Menù principale

Aquila Basket, Sutton: «Io il facilitatore». Marble: «27 punti? Ho fatto di meglio»

Sutton e Marble, Marble e Sutton. Sempre loro i protagonisti da quando sono approdati a Trento nel mercato invernale. Contro Pistoia 27 punti  di Marble, dominante nel primo tempo, 21 di Sutton che ha ruggito nella ripresa.

Dominique Sutton

“Non abbiamo fatto la nostra miglior partita difensiva, ma alla fine della gara siamo riusciti a trovare compattezza e a vincere il match quando contava. 

Sono un facilitatore, faccio ciò che serve per vincere e cerco di mettere i compagni nella condizione di giocare al meglio. Nel primo tempo siamo riusciti a segnare molti tiri. Nel secondo tempo siamo stati capaci di rientrare in partita, prendere ritmo e portare a casa la vittoria. 

Sono un giocatore di basket, non ho posizione in campo, dall’uno al cinque. Ciò che conta è essere di aiuto alla mia squadra come stasera, abbiamo conquistato una grande vittoria”.

Devyn Marble

“Non è il mio record, ho fatto di meglio, ma è stata un’ottima partita. Non mi era piaciuta la gara di Torino, dovevamo tornare a giocare come sappiamo in attacco e difesa e conquistare questa vittoria. 

Entrambe le squadre hanno giocatori capaci di segnare. Petteway lo conoscevo dal college, anche io ho fatto la mia parte, ma ce n’erano anche altri stasera. L’importante è essere stato capace di aiutare la squadra a vincere la partita”.

Devyn Marble

Coach Buscaglia

“Capita che a volte tra difese molto forti si giochi una partita ad alto punteggio. C’è soddisfazione per questa vittoria e per i 100 punti, ma soprattutto per il modo di reagire che ha espresso la squadra dopo un primo tempo da 61 punti e il rientro di Pistoia. Non siamo una squadra da questo livello di punti. Era importante tornare a vincere dopo la sconfitta di Torino, ottima risposta di Marble, di Sutton, grande partita di Flaccadori e tutti gli altri”. 

Coach Esposito

“La squadra non ha rispettato le consegne difensive nel primo tempo, quindi abbiamo dovuto fare un grande sforzo nel terzo quarto per rientrare. Se ci fossimo impegnati in difesa rispettando il piano partita da subito potevamo giocarcela. Non mi aspettavo una partita dal punteggio così alto tra due ottime difese. La situazione di Caserta? Non conosco le vicende, ma da casertano è ovvio che mi dispiace particolarmente perché fa male a tutto il basket”. 






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*