Menù principale

L’addio di Totti, il miracolo del Crotone

La Lupa festeggia il secondo posto, il pass per i gironi della Champions League (2017-18) e l’ultima partita di Francesco Totti con la maglia giallorossa.

Il capitano celebra in lacrime la storia di 25 anni con la “Maggica” (dal 1992 al 2017) collezionando 619 presenze, segnando 250 reti.

Er Pupone” è la bandiera del club, vince il tricolore (2000-2001) due coppe nazionali e due Supercoppe italiane.

Il Ciuccio di Maurizio Sarri si aggiudica la terza piazza e si conferma il miglior attacco del torneo con 94 reti realizzate in 38 partite.

Gli Squali calabresi di Davide Nicola ottengono la permanenza in serie A dopo una straordinaria rincorsa ai danni dell’Empoli.

Palermo e Pescara già retrocesse in serie B onorano la maglia nell’ultima apparizione.

All’Olimpico di Torino si gioca il festival del gol, la giornata sancisce inoltre il sorpasso della Dea bergamasca alle Aquile romane.

La Beneamata dilaga a San Siro nel giorno della contestazione mentre il Diavolo perde sull’isola.

Tre rigori decretati e trasformati (al Sant’Elia, allo stadio Scida e allo stadio Olimpico di Torino), annotiamo sul taccuino del cronista la tripletta di Defrel, le doppiette di Nalini e Eder, il 15°sigillo in trasferta  per Mertens e l’autorete di Angella.

Cinque reti sono siglate sui titoli di coda (allo stadio Dall’Ara, a Marassi, al Sant’Elia, allo stadio Olimpico di Roma e alla Scala del Calcio).

Gabriel Paletta colleziona la quinta espulsione eguagliando il record di Luigi Apolloni con la maglia gialloblù degli scaligeri (stagione 2000-2001).

Il sedicenne Pietro Pellegri realizza il primo goal nella massima serie; l’attaccante di Genova è il terzo giocatore più giovane nella storia a gonfiare il sacco dopo Amedeo Amadei e Gianni Rivera.

IL PUNTO Quarantaquattro sono le reti realizzate nella trentottesima giornata di serie A. Sette, sono le vittorie tra le mura amiche (Roma, Atalanta, Inter, Torino, Cagliari, Crotone, Palermo), due i successi esterni (Juventus, Napoli), un pareggio (Fiorentina-Pescara).

SERIE A – Dopo 3.420 minuti la classifica finale è la seguente: Juventus (91 punti)Roma (87)Napoli (86)Atalanta (72)Lazio (70)Milan (63) – Inter (62) – Fiorentina (60) – Torino (53) – Sampdoria (48) – Cagliari (47) – Sassuolo (46) – Udinese (45) – Chievo (43) – Bologna (41) – Genoa (36) – Crotone (34) – Empoli (32)Palermo (26) Pescara (18).

BOMBER – Per la classifica capocannoniere, Dzeko vince con 29 centri, podio d’argento per Mertens con 28 reti, piazza di bronzo per Belotti con 26 sigilli.

I VERDETTI – Juventus è Campione d’Italia (sesto anno consecutivo) con ticket per la prossima Champions League.

La Roma e il Napoli accedono alla Champions League, i Partenopei giocheranno i preliminari.

Atalanta e Lazio raggiungono il tabellone di Europa League, il Milan ottiene invece i preliminari.

Empoli, Palermo e Pescara retrocedono in serie B.

IL TABELLINO IN PILLOLE –

Fiorentina-Pescara (2-2) -14’ Caprari (P), 65’ Bahebeck (P), 66’ Saponara (F), 85’ Vecino (F)-

Crotone-Lazio (3-1) -14’ 60’ Nalini (C), 22’ Falcinelli (C), 26 rigore Immobile (L)-

Palermo-Empoli (2-1) -76’ Nestorovski (P), 84’ Bruno Henrique (P), 87’ Krunic (E)-

Sampdoria-Napoli (2-4) -36’ Mertens (N), 42’ Insigne (N), 49’ Hamsik (N), 50’ Quagliarella (S), 65’ Callejon (N), 90’ Alvarez (S)-

Roma-Genoa (3-2) -3’ Pellegri (G), 10’ Dzeko (R), 74 De Rossi (R), 79’ Lazovic (G), 90’ Perotti (R)-

Inter-Udinese (5-2) -5’ 54’ Eder (I), 18’ Perisic (I), 36’ Brozovic (I), 76’ Balic (U), 78’ autorete Angella (U), 90’+2’ Zapata (U)-

Torino-Sassuolo (5-3) -6’ Boyé (T), 14’ 40’ 81’ rigore Defrel (S), 22’ Baselli (T), 45’+1’ De Silvestri (T), 57’ Falque (T), 79’ Belotti (T)-

Cagliari-Milan (2-1) -17’ Joao Pedro (C), 72’ rigore Lapadula (M), 90’+3’ Pisacane C)-

Atalanta-Chievo (1-0) -52’ Gomez (A)- giocata sabato

Bologna-Juventus (1-2) -52’ Taider (B), 70’ Dybala (J), 90’+4’ Kean (J)- giocata sabato

IL POST – Sabato 3 giugno si gioca a Cardiff la finale di Champions League tra Juventus FC e Real Madrid CF (ore 20.45).

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it             www.perego1963.it






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*