrove, visto che qui non sono apprezzato». – dichiarò allora.

Giorgio Lenzi era nato a Levico Terme e grazie al suo diploma di “Chef di cucina” e alla conoscenza di diverse lingue aveva  gestito per anni l’albergo ristorante Aurora di Levico Terme

IL CAMMINO ARTISTICO – Giorgio Lenzi si è fatto notare con la trasmissione radiofonica Settimana Corta, condotta da Pippo Baudo alla RAI di Milano … Successivamente in tournèe con Lara Sait Paul e Tony Renis, Registrazioni di varie puntate di “ Batto Quattro” condotta dal Grande Gino Bramieri. Alla RAI TV “ IL POETA E IL CONTADINO” con Renato Pozzetto e “AZZURRO CICALE VENTAGLI” condotta da Sergio Leonardi. “CANZONISSIMA” condotta da Pippo Bauto e Paola Tedesco, “FANTASTICO” condotto da Beppe Grillo, Heather Parisi e Lotetta Goggi. PIANCAVALLO SPECIAL” condotto da Luciano Minghetti a TV Capodistria. “TOMBOLA TELEVISIVA SVIZZERA” con il Quatretto Cetra. “PANORAMA MUSICALE ITALIANO” alla televisione tedesca, “SI RIDE SULLE DOLOMITI” con Barbara Boncompagni a RAI DUE. “FOLK ITALIA” condotto dallo stesso Lenzi alla RAI di Torino. Partecipazione al “FESTIVAL DI SPALATO” insieme ad Al Bano, I nuovi Angeli, Roberto Vecchioni con un ottimo piazzamento. Ospite al Festival Internazionale “MILANO POESIA”, “SE” Special da Napoli, condotto da Nino Castelnuovo.”SALTINBANCHI SI MUORE” con Enzo Jannacci alla RAI, “ 3 – 2 – 1 CONTATTO” su RAI UNO. “ITALIANISSIMA SERA” presso la Rai Corporation di Toronto a New York. Partecipazione al “GRANDE GIOCO DELL’OCA” condotto da Gigi Sabani. “ PRIMA CHE… IL CALCIO” con Fazio e Bartoletti su RAI TRE ( 18/12/1994), “ DOVE SONO I PIRENEI” condotto da Rosanna Cancellieri ( 13/12/1994), “UNO MAIINA” 13/01/1995, “DOVE SONO I PIRENEI” condotto da Rosanna Cancellieri (12/04/1995) “LA STANGATA” con Lorella Cuccarini e Jacchetti su CANALE 5 (12/5/1995).”IL MEGLIO DELLA STANGATA” su CANALE 5 ( 07/07/1995). “UNO MATTINA” ( 29/11/1995) “LA RUOTA DELLA FORTUNA” canale5 ( 01/04/1996 ). “MILANO ‘97” rai tre ( 23/03/1997 ) “SONNTAGSKONZERT” ZDF Germania ( 20/04/1997 ), “SCHERZI A PARTE” 29/09/1997. “ SEI DEL MESTIERE” con Claudio Lippi 18/8/1997 ANTEPRIIMA DI SCHERZI A PARTE” con Gene Gnocchi 19/9/1997, “SCHERZI A PARTE” con Lopez e Arena 17/10/1997, “QUELLI CHE IL CALCIO” con Fabio Fazio 15/02/1998. Dal 1/12/1999 al 16/4/2000 partecipa come Ospite Fisso a “BUONA DOMENICA” con Maurizio Costanzo Canale 5, Ostite RAI 3 di “ALPE ADRIA” 19/11/2000. Ripetuti passaggi su “BLOB” RAI 3; fra questi “ POETA E CONTADINO CON POZZETTO”; BUONA DOMENICA con Maurizio Costanzo, LA RUOTA DELLA FORTUNA” con Mike Buongiorno; “ FANTASTICO” con Beppe Grillo.

 

 

 

PubblicitàPubblicità

Musica

Musica: Irene Grandi canta i suoi classici a Pergine

Pubblicato

-

Il palco di Tutti #Fuori, al Parco Tre Castagni di Pergine, avrà quest’anno un’ospite d’eccezione: si tratta di Irene Grandi, che sarà in scena il 26 maggio. (altro…)

PubblicitàPubblicità
PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Musica

Tutto esaurito per il concerto in quota di Bob Sinclar

Pubblicato

-

Tutto esaurito per il concenrto di Bob Sinclar sul Monte Spinale: 3.800 i biglietti venduti. All’invito di ascoltare dal vivo il famoso DJ e producer francese, hanno risposto in migliaia. Due ore di musica tutta da ballare per la prima edizione di “Dolomiti Top Music”.  (altro…)

PubblicitàPubblicità
PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Musica

Worldwide: quando un luminare come Peterson oltrepassa il confine tra club culture e jazz

Pubblicato

-

Prosegue con un dialogo tra club culture e rare groove, Jazz’About, la galassia musicale targata Centro Servizi Culturali S. Chiara.

In occasione del penultimo appuntamento della rassegna, il prossimo 23 marzo il Teatro SanbàPolis di Trento ospiterà l’artista britannico Gilles Peterson, uno dei tastemaker dell’ambito musicale più influenti degli ultimi due decenni.

Dj? Speaker radiofonico? Produttore discografico? Profondo conoscitore degli ambienti musicali più underground? Difficile – se non addirittura inutile – definire Gilles Peterson con una sola parola: rischieremo inevitabilmente di limitare le potenzialità di un artista a trecentosessanta gradi apprezzato dal pubblico e dalla critica per aver sperimentato nuove fusioni e incontri musicali, come quello tra il jazz da un lato e la club culture più sofisticata dall’altro. Un talento inarrestabile e un precursore stilistico, come dimostrato dalla sua etichetta Talkin’ Loud, che a partire dagli anni ’90 rivelò al mondo il talento e la classe di band come Incognito, Galliano, Young Disciples.

PubblicitàPubblicità

C’è chi probabilmente lo definirebbe in maniera un po’ insolita un archeologo musicale in grado di riscoprire gemme dimenticate dalle sonorità soul, funk, latin e afro e di mescolare una serie infinita di stili musicali ed artisti che apparentemente non hanno alcuna affinità –  ed effettivamente chiunque abbia ascoltato anche solo un paio di volte il suo influente programma radio Worldwide sulla BBC difficilmente non noterebbe l’eclettismo e la classe delle sue selezioni.

Il suo ricchissimo curriculum parla da sé. Sarebbe stato riduttivo invitarlo a Trento “solo” nelle vesti di dj, motivo per cui con questo appuntamento Jazz’About ha voluto affidargli una vera e propria direzione artistica per l’intera serata del 23 marzo, trasformando così l’appuntamento serale in un’esperienza musicale totale.

Le radici più autentiche del dancefloor – quelle precedenti alle rivoluzioni techno e house per intenderci – si fonderanno durante il dj set con le sonorità visionarie e più sofisticate della musica elettronica contemporanea.

Alfa Mist, una delle promesse migliori della nuova scena jazz.

Per completare la line up, Peterson ha voluto portare con sé uno dei più brillanti talenti della nuova scena UK Jazz targata Brownswood, la sua personale etichetta discografica. Si tratta della giovanissima stella Yazmin Lacey, catapultata dall’East End a Nottingham per costruire una carriera ancora agli inizi, eppure già in grado di brillare grazie al suo particolarissimo timbro in grado di equilibrare al contempo forza e fragilità.

Al suo fianco il producer Alfa Mist ed i suoi brani in grado di esplorare in lungo e in largo tutti gli angoli della musica black – dalle armonie jazz fino al beat di strada – e di raccontare con uno stile impeccabile il lato più crudo e cupo della sua Newham, nel profondo East End londinese.

L’appuntamento con Gilles Peterson e i suoi talenti è per venerdì 23 marzo alle ore 21.00, presso il Teatro SanbàPolis di Trento.

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it