Menù principale

Aquila di nuovo sfortunata, annullato il canestro vincente di Forray

Basket, folle rivincita al Taliercio: Venezia esulta sulla sirena, Trento ko 79-78

Come prima, più di prima, è stata gara 7 tra Reyer Venezia e Aquila Trento. Era finita 4-2 in finale scudetto, campione Venezia in una serie thrilling. Si può dire che la Dolomiti Energia non è stata fortunata nemmeno nella gara di oggi, persa 79-78 all’ultimo secondo.

Orelik, protagonista con 24 punti, ha messo il canestro della vittoria, in una mischia selvaggia, a 15 secondi dalla fine. Trento ha la palla del successo in mano a 5 secondi dal termine. Sbaglia il tiro Flaccadori, Forray al volo segna il canestro del successo sulla sirena. Gli arbitri vanno a rivedere e annullano giustamente.

Aquila beffata al Taliercio ancora una volta, come in gara 5 con la tripla di Bramos. Anche qui qualche errore pesante ai liberi con Sutton che ha fatto uno 0 su 2 più un contropiede decisivo nell’ultimo minuto. Poco da recriminare comunque, questo è il basket.

Trento se l’è giocata alla grande. 23 punti e 7 rimbalzi di Behanan, 12 di Shields (limitato dai falli) e Flaccadori. 28 su 37 ai liberi per la squadra, tanti recuperi e poche perse ma non è bastato.

LA CRONACA

PRIMO QUARTO

Nessun canestro nel primo minuto e mezzo di gioco. Penetrazione del centro bianconero Behanan che segna e subisce fallo. 3-0 Aquila per cominciare la gara. Forray ruba la rimessa che porta ai liberi dello stesso Behanan. 2 su 2 e 5-0 Trento. Peric a canestro per la Reyer dopo quasi tre minuti di digiuno, ma Beto Gomes risponde subito per il 7-2 bianconero. Haynes si sblocca da tre, meno due Venezia. Shields subito a segno in sospensione da fuori. 9-5 Aquila che sembra molto sciolta. Errore Behanan, Haynes punisce ancora per il meno due. Behanan trova ancora una buona soluzione ma sbaglia e scadono i 24 secondi. Venezia può pareggiare però commette blocco irregolare in attacco. Un libero su due per Forray. Shields subisce fallo, altri due liberi poiché Venezia è andata prestissimo in bonus falli. 12 a 7 che diventa 14 a 7 per un altro fallo di Biligha. Nuova palla persa, Baldi Rossi in contropiede per Silins. 16-7 Trento e timeout Venezia. De Nicolao e Ress accorciano, liberi di Baldi Rossi per il 20-12 bianconero dopo 8 minuti. Flaccadori va dentro con un tiro forzato ma segnato. Più 10 Dolomiti. Liberi di Orelik e Franke. 23-14 Trento con 5 punti di Behanan. Anche Haynes a 5.

 SECONDO QUARTO

Bomba Venezia, ma fallo sulla tripla di Flaccadori che mette tutti e tre i liberi. Tripla anche di Orelik. 20-26, accorcia Venezia. Timeout Buscaglia che ferma l’inerzia. Liberi di Johnson e bomba di De Nicolao per il meno 4. Shields in rovesciata e bomba di Orelik. 25-28 Aquila. Ancora Orelik con canestro e fallo. Pareggio a quota 28 dopo 3 minuti del secondo quarto. Venezia recupera 9 punti molto velocemente. Forray sbaglia, rimbalzo Behanan che segna il nuovo vantaggio. Recupera palla Trento ma Behanan commette infrazione di passi. Momenti poco lucidi della gara. Watt pareggia col tiro da due in sospensione. Antisportivo in attacco a Sutton e terzo fallo per l’ala bianconera che colpisce Orelik. Due liberi segnati per quest’ultimo e vantaggio Venezia. Stoppata di Shields regolare, ma gli arbitri valutano l’azione non valida e danno canestro ai padroni di casa. 34-30 per la Reyer. Partita che inizia a essere tesa. Tanti falli e tante chiamate contestate. Bonus per entrambe le squadre a metà quarto. Behanan ruba un passaggio e va a schiacciare. Ancora difesa Aquila con il furto. Beto va a prendere i liberi. Pareggio a 34. Stoppata Behanan, tripla Bramos. Partita fantastica. Shields 1 libero su 2. Errore Reyer, Shields fa schiacciare Behanan. Pari 37, due minuti da giocare. Peric fa solo un libero, Shields lo emula. Ancora rimbalzo Aquila, Shields lancia Behanan da solo. Nuovo sorpasso Trento. 2 su 2 di Flaccadori. Timeout sul 38-42. Forzature da entrambe le parti.

Trento avanti 42-38 all’intervallo.

Foto Daniele Montigiani / Aquila Basket Trentino

TERZO QUARTO

Venezia sorpassa con due schiacciate di Watt e la tripla di Haynes dopo i liberi di Shields. Timeout Buscaglia, 45-44 Reyer. Tanto per cambiare, fallo e liberi di Behanan per Trento. Ne segna uno per la parità. Tanta frenesia, contatti ed errori. Ritmo folle. Shields in arresto e tiro vincente, Peric in post basso. Nuovo pareggio. Ennesimo fallo su Behanan. Sbaglia il libero e prende il suo rimbalzo, 50-47 Aquila. Nervosismo, fallo tecnico a Shields. Quarto fallo per lui, pesante decisione arbitrale. Behanan ancora picchiato, due su due. 52-48 Trento. Ancora fallo, quarto di Sutton, per Trento un grande problema. Biligha accorcia, pareggia Johnson. Sutton resta in campo e mette la tripla. Johnson la restituisce. 55-55. Bomba da distanza siderale di Orelik. Sutton si fa autocanestro tentanto il rimbalzo su libero sbagliato. 61-56. Accorcia Franke con la bomba. De Nicolao su assist di Orelik, Flaccadori da tre. 63-62 per Venezia al 30′.

QUARTO QUARTO

Baldi Rossi a segno in gancio. Recupera palla in difesa e Behanan segna da sotto il 66-63 bianconero. Ancora rubata di Beto ma palla persa da Baldi Rossi. Penetrazione vincente di Beto, 6 a 0 di Trento. Dall’altra parte però c’è Orelik con la tripla e 22 punti. Franke risponde con la bomba. 71-66 con spettacolo in campo. Errore di Watt, contropiede Flaccadori. Venezia deve chiamare timeout sul 73-66 Aquila. Tripla di Johnson che accorcia, errore Trento e nuova bomba dello stesso Johnson. Si unisce Bramos alla festa. 9-0 e due di vantaggio Venezia. 75-73, incredibile. Poi fallo tecnico a Bramos. Forray in lunetta con un punto. Timeout. 4 minuti alla fine. Watt stoppa e Johnson va a segnare. Sul successivo contropiede però perde la palla mentre è da solo. Sutton stoppa Peric, va a segnare poi dall’altra parte e infine Flaccadori completa la rimonta e sorpasso Aquila. 78-77. Sutton comincia a dominare, sbaglia la schiacciata e va in lunetta ma fallisce i liberi. Pazzesco. Un minuto alla fine. Ancora recupero Sutton, contropiede tre contro uno ed è ancora un errore da sotto del numero 2 che viene tradito dal ferro. Mischia in area, ne esce all’ultimo secondo Orelik con un canestro di pura voglia. 15 secondi da giocare e palla a Trento, sotto di uno. Due falli di Venezia per andare in bonus. 5 secondi, tiro di Flaccadori sbagliato, deviazione di Forray. Si guarda il replay per vedere se il canestro è buono ma il tempo era scaduto. Vince Venezia 79-78.






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*