Menù principale

«Donne mie»: quando la poesia fa riflettere.

«Donne mie» la performance poetica di Annachiara Marangoni e Alfonso Masi accompagnata dalla musica di Luciano Maino si è svolta ieri pomeriggio negli spazi espositivi di Torre Mirana, palazzo Thun, a Trento.

L’evento fa parte del più ampio progetto “Artisti a Statuto Speciale” di Antonello Serra e Paolo Sirena che, nato nel 2015, coinvolgeva nella sua prima edizione artisti del Trentino e della Sardegna, mentre oggi è esteso anche agli artisti dell’Alto-Adige/Südtirol e del Friuli Venezia Giulia.

Barbara Cappello ha introdotto gli artisti che hanno piacevolmente intrattenuto il folto pubblico, per circa un’ora, con una esibizione impeccabile che ci ha fatto volare sulle ali della poesia, da Cecco Angiolieri a Dacia Maraini, da William Shakespeare a Alda Merini, da Umberto Saba a Vladímir Majakóvskij, da Federico García Lorca a Pablo Neruda.

La performance il cui tema centrale era la donna, anzi le donne in tutte le loro sfumature, ha invitato il pubblico alla riflessione sulla molteplicità e l’importanza dei ruoli assunti dalle donne nella società e nel tempo: madre, moglie, amica, amante. Un viaggio nell’anima delle donne alla scoperta di quel rapporto, da sempre in bilico tra l’amorevole ed il conflittuale, con l’altra metà dell’universo: l’uomo.

Il pubblico è stato piacevolmente coinvolto in questo percorso nella poesia dove non sono mancati momenti di pura emozione e tratti di intensa commozione, intervallati anche da istanti di ilarità quando è stata declamata la prosa irriverente e pungente di Luciana Littizzetto.

«Donne mie» ha decisamente conquistato il pubblico in sala, speriamo di poter rivedere presto gli artisti all’opera in qualche nuova performance.

I prossimi appuntamenti di “Artisti a Statuto Speciale”, sempre a Torre Mirana e ad ingresso gratuito, sono previsti per sabato 11 marzo alle ore 17.00 con la presentazione del volume “Terre degli argonauti” – l’autonomia del Trentino-Alto Adige come modello della convivenza tra i popoli a cura del “Think Tank” il nodo di Gordio e domenica 12 marzo alle ore 17.00 con “Caffè a statuto speciale” – come leggere il passato volteriano nei fondi di caffè e trovare le risposte per il futuro, una performance di Antonia Romano e Barbara Cappello.

A cura di Mario Amendola



« (Notizia precedente)



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*

CHIUDI
CLOSE