Menù principale

Alternanza scuola-lavoro: Tama Aernova sempre in prima fila

Venerdì 12 maggio, presso l’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico Carlo Antonio Pilati di Cles, l’incontro con TAMA AERNOVA per lo sviluppo di percorsi specifici in azienda. 

TAMA AERNOVA è un’azienda leader internazionale nella progettazione, produzione e fornitura di prodotti per la depurazione dell’aria da polveri, fumi e gas provenienti dalle varie fasi di lavorazione di vari settori.

Azienda volta al miglioramento continuo, investe molto in ricerca e sviluppo di nuovi prodotti ma anche sul personale e soprattutto sul rapporto con le scuole.

Da sempre collabora con Università, Istituti tecnici, Scuole professionali ed Enti di ricerca per lo sviluppo di progetti anche a livello internazionale.

“La nostra forza sta nel lavorare per obiettivi, mettere in campo tutte le nostre competenze, motivazioni, intraprendenza, determinazione, tutte le nostre energie per fare sempre il meglio e sempre di più, fare quello che gli altri non riescono a fare. Alla base  del successo ci sono 3 ingredienti fondamentali:  coraggio, umiltà e disciplina”, queste le parole del Direttore operativo di TAMA AERNOVA all’incontro con l’Istituto Tecnico di Cles.

“Siamo sempre pronti ad affrontare nuove sfide che ci permettano di migliorare sia l’organizzazione che il know how aziendale”. Il valore aggiunto di un’azienda sono le persone.

E’ necessario investire quotidianamente sul personale ad ogni livello, creare un team forte e motivato, un lavoro di squadra coeso. “Si deve lavorare per vincere i campionati non le partitedice Corazzolla.

Le risorse di domani sono i nostri giovani, è necessario investire su di loro per evitare la fuga di cervelli all’estero, questione tanto discussa e poco affrontata.

E’ quindi indispensabile un rapporto attivo scuola-impresa. L’azienda è improntata sull’importanza di unire il sapere al saper fare, un motto da sempre sostenuto con convinzione da parte del Presidente Coletti Giovanni, il quale auspica una permanenza maggiore in azienda da parte degli studenti per aumentare la loro capacità pratica e per permettere di fidelizzare i giovani alle aziende.

Il progetto di alternanza scuola-lavoro è uno strumento molto efficace per cercare di avvicinare questi due mondi spesso fin troppo distanti.

Questo progetto consiste nella realizzazione di percorsi ideati, attuati, verificati e valutati sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica sulla base di apposite convenzioni con le imprese. Permette di creare senso di appartenenza dando l’opportunità di conoscersi a vicenda e soprattutto di studiarsi, fidelizzarsi.

Oggi viviamo in un mondo dove tutto è basato sulla competizione, e per arrivare a trovare l’impiego che si è sempre sognato, bisogna adattarsi e fare ciò che il mondo del lavoro offre. TAMA AERNOVA è da sempre attenta al rapporto con le scuole.

Venerdì 12 maggio ha incontrato l’ITET di Cles per tracciare un bilancio sulla situazione passata presente e futura del progetto intrapreso da tempo. All’incontro erano presenti Alessandra Pausini, Dirigente dell’Istituto Tecnico Pilati, Gionny Preti, professore di meccanica, Luca Benetello, professore di elettronica ed elettrotecnica, Mario Larcher, professore di costruzioni. Alessandro Corazzolla, Direttore Operativo e Dewis Gottardi, Responsabile Ufficio Tecnico di TAMA AERNOVA.

“Nello specifico sono state identificate alcune aree di maggiore interesse per la Scuola dove gli studenti possano prestare la loro attività di stage. L’ITET Pilati ritiene importante che gli studenti, oltre a stage nel settore produttivo, rilevante ai fini dello sviluppo di soft skills, possano fare esperienze anche a livello tecnico per un maggiore sviluppo professionale”. Questo l’intervento della dirigente dell’ITET Pilati, Alessandra Pausini.

TAMA AERNOVA sta infatti investendo per avere delle work station all’interno del proprio ufficio tecnico da mettere a disposizione degli studenti in modo tale che si possano immergere completamente nel lavoro. “L’incontro è stato produttivo anche in termini di nuove opportunità in quanto è stato ipotizzato anche un percorso formativo da fare parzialmente in azienda. La scuola è intenzionata a consolidare la collaborazione con aziende del territorio che permettano di fare esperienza al loro interno” ha concluso la dirigente.

Spesso i titoli non sono sufficienti, anche la pratica è necessaria per saper svolgere il proprio lavorosostiene il prof. Preti.

Per questo motivo le aziende oggi per essere competitive devono avere personale motivato, disponibile a mettersi in gioco quotidianamente per uscire e distinguersi dalla massa, “fare ciò che gli altri non sono in grado di fare”, investire sulle capacità di problem solving.

Perciò bisogna lavorare per aiutare gli studenti ad acquisire determinazione, fiducia in se stessi, aiutarli a trovare delle opportunità che fino a ieri erano sconosciute. “Metterci la passione in tutto ciò che si sta facendo e si farà”, dice il direttore Corazzolla.

Abbiamo la fortuna di vivere in Italia dove abbiamo delle aziende industriali medio piccole che sono delle vere eccellenze invidiate in tutto il mondo.

E’ necessario lavorare quindi sui giovani per mantenere questo nostro orgoglio e senso di appartenenza, migliorarlo ed esportarlo in tutto il mondo.



« (Notizia precedente)



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*