Menù principale

Scuola dell’infanzia: sono 15.031 i bambini iscritti per l’anno scolastico 2017-2018

Sono 15.031 i bambini iscritti alle scuole dell’infanzia del Trentino per l’anno scolastico 2017-2018: 9.294 frequenteranno le scuole equiparate e 5.737 le scuole provinciali.

Rispetto all’anno precedente si registra una flessione delle iscrizioni pari al 2,34%. I bambini stranieri sono complessivamente 2.154 e in percentuale si attestano al 14,33% del totale. I dati sono contenuti nel “Programma annuale della scuola dell’infanzia per l’anno scolastico 2017-2018” approvato oggi dalla Giunta provinciale, su proposta del governatore e assessore all’istruzione Ugo Rossi.

Le scuole dell’infanzia, distribuite sul territorio provinciale, per l’anno scolastico 2017-2018 saranno 267, di cui 154 equiparate e 113 provinciali. Le principali novità introdotte riguardano la convergenza dell’utenza della scuola di Lisignago su Cembra e della scuola di Telve di Sopra su Torcegno. I bambini iscritti al prolungamento d’orario, che è offerto fino a tre ore ulteriori rispetto alle sette ore giornaliere di servizio ordinario, sono 8.003, pari a poco più del 50% degli iscritti.

Per la determinazione del numero di sezioni sono stati seguiti i criteri applicati negli scorsi anni scolastici. Le sezioni attivate saranno 706, 430 nelle scuole equiparate e 276 in quelle provinciali. Gli insegnanti assegnati sono 1.414 di cui 862 nelle equiparate e 552 nelle provinciali, mentre il personale non insegnante (cuochi ed operatori d’appoggio) ammonta a 710 unità, 434 per le scuole equiparate 276 per le scuole provinciali.

Il provvedimento, che nella logica di una maggiore flessibilità e responsabilizzazione, conferma il modello di “finanziamento a budget” introdotto a partire dal 2015-2016, individua una quota per le spese obbligatorie relative al personale insegnante e non insegnante (interamente riconosciute) e una quota per le spese relative alla gestione e al funzionamento. Il costo totale del “Programma annuale” delle scuole dell’infanzia provinciali ed equiparate per l’anno 2017-2018, è pari ad euro 87,85 milioni di euro.

Il programma annuale conferma inoltre il proseguimento della sperimentazione di percorsi educativi secondo la metodologia pedagogica “Montessori” nelle sezioni, in precedenza individuate, presso la scuola dell’infanzia provinciale Rione Sud “Giardino incantato” di Rovereto, la scuola dell’infanzia equiparata “G.B. Zanella” di Trento e la scuola dell’infanzia equiparata “Giovanni Battista Chimelli “ di Pergine Valsugana.

Anche per l’anno scolastico 2017/2018 è assunto a sistema l’obiettivo di proseguire l’attuazione del piano per il trilinguismo nelle scuole dell’infanzia, secondo una logica di progressiva generalizzazione, come stabilito dalla Giunta provinciale.

Per quanto attiene all’individuazione dei posti di sezione con competenza linguistica sono stati operati alcuni adattamenti rispetto all’anno scolastico 2016/2017. La delibera integrale sarà consultabile sul portale della scuola trentina all’indirizzo www.vivoscuola.it a partire la prossimo martedì 20 giugno 2017.






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*