Menù principale

L' addio alle gare della campionessa di tuffi

L’ ultimo tuffo di Tania Cagnotto: «sono emozionata ma anche malinconica»

Tania Cagnotto dice addio alle gare, dopo 41 medaglie internazionali e una carriera ricca di soddisfazioni, vincendo dal trampolino a un metro i Campionati italiani assoluti che si stanno disputando a Torino.

“Sono molto emozionata, ma anche malinconica – commenta all’Ansa Tania -. Sono stati anni bellissimi, specialmente gli ultimi quattro” dopo l’ultimo tuffo della sua lunga carriera sportiva (lo puoi vedere qui)

Con i cinque tuffi la Cagnotto ha totalizzato 283.40 punti, contro i 269.35 di Elena Bertocchi e i 269.35 di Maria Elisabetta Marconi. Un commiato vincente, quello della campionessa, nella piscina dove veniva ad allenarsi papà Giorgio, torinese di nascita, e dove in carriera aveva già conquistato importati successi. Un addio malinconico, ma senza rinunciare al sorriso: quello dei suoi numerosi fan, a cui ha regalato un tuffo a bomba, come le avevano chiesto sui social

La campionessa alto atesina ha vinto anche due bronzi olimpici, un oro Mondiale e 20 ori Europei.

Un addio carico di emozione, anche perché a Torino è nato Giorgio, suo papà e suo allenatore. In questa città ha conquistato due ori e un bronzo agli Europei del 2011 e non è un caso se la Città le consegnerà la cittadinanza onoraria, che non è arrivata ieri soltanto per qualche incomprensione politica in Consiglio comunale.

“Ero agitata, avevo paura di sbagliare tuffo” – rivela la Cagnotto prima dell’ultimo tuffo della sua carriera – “L’adrenalina ha fatto miracoli, ho sentito il cambiamento in gara, trovando più forza, più concentrazione”. “Sono stati anni bellissimi. Ma questo è un addio, almeno oggi è così, e Torino è il posto perfetto per fare l’ultima gara”






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*

CHIUDI
CLOSE