Menù principale

Arrivati a Trento altri 50 richiedenti asilo.

Sono cominciati ad arrivati parte degli 800 nuovi migranti che il governatore Rossi ha confermato che il Trentino dovrà accogliere nei prossimi mesi, sforando quindi la quota dell’accordo preso con il governo Renzi.

Due diversi gruppi, per un totale di cinquanta migranti, sono arrivati stamane (17/7/2017) in pullman dal sud Italia e più precisamente dai porti di Corigliano Calabro e di Vibo Valentia, da dove erano partiti nel tardo pomeriggio di ieri.

Si tratta di migranti soccorsi negli ultimi giorni nel Mediterraneo. La metà dei cinquanta migranti arrivati oggi è composta da donne (età media circa venticinque anni) e da tre bambini.

La nazionalità prevalente in questo gruppo è quella nigeriana; altri Paesi d’origine sono Camerun e Togo. I piccoli sono una bambina di quattro anni del Togo e due maschietti nigeriani di cinque e otto anni, tutti accompagnati dalle rispettive mamme.

Per il gruppo arrivato dal porto di Vibo Valentia è stata subito trovata una sistemazione alternativa alle casette della pronta accoglienza: le mamme con bambini sono state trasferite alla residenza Adige in località Vela a Trento; le donne sole sono state invece portate alla residenza Viote del Monte Bondone.

L’altro gruppo arrivato stamane, partito dal porto di Corigliano Calabro, è composto da venticinque uomini originari di Costa d’Avorio, Ghana, Togo, Guinea, Nigeria, Gambia, Senegal, Somalia e Mali; l’età media è di circa venticinque anni. Con i recenti arrivi i richiedenti protezione internazionale accolti oggi (17/7/2017) in Trentino sono 1.744.






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*