Menù principale

Scoperta mentre ruba al Poli aggredisce la direttrice con l’ammoniaca.

Erano le 17.00 del pomeriggio quando Il personale del supermercato Poli di via Maccani nel quartiere di Cristo Re ha avvertito la direttrice che fra gli scaffali c’era un volto conosciuto, cioè una tossicodipendente già in passato «pizzicata» a rubare alcuni generi alimentari.

La direttrice, Concetta Pileggi di 50 anni, ha aspettato che la donna uscisse dal supermercato, senza pagare, per la quinta volta, e l’ha seguita fin sulla rampa di accesso dei garage.

Poi ha intimato alla ladra di riportare la merce rubata al supermercato ma in risposta la donna in fuga ha gettato del liquido corrosivo, individuato come ammoniaca sul viso e il corpo della direttrice del Poli, donna peraltro conosciuta come molto energica e decisa.

Sul posto sono intervenuti, l’ambulanza del 118, un automedica e due macchine della polizia di Stato.  La direttrice è stata ricoverata al pronto soccorso del santa Chiara. Concetta Pileggi sta bene e per fortuna l’ammoniaca non ha leso nessun organo sensibile. Il getto ha colpito il collo e parte del viso, gli occhi si sono salvati solo perché portava gli occhiali. La direttrice è stata dimessa ed è già rientrata al lavoro.

La direttrice non è la prima volta che viene aggredita. Infatti un paio di anni fa aveva ricevuto un pugno al viso mentre cercava di fermare l’ennesimo ladro.

Raccolte le testimonianze che riportavano notizie della ladra in fuga verso il centro storico di Trento, è cominciata la caccia da parte dei poliziotti in tutta la città. La donna pare essere già stata identificata e molto conosciuta nel giro della tossicodipendenza trentina.

In serata la polizia ha individuato e arrestato la protagonista dell’aggressione: è una ventenne nota alle forze dell’ordine, accusata in più occasioni in passato di rapina impropria e per avere sottratto della merce dai supermercati. È stata fermata in corso Buonarroti. Non ha opposto resistenza ed è stata arrestata con l’accusa di rapina impropria.

La donna è stata portata nel carcere di Spini di Gardolo in attesa dell’udienza di convalida che sarà emessa oggi per direttissima. Il valore della merce rubata è di circa una trentina di euro. Si tratta per lo più di dolciumi e una maglietta.Purtroppo i furti dentro i supermercati sono all’ordine del giorno. «Qui ogni giorno ne prendiamo in paio che tentano di rubare – spiega un dipendente del Poli – ormai non li denunciamo più. Alla fine sono sempre i soliti, si riconoscono subito da come si muovono» 

I danni provocati dall’ammoniaca possono essere abbastanza gravi. L’esposizione può risultare irritante per la pelle, gli occhi, la gola e i polmoni e può provocare tosse e ustioni. Il contatto oculare con l’ammoniaca può provocare irritazione e persino cecità. Se si ingeriscono soluzioni di ammoniaca concentrate si possono riportare ustioni a bocca, gola e stomaco.






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*

CHIUDI
CLOSE