Menù principale

Zanetti (Forza Italia) presenta una mozione in consiglio comunale.

Sicurezza, chiesto un presidio fisso in centro storico.

Nella mozione Christian Zanetti consigliere comunale di Forza Italia chiede al sindaco Andreatta di attivarsi con il Comitato Ordine Pubblico e Sicurezza al fine di proporre più efficaci provvedimenti contro la microcriminalità e lo spaccio di droga in Centro Storico, nello specifico di via Prepositura e piazza Portela e nel più breve tempo possibile (ore e non mesi), individuare e creare un presidio fisso, (come già esiste in piazza Dante), in via della Prepositura, cuore dello spaccio, criminalità e degrado, composto dalla nostra Polizia locale, coordinata con le forze dell’ordine, per poter vigilare H24 la zona ormai fuori controllo, per il bene dei cittadini e dei residenti.

È questo in concreto il cuore della mozione che diventa ancora più attuale dopo i recenti casi successi in centro storico ormai meta abituale di spacciatori e criminali stranieri.

Negli ultimi anni il tema della sicurezza è uno dei più sentiti dai cittadini, che pongono con forza agli amministratori una domanda di legalità e vivibilità nelle vie e nei quartieri della città. Ricordiamo che è’ stato creato un Gruppo di Lavoro dentro il consiglio comunale, per affrontare la questione della sicurezza partendo da una visione che metta al centro i valori della legalità e del rispetto delle persone e del bene comune.

«Riteniamo che la questione della sicurezza sia complessa e che trovi risposta, in generale, in un mix di politiche e di azioni, che vanno dalla prevenzione e dal controllo coordinato e puntuale dei territori da parte delle Forze dell’Ordine, per riqualificare le zone in degrado. La priorità che abbiamo individuato, consiste nel ripristinare la legalità e la vivibilità nelle vie e nelle piazze di una zona in particolare del Centro Storico. Si tratta di un intervento non più procrastinabile»si legge nella mozione di Zanetti.

Secondo il consigliere di Forza Italia l’Amministrazione comunale deve riconoscere che la zona che va da Piazza S. Maria Maggiore a Piazza Dante (oltre alle nuove zone di degrado), è frequentata tutti i giorni dalla mattina a notte inoltrata, da spacciatori di droga e da delinquenti ed è colpita da illegalità e da degrado, con conseguente situazione di disagio per le famiglie e per le attività economiche che comporta una minor qualità della vita.

«Il sindaco deve riconoscere che le misure adottate fino ad oggi sono risultate insufficienti. sono ormai all’ordine del giorno, le scene di vera e propria guerriglia tra bande di spacciatori e delinquenti nelle strade del centro e, nello specifico si verificano quotidianamente in via della Prepositura e in piazza della Portela dove ormai la fanno da padroni. Nell’ultimo episodio verificatosi ieri sera (11.10.2017) hanno creato cospicui danni agli esercenti della zona (gettando tavoli in mezzo alla strada e sulle macchine e/o motocicli), ai mezzi pubblici (frantumando vetri e/o parabrezza) e, ovviamente agli abitanti della zona che sono esausti, perché si sentono abbandonati a se stessi, senza un minimo di tutela da parte di un amministrazione purtroppo assente. E questi riportati, sono solo alcuni esempi di comportamenti incivili che vanno contrastati con fermezza, senza se e senza ma, come richiesto diffusamente ed in modo sempre più pressante dai nostri concittadini» – termina Zanetti.

 






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*