Menù principale

Organizzato dalla storica società del Cristo Re

Sabato al via il 3° memorial «primi calci» Claudio Prada

Sabato e domenica presso il campo di Cristo Re all’interno della seconda edizione della manifestazione «Cristo Re: il rione in piazza« si giocherà il 3° memorial Claudio Prada, l’indimenticabile allenatore della squadra del rione per molteplici anni.

Il memorial, riservato ai primi calci, vedrà al via 6 squadre: Il Cristo Re, il Trento, l’Aquila, Il Gardolo, il Pinè e la squadra della Bassa Anaunia. Sono previste le eliminatorie nel pomeriggio di sabato 16 e le finali domenica mattina 17 settembre. Le premiazioni verranno fatte sul palco di Piazza Cantore domenica 17 settembre alle ore 18.00.

Le due edizioni precedenti hanno visto la vittoria delle compagini del Gardolo e dalla Virtus Don Bosco

L’organizzazione del trofeo è a cura della gruppo sportivo di Cristo Re, squadra storica nata negli anni settanta sulle ceneri del mitico Ariete.  Inizialmente pensato come una polisportiva, dopo qualche tempo però è rimasta la sola sezione calcio.

Negli anni settanta il Cristo Re ha partecipato sempre a tutti i campionati con le varie categorie fermandosi però sempre al campionato allievi in alcuni casi iscrivendosi al campionato Juniores. In quel tempo dalla squadra sono usciti molti giocatori che poi hanno ben figurato in squadre regionali e in alcuni casi nazionali. Basato sempre sul volontariato il gruppo sportivo è sempre stato un punto di riferimento sportivo del rione, anche quando giocava sul vecchio campo sportivo.

Dopo la “separazione” dalle altre realtà che animavano la polisportiva, il Cristo Re sezione calcio ha dovuto, e non senza fatica, riorganizzarsi. Agli inizi degli anni Duemila, i tesserati erano poco più di una quarantina con solo due squadre iscritte ai campionati federali (le categorie Pulcini ed Esordienti). Oggi, grazie alla passione di oltre una ventina di volontari, gli atleti sono più di 130, 90 dei quali al di sotto dei 16 anni di età, e con la prima squadra che partecipa al campionato di Prima Categoria.

«Zero tiri, zero goal. Cento tiri, un goal. Questo diceva Claudio Prada ai suoi giovani calciatori che allenava nel secondo dopoguerra sul campo polveroso di Cristo Re, quartiere nordoccidentale di Trento, che negli anni ’50 e ’60 conobbe una crescita notevole, diventando uno dei più popolosi della città. […]» Claudio Prada, uno dei fondatori dell’odierno GS Cristo Re è uno dei volti più noti del calcio trentino negli anni Sessanta e Settanta. Prada nel primo dopoguerra giocò in serie C con le maglie di Trento, Fidenza, Modena e Cervignano, prima che un brutto infortunio mettesse fine ad una carriera promettente.

Rientrato a Trento venne avvicinato dal parroco del rione di Cristo Re, don Guido Avi, che gli propose di guidare la squadretta della zona (1951). Con molto entusiasmo Prada diede vita, assieme a Mario Facchinelli, alla formazione dell’Ariete, che nel 1960 partecipò in rappresentanza dell’Italia al torneo internazionale di Norimberga, arrivando a disputare la prestigiosa finale. Un impegno nel settore giovanile che fece crescere diversi giovani promettenti, alcuni dei quali entrati anche nel mondo del professionismo. L’unica esperienza a livello di prima squadra avvenne nella stagione 1961-62, quando prese parte al girone B di Seconda categoria.

Nel 1967 la società cambiò denominazione, prendendo il nome del quartiere di appartenenza, ovvero Cristo Re. Dopo una quindicina d’anni la società giallorossa decise di riprovare l’esperimento “prima squadra”, così nell’autunno del 1983 la formazione trentina scese sui campi di Terza categoria; un esperimento durato l’arco di un campionato. Il Cristo Re si rivide in Terza nell’autunno del 1987: furono sei stagioni con risultati altalenanti, segnati dai numerosi derby cittadini.

Negli anni Novanta la società sospese l’attività di prima squadra, preferendo concentrarsi sul settore giovanile, solo nel 2002 le maglie giallorosse tornarono sui campi di Seconda categoria. Il rientro nei campionati “senior” avvenne per gradi, infatti dopo le prime annate avare di gloria, il Cristo Re cominciò a migliorare il proprio rendimento, arrivando spesso in zona playoff.

Nell’’annata 2015, l’agognato salto di categoria, quando vincendo ai supplementari la finale playoff contro l’Audace, i giallorossi riuscirono a conquistare la prima promozione della storia societaria, guadagnando il pass per la Prima categoria. Nello stesso anno la vittoria in Coppa Provinciale di Seconda categoria






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*