Menù principale

Un soccorritore si è fratturato una gamba

Monte Bondone: trovato cadavere dell’escursionista disperso

Un escursionista risulta disperso sul monte Bondone, la cima che domina la città di Trento. Di lui si sono perse le tracce nella giornata di sabato.

Le ricerche sono cominciate ieri pomeriggio quando è stato dato l’allarme. Le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e il soccorso alpino sono stati impegnati fino a tarda notte ma non vi sono ancora notizie del disperso. Da quanto si apprende i soccorritori sono impegnati a perlustrare la zona del Cornet (2180 metri) e delle Viote, la spianata sottostante, dove l’uomo si aggirava prima che non si avessero più sue notizie.

AGGIORNAMENTO ORE 9:30 – Il corpo senza vita dell’escursionista è stato ritrovato dagli uomini della Protezione civile e del Soccorso Alpino che hanno battuto a tappeto la montagna per tutta la notte e le prime luci dell’alba. Si tratta di un’escursionista, Stefano Marcuzzo, 57 anni, nato a San Fior (Treviso) ma residente da tempo a Trento.

Con le ciaspole aveva raggiunto la vetta del cornetto. Nello scendere è scivolato in un canalone. La fidanzata ha dato l’allarme a sera e il corpo del giovane, senza vita, è stato ritrovato nella notte dal soccorso alpino, che ha effettuato le ricerche con l’aiuto delle lampade frontali fino a raggiungere la cima del Cornetto, con una temperatura di -20 gradi.  L’escursionista è stato trovato in un canalone.

AGGIORNAMENTO ORE 11:00 –  Un soccorritore, durante le operazioni, è scivolato perdendo un rampone. La caduta gli ha causato una frattura della gamba ed è stato trasportato in ambulanza a valle.






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*