Menù principale

Ladro in azione in via Buonarroti, 3 colpi in 5 minuti.

3 colpi di 5 minuti ai danni di altrettanti esercenti di Via Buonarroti, nel rione di Cristo Re.

Due tentativi andati a vuoto, mentre il terzo riuscito con un misero bottino di 120 euro.

Prima il ladro, un giovane italiano di circa 25 anni, è entrato al Bar Magnani dove non è certo passato inosservato. «Era scalzo con le scarpe attaccate alla cintola e nudo dalla cintola in su» –  spiega Felice Manfredi il titolare del bar.

Poi il giovane è entrato nel bagno per riempire d’acqua una bottiglia di birra vuota e appena uscito si è avvicinato alla cassa prendendo di mira il portafoglio di una signora che stava pagando il conto. «Mi ha ordinato un te – continua il titolare del bar – mi sono girato e ed era sparito, probabilmente ha capito che non poteva rubare nulla visto che la cassa è lontana dal posto dove si entra dietro al balcone».

Ma il ladro non si è dato per vinto e dopo essersi rivestito ha attraversato la strada entrando nel salone Free Hair dove con tutta tranquillità è andato subito dietro la cassa, «ho visto un uomo che era dietro la cassa e ho subito chiesto quello che stava facendo – riferisce Ivan D’alessandro il proprietario – lui mi ha guardato ed è uscito con tutta tranquillità». In questo frangente – ci confida D’Alessandro – il ladro ha preso di mira il porta monete che era vicino alla cassa che ha cercato di aprire senza però nessun risultato.«Di lui mi ha colpito la sua serenità, uscendo mi ha anche detto che si era sbagliato»

Dopo nemmeno un minuto è entrato al bar Michelangelo nella palazzina Liberty dove con la velocità della luce è saltato dietro la cassa e dopo averla aperta si è impossessato di 120 euro lasciando la figlia della proprietaria allibita. «Ero fuori dal locale, ho visto entrare questo ragazzo ed ho pensato che fosse un cliente, dopo averlo seguito l’ho visto che armeggiava dietro la cassa e nel mio zaino poi è scappato scavalcando in tutta fretta il muretto e atterrando sopra il tetto di un SUV parcheggiato».

La ragazza ha subito chiamato le forze dell’ordine, «non sono intervenuta, ero terrorizzata perché aveva una bottiglia vuota in mano ed ho temuto che me la potesse dare sulla testa». Pare però che il maldestro ladro avesse dei complici, infatti alcuni testimoni l’hanno visto allontanarsi con altri due giovani diretto verso la stazione.

Purtroppo il rione nell’ultimo periodo è bersagliato dai  furti, ne avevamo parlato ieri in un articolo dove alcuni ladri erano stati anche fotografati dai residenti che stufi di dover subire continui furti hanno deciso di indagare e seguire i 3 ladri.(qui l’articolo con foto)

Un quartiere che sta soffrendo la vicinanza a Piazza Dante e che è il primo avamposto del centro storico dove tutti gli spacciatori e i criminali si radunano. Il rione non è stato inserito nella DASPO del sindaco Andreatta, e quindi è probabile diventa terra di nessuno a breve.

Nelle foto i tre titolari degli esercizi commerciali






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*