Menù principale

Inter, Napoli e Juventus al comando

La Vecchia Signora e la Beneamata vincono in trasferta, nel derby campano il Ciuccio demolisce la Cenerentola della Serie A, il Benevento di Marco Baroni.

Paulo Dybala guida la riscossa dei piemontesi alleviando in parte, i malumori della sconfitta di Barcellona (3-0) in Champions League. I “Bauscia” di Milano espugnano lo stadio Enzo Scida nei minuti finali sfruttando il calo degli Squali di Crotone. I Partenopei vincono sul velluto con la luce delle “stelle”.

A Marassi, nel posticipo della domenica, le Aquile romane superano il Grifone rossoblù, con Ciro Immobile in formato copertina.

Sul green capitolino la Lupa di Eusebio Di Francesco liquida in scioltezza la matricola Verona.

La Viola vince contro i Felsinei di Roberto Donadoni e si aggiudica il “Derby dell’Appennino”, Federico Chiesa (figlio d’arte) segna una rete da sussidiario del pallone.

Il Diavolo di Montella batte le zebrette friulane nel tempio milanese e si colloca al quinto posto nel tabellone.

Allo stadio Olimpico Grande Torino i granata e i blucerchiati si dividono la posta in palio, Fabio Quagliarella segna il classico “goal dell’ex”.

La Dea bergamasca pareggia nella città scaligera, sponda Chievo, dopo la vittoria di giovedì sera contro l’Everton (3-0) in Europa League.

Tre sono i rigori decretati e trasformati, (al San Paolo e al Bentegodi), registriamo le triplette di Paulo Dybala e Mertens, le doppiette di Edin Dzeko, Kalinic, Pellegri, Immobile nessuna autorete.

IL PUNTO Trentaquattro sono le reti realizzate nella quarta giornata di serie A.

Quattro, sono le vittorie tra le mura amiche (Napoli, Milan, Roma, Fiorentina), quattro i successi esterni (Juventus, Inter, Lazio, Cagliari), due i pareggi (Torino-Sampdoria, Chievo-Atalanta).

SERIE A – Dopo 360 minuti la classifica è la seguente: Inter, Juventus, Napoli (12) – Lazio (10) – Milan (9) – Torino (8) – Sampdoria (7) – Roma, Fiorentina, Cagliari (6) – Bologna, Spal, Atalanta, Chievo (4) – Udinese (3) – Genoa, Sassuolo, Crotone, Verona (1) – Benevento (0).

(*Sampdoria e Roma una partita in meno).

Nella classifica capocannoniere, Dybala comanda con 8 centri, podio d’argento per Immobile con 6 reti, piazza di bronzo per Icardi e Mertens con 5 sigilli.

Il miglior attacco è quello del Napoli con 15 reti, il peggiore quello del Crotone (nessuna marcatura all’attivo), mentre la difesa meno perforata è quella interista (1 solo gol al passivo).

IL TABELLINO –

Genoa-Lazio (2-3) -13’ Bastos (L), 57’ 73’ Pellegri (G), 70’ 82’ Immobile (L)-

Chievo-Atalanta (1-1) -52’ Bastien (C), 85’ rigore Gomez (A)-

Napoli-Benevento (6-0) -3’ Allan (N), 15’ Insigne (N), 27’ 65’ rigore 90’ rigore Mertens (N), 32’ Callejon (N)-

Torino-Sampdoria (2-2) -1’ Zapata (S), 13’ Baselli (T), 14’ Belotti (T), 34’ Quagliarella (S)-

Milan-Udinese (2-1) -22’ 31’ Kalinic (M), 28’ Lasagna (U)-

Spal-Cagliari (0-2) -17’ Barella (C), 67’ Joao Pedro (C)-

Sassuolo-Juventus (1-3) -16’ 49’ 63’  Dybala (J), 51’ Politano (S)-

Roma-Verona (3-0) -16’ 33’ Dzeko (R), 22’ Nainggolan (R)-

Fiorentina-Bologna (2-1) -51’ Chiesa (F), 52’ Palacio (B), 59’ Pezzella (F)-

Crotone-Inter (0-2) -82’ Skriniar (I), 90’+2’ Perisic (I)-

IL POST – Martedì 19 settembre e mercoledì 20 settembre si giocano le partite della quinta giornata.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it             www.perego1963.it






Un commento A Inter, Napoli e Juventus al comando

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*