Menù principale

Radiato il Mezzocorona calcio. Addio alla gloriosa società che sfiorò la C1

La gloriosa società A.C. Meccocorona sparisce dal calcio regionale e nazionale.

La lenta e inesorabile agonia si ferma oggi dopo la quarta rinuncia della società a disputare la gara del campionato di promozione.

Ieri a mezzogiorno la dirigenza (o quel poco rimasto) ha comunicato alla Figc la propria rinuncia a scendere in campo oggi pomeriggio a Denno. Giovedì il Giudice Sportivo certificherà quanto successo e come da norme federali, procederà con l’esclusione dal torneo dell’Ac Mezzocorona e la conseguente radiazione.

I pochi giocatori rimasti quindi saranno dunque liberi di tesserarsi con un’altra realtà entro e non oltre il 31 marzo. La società calcistica del Mezzocorona sparisce dal calcio dopo 58 anni di storia (la fondazione risale al 1951 con una breve inattività dal 1954 al 1959),  e dopo aver sfiorato, nel 2008, il campionato di C1 perso solo agli spareggi play off.

Poi una veloce discesa nel baratro che lo ha portato, in soli 3 anni dalla serie D all’ultimo posto in Promozione. Alla squadra, ormai alla canna del gas per un periodo si era unito anche il consigliere Giacomo Bezzi, ma solo per il tempo di qualche articolo sul giornale.

Un destino ormai segnato da tempo, e dalla dubbie capacità e competenza del presidente Alberto Grassi che a detta di molti ha gestito la società in un modo che, definire disastroso equivale a un complimento. Di pari passo alla fine della gloriosa società anche i guai giudiziari del suo presidente che ha visto fallire la propria società (quadro uno) con 7 milioni di euro di buco.

Nella foto la formazione Juniores che nel 2013 conquisto il campionato nazionale.

 



« (Notizia precedente)



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*