Menù principale

Polizia locale Trento, 54 mila multe nel 2016.

Un vero e proprio salasso per i cittadini trentini che nel 2016 hanno dovuto pagare 54 mila multe.

I vigili hanno tirato fuori l’inquietante blocchetto delle sanzioni quasi 150 volte al giorno nel capoluogo

Un dato allarmante, soprattutto per il portafoglio dei cittadini trentini (molti dei quali sono imbufaliti) già largamente tartassati da mille altre spese. 

Queste sono le cifre presentate ieri in conferenza stampa per la festa della polizia municipale a Trento.

Le multe sono aumentate del 26% rispetto al 2015 (anno record di sempre) in una città dove praticamente gli spazi blu a pagamento occupano il 98% dei parcheggi e dove però in compenso ci sono alcune strade che sono da terzo mondo.

Ieri per il corpo di polizia ricorreva il 216° anniversario della sua fondazione. «Va messa molta convinzione in questa missione, quando si parla con la gente, quando si viene affrontati dalla gente, quando il rapporto verbale non funziona e sconfina nella inciviltà e nella legalità. Ai nostri viene chiesto di ascoltare, a volte di mediare, magari rimettendoci un po’ della propria dignità. I dati esprimono una presenza costante nella città, prima di tutto governando la mobilità, presenziando alle manifestazioni. Se la nostra centrale operativa risponde a più di 50 mila chiamate di persone che chiedono interventi di soccorso stradale, di polizia ambientale o commerciale, significa che la nostra è una forza di polizia cercata, che si adopera per dare risposte in frangenti disparati. Nel rilievo dei sinistri in particolare si segnala un sostanziale mantenimento del numero degli incidenti rilevati dalla polizia locale, poco meno di 800, con 427 persone infortunate»ha detto il comandante dei vigili Giacomoni.

Fra le condotte più pericolose alla guida che hanno causato numerosi incidenti ci sono i cambi di corsia all’interno delle rotatorie o negli svincoli di immissione sulla tangenziale.

21 invece sono stati i cittadini che non si sono fermati a fornire i propri dati dopo essere rimasti coinvolti in incidenti. Per quanto riguarda i rifiuti, gli abbandoni sono stati 300. Dolori anche per i pubblici esercizi che sono stati sanzionati quasi un centinaio di volte.

Nel 2016 è iniziata  l’attività di controllo su veicoli che circolano sprovvisti di copertura assicurativa e di revisione obbligatoria mediante un apparecchio chiamato “Targasystem”. In tal senso i controlli sono stati 24.038 di cui 167 sanzionati per mancanza di revisione (145), assicurazione (14) documenti(8).

Per la violazione del codice della strada nel 2016 sono stati rimossi  1.141 veicoli, 29 invece gli automobilisti trovati alla guida senza aver mai conseguito la patente. 3.249 invece gli automobilisti sanzionati per eccesso di velocità, 93 perché passati con il rosso al semaforo, 675 mentre erano al cellulare, 321 perché sprovvisti di cinture di sicurezza, 41 per ebrezza alcolica. 90 sono stati i fermi amministrativi, 145 i sequestri dei veicoli e 56 le sanzioni per la patente scaduta.






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*

CHIUDI
CLOSE