Menù principale

Life Ursus – Wolfalps, AGIRE: «Alto Adige sempre tre passi davanti a noi.»

Con un colpo di scena, l’Alto Adige ha deciso di abbandonare i progetti sugli orsi e sui lupi affermando chiaramente che sono allo sbando più totale.

Con rammarico – scrive Agire per il Trentino – invece non intravediamo nessuna strategia efficace da parte della Giunta provinciale di Trento, inerme e in attesa del prossimo attacco da parte di questi predatori e magari anche della prossima manifestazione calunniosa dei finti animalisti.

Al contrario invece l’Alto Adige si dimostra prima di tutto attento agli interessi dei cittadini, dei turisti e degli agricoltori; e non solo: anche il Veneto e la Toscana, due regioni a statuto ordinario, stanno facendo dei passi in avanti per quanto riguarda la gestione dei predatori.”

Questo sta a significare solo una cosa: mentre i nostri vicini dell’Alto Adige (che più o meno hanno il nostro stesso punto di partenza) e altre regioni ordinarie (che invece partono svantaggiate rispetto a noi) camminano a testa alta, il Trentino continua ad essere fra gli ultimi della classe! È assolutamente inaccettabile.”

Dei veri autonomisti pretenderebbero più rispetto e considerazione da parte di Roma e dell’Europa invece di rintanarsi a Malga Brigolina annunciando il nulla del nulla ed aprendo l’asta al miglior offerente. Ribadiamo quindi la nostra totale delusione nella gestione dei plantigradi e dei lupi da parte della maggioranza di centro sinistra pseudo autonomista.

Concludendo, onde evitare di creare confusione, AGIRE per il Trentino non è mai stato a favore dello sterminio di massa degli animali: oltre alla nostra proposta di istituire dei centri visita, riteniamo che vada fatta una seria riflessione su questa tematica in rispetto delle normative ma anche degli interessi primari della nostra cittadinanza.”






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*