Menù principale

La Beneamata sale in paradiso, il Diavolo scivola all’inferno

L’Inter è la nuova capolista della serie A. Alla Scala del Calcio la Beneamata rifila la cinquina alla truppa del trentino Rolando Maran.

I nerazzurri sostenuti dalla difesa impermeabile collezionano la dodicesima vittoria e si preparano al big match di sabato allo Stadium contro la Vecchia Signora.

Alle spalle dei Bauscia di Milano, il Napoli cade al San Paolo contro i Campioni d’Italia del conte Max.

Gonzalo Higuain nell’anticipo di venerdì trafigge il “cuore di Napoli” con il classico gol dell’ex.

Il Milan del nuovo tecnico Gennaro Gattuso, in seguito alla cacciata di Montella, pareggia allo stadio Vigorito contro il Benevento. Primo punto nella massima serie per il team campano che raggiunge l’equilibrio sui titoli di coda.

Nelle zone altolocate del tabellone, la Lupa giallorossa regola la Spal all’Olimpico, mentre le Aquile di Simone Inzaghi ribaltano il Doria a Marassi.

Nelle posizioni di rincalzo il Toro pareggia con la dea bergamasca, mentre i Felsinei dividono la posta in palio con i Quattro mori di Sardegna.

E’ amaro anche il debutto di Giuseppe Iachini, sulla panca del Sassuolo, contro la Viola.

Sul tabellino del cronista non sono annotati rigori decretati e trasformati, registriamo la tripletta di Ivan Perisic e la rete del portiere del Benevento, Alberto Brignoli.

Per gli amanti delle curiosità, l’estremo difensore degli Stregoni, in prestito dalla Juventus, è nato a Trescore Balneario (Bergamo) ventisei anni fa.

IL PUNTO Ventiquattro sono le reti realizzate (di cui otto in trasferta) nella quindicesima giornata di serie A.

Tre, sono le vittorie tra le mura amiche (Inter, Roma, Fiorentina), due i successi esterni (Juventus, Lazio), tre sono i pareggi (Bologna-Cagliari, Torino-Atalanta, Benevento-Milan).

IN PRIMO PIANO – Il miglior attacco è della Juventus (41 reti). Il primato delle vittorie lo contendono Inter, Napoli e Juventus (12 successi). Gli undici di Luciano Spalletti sono imbattuti nel torneo.

L’Inter scalza il primo posto ai Partenopei. Le difese meno perforate sono quelle di Inter, Napoli e Roma (10 reti al passivo).

SERIE A – Dopo 1350 minuti la classifica è la seguente: Inter (39) – Napoli (38) – Juventus (37) – Roma (34) – Lazio (32) – Sampdoria (26) – Bologna, Fiorentina, Milan (21) – Atalanta, Torino, Chievo (20) – Cagliari (16) – Udinese, Crotone (12) – Sassuolo (11) – Spal, Genoa (10) – Verona (9) – Benevento (1).

(*Udinese due partite in meno. Sampdoria, Roma, Lazio, Crotone, Verona e Genoa una partita in meno).

Nella classifica capocannoniere, Icardi comanda con 16 centri, podio d’argento per Immobile  con 15 reti, piazza di bronzo per Dybala con 12 sigilli.

IL TABELLINO –

Sampdoria-Lazio (1-2) -56’ Zapata (S), 80’ Milnikovic-Savic (L), 90’+1’ Felipe Caicedo (L)-

Inter-Chievo (5-0) -23’ 57 90’+2’ Perisc (I), 38’ Icardi (I), 60’ Skriniar (I)-

Fiorentina-Sassuolo (3-0) –32’ Simeone (F), 42’ Veretout (F), 71’ Chiesa (F)

Bologna-Cagliari (1-1) -42’ Joao Pedro (C), 81’ Destro (B)-

Benevento-Milan (2-2) -38’ Bonaventura (M), 50’ Puscas (B), 57’ Kalinic (M), 90’+5’ Brignoli (B)-

Torino-Atalanta (1-1) -45’ Nkoulou (T), 54’ Ilicic (A)

Napoli- Juventus (0-1) -12’ Higuain (J)-

Roma-Spal (3-1) -19’ Dzeko (R), 32’ Strootman (R), 53’ Pellegrini (R), 55’ Viviani (S)-

IL POST – Domani sera (lunedì) si giocano le partite: CrotoneUdinese (19.00) e VeronaGenoa (21.00).

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*